Le news non firmate sono prese direttamente dai siti ufficiali delle rispettive società. Grazie.


 

ANTEPRIMA  22°  GIORNATA

GIR.A: L'Alessandria può riscattare il 1° ko, derby esterni per Livorno e Arezzo

Alessandria-Lucchese     la capolista ha concesso un punto in casa, toscani ok da 5 viaggi
Como-Giana     il Como non vince da 4 ma è solo a -1, la Giana è corsara da 2 viaggi
Olbia-Pontedera     l'Olbia non pareggia in casa da 10 gare, il Pontedera perde da 2 fuori
Piacenza-Renate    da 3 turni il Piacenza non vince, da 4 trasferte il Renate non perde
Pistoiese-Prato     la Pistoiese pareggia da 2, un punto in 3 viaggi per il Prato
Carrarese-Livorno     il Livorno gasato da 4 successi di fila, la Carrarese non fa punti da 3
Cremonese-Pro Piacenza     la Cremonese vince da 3 e ha o pari in casa, il Pro non vince da 7
Siena-Arezzo     entrambe sono reduci da 2 successi consecutivi
Tuttocuoio-Lupa Roma     toscani con solo 2 vittorie interne, Lupa imbattuta da 3 partite
Racing-Viterbese     il fanalino perde da 3 in casa, ospiti con un punto in 6 trasferte


GIR.B: Reggiana all'assalto del Venezia; Parma per il poker, 2 gare rinviate

Mantova-Sambenedettese     il Mantova vince da 3 turni in casa, la Samb non vince da 7    
FeralpiSalò-Südtirol     per la Feralpi una vittoria in 6 gare, il Sudtirol pareggia da 2
Bassano-Ancona     i veneti per bissare la vittoria dopo 8 turni, Ancona corsara una volta
Fano-AlbinoLeffe     il Fano in coda non vincendo da 8 gare, ospiti senza 3 punti da 5
Forlì-Padova     vincenti da 2 partite il Forlì in casa ed il Padova in assoluto
Gubbio-Lumezzane     il Gubbio senza pareggi interni, il Lumezzane senza vittorie da 4
Parma-Santarcangelo     il Parma vince da 3, un punto in 5 trasferte per gli ospiti
Teramo-Pordenone     r i n v i a t a
Maceratese-Modena     r i n v i a t a
Reggiana-Venezia     la Reggiana 1° in casa ma non vince da 2, Venezia ko nell'ultimo viaggio


GIR.C: Il Matera rischia a Cosenza, in casa Lecce e Juve Stabia; di Lunedì il Catania

Cosenza-Matera     il Cosenza con una vittoria su 3 attende la capolista imbattuta da 7
Juve Stabia-Monopoli     la J.Stabia vince da 3 in casa, il Monopoli non perde da 2 fuori
Lecce-Melfi     nelle ultime 5 gare Lecce in serie utile (3 vinte) e Melfi senza punti
Siracusa-Taranto     il Siracusa vince da 5 gare in casa, il Taranto perde da 2
V.Francavilla-Messina     serie di 4 vittorie interne dei pugliesi e 3 ko esterni dei siculi
Reggina-Akragas     una vittoria su 13 per la Reggina e 2 su 15 per l'Akragas
Vibonese-Foggia     la Vibonese non segna da 7 e perde da 5, il Foggia segna da 9 con un ko
Casertana-Paganese     da 2 turni la Casertana vince e la Paganese perde fuori casa
F.Andria-Catanzaro     entrambe pareggiano da 4 giornate, i pugliesi in serie utile da 13
Fondi-Catania     il Fondi segna da 8 turni, il Catania non segna da 2 e ha 1 vittoria fuori

Corrado Bruno

 

 

 

 

 

 

 

ALESSANDRIA – Manca solo l’ufficialità ma Valerio Nava è pronto a vestirsi di grigio. Il terzino destro arriva ad Alessandria dal Catania: con i rossoazzurri quest’anno è sceso in campo nove volte. Nava era stato messo nella lista dei partenti dalla società etnea e ora con l’Alessandria è tutto fatto. Nava era arrivato in Sicilia la scorsa estate a titolo temporaneo dall’Atalanta, la società che lo ha cresciuto. 

Il terzino, in grado di disimpegnarsi molto bene sia in fase difensiva che offensiva, ritroverà in grigio Luca Barlocco, di un anno più giovane ma anche lui cresciuto nel vivaio della Dea. In Lega Pro Valerio Nava ha anche vestito le maglie di Cittadella e Spal. Per lui 15 presenze in serie B con le maglie di Novara, Carpi e Ascoli.

 

 

 

 

 

 

 

 

GUBBIO – Settimana di allenamenti difficoltosa per la truppa rossoblù, la neve caduta negli ultimi giorni rende i campi impraticabili tanto che ha costretto il gruppo ad allenarsi in palestra per due giorni e nella giornata odierna, grazie alla gentile concessione del Petrignano calcio, la squadra sarà costretta a recarsi proprio nell’impianto della squadra umbra che milita in eccellenza regionale per poter svolgere finalmente un allenamento “regolare”. L’occhio degli sportivi viene rivolto alla gara di Domenica con il Lumezzane ma anche agli sviluppi del mercato invernale che tra poco più di una decina di giorni chiuderà i battenti. Il portiere Narciso è ufficialmente sul mercato e anche se in attesa di sistemazione non è affatto da escludere una sua presenza in panchina nella gara di Domenica. Per il resto si è unito ieri ai compagni Otin Lafuente l’esterno d’attacco arrivato dalla Reggiana via Entella, la prossima settimana si unirà al gruppo Stefanelli il giovane difensore centrale sempre di proprietà dell’Entella. Per acquisti diremmo più sostanziosi bisognerà attendere gli ultimi giorni di mercato, è rimbalzata la notizia tutta da verificare di un interesse per Montipò di proprietà del Novara che potrebbe prendere il posto del partente Narciso, piace molto il terzino Boniotti di proprietà del Brescia in prestito al Padova e non da escludere neanche l’acquisto di un difensore centrale di esperienza visto anche la probabile cessione di Petti. Poi tutte le attenzioni negli ultimi giorni saranno puntate all’attaccante centrale, probabilmente un under da prendere in prestito da qualche società amica, le casse non permettono investimenti folli.

Massimiliano Francioni

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosenza - Vincere un derby è una sensazione strepitosa per un tifoso, figurarsi per un giocatore; e chissà come dev'essere per un ragazzo diventare il match - winner di una partita così sentita, pur a livello giovanile. Ne sanno qualcosa Gianluigi Sueva e Giovanni Aceto, autori dei gol che hanno permesso alle squadre U15 ed U17 di battere a domicilio il Catanzaro e di proiettarsi rispettivamente al secondo ed al primo posto delle graduatorie di riferimento. «Stiamo lavorando bene e per crescere insieme», ha dichiarato Giovanni Aceto, il terzino che ha deciso l'incontro di domenica, «e questa vittoria è frutto del sudore di tutta la squadra: festeggiare coi compagni è stato bellissimo, ma ora dobbiamo tenere la testa sulle spalle e vincere anche domenica mattina col Catania per stare tranquilli e tenere distanti le inseguitrici.

 Il gol? Tirare è stato istintivo». Anche Gianluigi Sueva, classe '00, descrive la vittoria come «una grandissima emozione: fare due gol in una partita così è stupendo, ora siamo primi e vogliamo restare a lungo in questa posizione di classifica». Anche il talentino dell'U17 ha raccontato come sono arrivate le sue marcature: «La prima è un'azione corale meravigliosa, un'azione merito di tutta la squadra che ho solo finalizzato, il secondo è stata un'intuizione volante: quando ho visto il pallone in rete non ho capito più nulla...».

 

 

 

 

 

 

 

 

Cremonese - All'inizio di gennaio abbiamo lanciato sul nostro portale un sondaggio che permetteva ai nostri lettori di votare il gol più bel gol realizzato dalla Cremonese nell'anno solare che si è appena concluso, il 2016. Abbiamo messo a disposizione 12 bellissime realizzazioni, da conclusioni potentissime - anche direttamente da calcio di punizione - a parabole sopraffine perfettamente direzionate dai protagonisti della Cremo prima di Pea, poi di Rossitto e infine di Attilio Tesser. 

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato la classifica finale (visibile cliccando qui): 134 lettori del nostro portale hanno espresso la propria preferenza e ben 69 di essi (51%, più del doppio) hanno scelto di premiare il tiro al volo spettacolare di Michele Cavion che ha deciso la partita dello scorso ottobre in casa contro l'Olbia. Sul podio anche Pasquale Maiorino per il destro da fuori contro il Sudtirol in una gara dello scorso campionato e Simone Pesce per il preciso mancino contro il Renate alla 2° giornata della stagione corrente. 

Dopo i nostri, di ringraziamenti, arrivano oggi anche quelli dello stesso centrocampista grigiorosso scuola Juve: un contributo video direttamente dal Centro Sportivo "Giovanni Arvedi" per sì ringraziare Voi lettori che gli avete concesso l'onore di arrivare in cima a questa speciale classifica, ma anche per salutarci tutti in vista della ripresa del campionato, prevista per domenica.

 

 

 

 

 

 

 

Il Foggia Calcio saluta Stefano Padovan che torna alla Juventus, da dove era arrivato in estate con la formula del prestito temporaneo, per trasferirsi al Pordenone. All’ormai ex attaccante rossonero vanno i migliori ringraziamenti da parte del Foggia Calcio per tutto quello che ha dato alla causa rossonera - 3 gol in campionato contro Andria, Siracusa e Monopoli e 2 in Coppa Italia di Lega Pro contro la Juve Stabia – e gli auguri di grandi soddisfazioni per il prosieguo della sua carriera.   

Area Comunicazione Foggia Calcio - 

 

 

 

 

 

 

 

Il Bassano continua a perdere pezzi. Dopo Cenetti, Barison e Rantier (fuori rosa), sono vicine anche le cessioni di Falzerano e Proietti. Il primo sempre più vicino al Venezia, il secondo corteggiato in serie B e A (il Pescara si è fatto avanti). Intanto è già a disposizione di mister D’Angelo il nuovo centrocampista Zibert.

padovasport.it

 

 

 

 

 

 

 

 

Lecce - Anche la Ternana sulle tracce di Cristian Ledesma: secondo quanto riferito da Sky Sport 24, il club umbro avrebbe fatto un tentativo per arrivare al centrocampista, accostato anche al Lecce.

 

 

 

 

 

 

Il Modena F.C. comunica di aver ceduto all' US Vibonese Calcio,  a titolo temporaneo, il difensore Filippo Minarini .

 

 

 

 

 

 

 

La gara tra Como e Giana Erminio, che si disputerà domenica 22 gennaio, è stata ulteriormente anticipata alle ore 14:30, per le nevicate previste tra la serata di domenica e la giornata di lunedì che andranno a investire la città di Como

 

 

 

 

 

 

 

 

Casertana - La Lega,  a ratifica degli accordi intercorsi tra le società interessate, ha disposto che la gara indicata in oggetto SABATO 21 GENNAIO 2017, Stadio “Alberto Pinto”, Caserta, abbia inizio alle ore 14,30,  anziché alle ore 20,30.

 

 

 

 

 

 

 

 

Andria - Prima manovra ufficializzata in uscita. Come riporta un comunicato ufficiale: "la Fidelis Andria informa di aver ceduto, a titolo definitivo, il cileno Ovalle Adolfo Andres alla Sambenedettese. La società ringrazia il calciatore per la professionalità dimostrata e gli augura il meglio per il suo futuro calcistico".

Il classe '97 ha collezionato 1 sola presenza (e 8 panchine) con la squadra di Favarin nel match di Coppa Italia Lega Pro perso ai rigori contro il Foggia lo scorso 9 novembre. 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scintille al Pro Piacenza, remano solo Burzoni e Pea?
Piacenza - Con l’arrivo in rossonero di Gianluca Barba il mercato del Pro Piacenza, almeno in entrata, è da considerarsi chiuso. Alla cena di Natale del mese scorso Fulvio Pea aveva chiesto tre giocatori, due difensori e un centrocampista, e il presidente Alberto Burzoni ha esaudito le richieste del tecnico in cui ripone la massima fiducia - a scanso di equivoci si possono ricordare le parole di ottobre alla squadra: «Con Pea arriviamo fino a fine stagione». Nel reparto arretrato sono arrivati l’esterno sinistro Bianco e il centrale Belotti, in mediana è stato preso Barba (oggi primo allenamento, giovedì mattina firmerà l’accordo) mentre l’attacco può considerarsi al completo.


Nello specifico sono arrivati due giocatori, Bianco e Barba, che consentiranno a Pea di tornare al 4-3-3, progetto tattico avviato a luglio e abbandonato in autunno quando, più del gioco, servivano i punti. Domenica si riparte in casa della Cremonese, mercoledì c’è il recupero col Siena e il 29 gennaio al Garilli arriva l’ambiziosa Olbia, protagonista di un buon mercato in cui ha dimostrato la volontà di centrare l’ingresso ai playoff. Tre partite delicate che, nel caso di scarso raccolto, potrebbero complicare notevolmente il cammino dei piacentini.


Le difficoltà però non sono solo sul campo, quest’anno il Pro Piacenza sta vivendo momenti turbolenti anche - e soprattutto - fuori dal rettangolo di gioco. In estate le diversità di opinioni tra Burzoni e il ds Francani (per la panchina aveva scelto Javorcic) avevano rischiato di portare al divorzio poi rientrato, scintille proseguite in autunno quando Pea, a chi parlava apertamente di «squadra da parte sinistra della classifica» rispose «qualcuno non guarda in faccia alla realtà».
C’è stato poi lo spinoso caso del difensore Luca Piana, uscito per una botta all’anca dopo la gara di Coppa contro la Giana e mai rientrato. Fulvio Pea ha sempre detto di non aver più convocato il giocatore perché risultava indisponibile nonostante l’ok dei medici ad allenarsi, Piana ora è all’Alessandria e sta benone: è chiaro che qualcosa non ha funzionato ma una cosa è certa, Pea non aveva messo il giocatore fuori rosa, al contrario era Piana a non essere mai disponibile. La cessione di Cavalli al Como, fiore all’occhiello del mercato a cui erano state consegnate le chiavi del gioco, è passata sotto l’uscio ma fonti vicino al club parlano di feeling mai sbocciato tra l’ex Cuneo e lo spogliatoio dei rossoneri e, anche qui, c’è da smentire il “presunto” litigio con Pea che invece ha mantenuto un buon rapporto col regista.


Ultimo in serie è l’allontanamento del vice allenatore Stefano Parmigiani, si è letto per «diversità di vedute tra lui e Pea» e si parla di un faccia a faccia tra Parmigiani e il presidente Burzoni che lo ha mandato via dal campo di allenamento due giorni fa. Il motivo? Le aperte e palesate - all’ambiente - critiche alle scelte tecniche e tattiche dell'allenatore.
Insomma, la sensazione è che al Pro Piacenza ci siano Burzoni e Pea che remano in una direzione ma parte dell’ambiente (quella che non ha mai digerito l’arrivo di Burzoni al vertice della società?) invece va in quella opposta e con questi presupposti la corsa alla salvezza si può davvero complicare.



Potrebbe interessarti: http://www.sportpiacenza.it/calcio/lega-pro/pro-piacenza-burzoni-pea.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/sport.piacenza

 

 

sportpiacenza.it

 

 

 

 

 

 

La Casertana F.C. comunica di aver risolto consensualmente l’accordo con il calciatore Massimiliano Carlini. A Massimiliano va il ringraziamento per la grande professionalità messa a disposizione della nostra società e il prezioso lavoro svolto per il bene dei colori rossoblu.

“Sono stati sei mesi belli ed intensi – ha commentato Massimiliano Carlini – Ho avuto il piacere di far parte di un grande gruppo di lavoro e di essere accolto con grande calore dalla città di Caserta.  Ringrazio la società, lo staff tecnico e i miei compagni di squadra. Purtroppo nel mondo del calcio capita di dover interrompere a metà il percorso. Con la società abbiamo deciso di separare le nostre strade con assoluta lealtà e trasparenza”.