Le news non firmate arrivano direttamente dai siti ufficiali delle rispettive società. Grazie.

   

 

AVELLINO: CAPUANO RILEVA IGNOFFO

Tanto tuonò che piovve. L'arrivo di Capuano sulla panchina dell'Avellino

sembrava cosa fatta già questa estate; poi il ds Di Somma sondando

l'umore della piazza non favorevole al tecnico nato nella provincia di

Salerno optò per 2 ex lupi che mai avevano allenato a questi livelli,

ossia Ignoffo e Cinelli.

Per loro dopo il traumatico 3-6 incassato dal Catania ben 3 vittorie

consecutive che avevano illuso di una favola a lieto fine; invece a

seguire la squadra perde la via del gol e totalizza un solo punto in

5 partite. L'esonero di Ignoffo pare inevitabile ma le limitazioni del

budget sembrano di nuovo frenare l'arrivo di Capuano.

Invece la situazione si sblocca con il benestare del tribunale (che tiene

sotto sequestro il patrimonio Sidigas) e da Domenica prossima

comincerà l'era Capuano sulla panchina biancoverde.

Per il girone C è già il 7° cambio di panchina, un terzo delle squadre!

C.Bruno

 

 

 

 

 

 

 

 

Bisceglie - Prima sconfitta sulla panchina del Bisceglie per Sandro Pochesci sul campo della Viterbese. Queste le dichiarazioni, riportate da TuttoCalcioPuglia, del tecnico della formazione pugliese. "Il nostro percorso sarà difficile, di sofferenza. La squadra è giovane, deve imparare a lavorare durante la settimana. Oggi avevamo una grande occasione visto che la Viterbese era un po' rimaneggiata, un ragazzino che io ho seguito dal Frosinone oggi ha deciso la partita ma penso che la Viterbese ha meritato la vittoria. Nel primo tempo abbiamo avuto due o tre situazioni che abbiamo sbagliato, però fa parte del percorso di crescita di questa squadra che prima giocava in un modo ora gioca in un altro. Il campionato è lungo, è duro e noi dobbiamo guardare le sette otto squadre che dobbiamo cercare di mettere sotto di noi in classifica. Penso che la Viterbese al completo sia una squadra da quinto sesto posto. È una squadra solida con giocatori importanti, e quando hai già dei giocatori forti e un'idea di gioco ti puoi ritagliare un buono spazio in questo campionato. La C di quest'anno? È più difficile perché si è alzata molto la qualità. L'anno scorso c'erano tante squadre con tanti giovani. Oggi siamo in pochi a giocare con gli under per fare minutaggio".

A.S.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potenza - Una vittoria giunta con la rete di Longo proprio allo scadere che vale la vetta solitaria della classifica per il Potenza. Visibilmente soddisfatto il conferenza stampa il tecnico Giuseppe Raffaele, come riportato da TuttoPotenza, dopo il successo contro il Teramo"Una partita molto difficile, il Teramo ha studiato la partita cercando di bloccare tutte le fonti di gioco, Dettori, Giosa ed Emerson, sono sempre stati dietro la palla e pronti ad approfittare di un nostro eventuale errore, la squadra ha avuto pazienza, solo un paio di volte abbiamo cercato di accelerare la manovra ma non era la cosa giusta da fare e lo abbiamo capito, durante la partita siamo stati bravi. A volte il calcio da e a volte toglie, ci siamo ripresi i due punti di dieci giorni fa, credo che sia una partita che ci lancia verso un mese importantissimo, il segnale che avevo dato ai ragazzi era quello di stare tranquilli e di crederci fino all'ultimo secondo di recupero perchè contro queste squadre bisogna avere pazienza, oggi abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti. Adesso voglio godermi solo questa vittoria e la vetta della Serie C, ce la dobbiamo godere per queste 24 ore e poi prepareremo la partita di domenica prossima".

A.S.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Francavilla - Bruno Trocini, tecnico della Virtus Francavilla, ha analizzato così la vittoria per 6-2 contro la Vibonese. Ecco le sue parole riportate dal portale TuttoCalcioPuglia: "Sono felice per i ragazzi, per la gente e la società, stavamo soffrendo la mancanza di risultati nonostante la squadra rispondesse bene sul campo. Abbiamo sempre giocato con orgoglio e qualità, contro avversari esperti. Oggi siamo stati ripagati in questo periodo non semplicissimo, in cui abbiamo sempre creato tanto. Abbiamo fatto una prestazione importante, l'unica nota negativa sono i due gol arrivati da due penalty, di cui l'ultimo è sembrato eccessivo. Contro la Vibonese non puoi avere cali di concentrazione, non è un avversario contro cui ti puoi rilassare. Anche centrocampisti e difensori in gol? Sono contento, era quello che chiedevo a loro. Gli attaccanti hanno sempre fatto bene fin qui, serviva qualcosina in più dagli altri e oggi son stati bravi".

P.I.

 

 

 

 

 

 

 

Rende - Ancora una sconfitta per il Rende, stavolta contro la Cavese e di misura per la rete di Germinale. Rammaricato in sala stampa il tecnico della formazione calabrese Andrea Tricarico. "I complimenti fanno sempre piacere, sono dispiaciuto e rammaricato perchè i ragazzi si sono impegnati tanto ma ci troviamo a discutere di una partita senza aver conquistato punti. E' un momento difficile. Purtroppo si lavora bene fino alla trequarti ma si raccoglie poco, c'è bisogno di incisività e dell'inserimento al tempo giusto. Siamo mancati di incisività negli ultimi venticinque metri. Vivacqua veniva da dieci giorni di completa inattività e non aveva il ritmo partita, ho preferito partire con Origlio in zona offensiva per ovvi motivi. Morselli è un giocatore che se entra a partita in corso può essere determinante, probabilmente era dispiaciuto per non essere partito titolare e non ha reso per come avrebbe potuto. In questo momento è più importante la testa che il passaggio giusto, si fa fatica ad inserirsi in questo contesto di crescita e di ripresa. Ci stiamo provando in tutti i modi". 

A.S.

 

 

 

 

 

 

 

Sicula -  Solo sei punti raccolti in nove gare. Eppure la Sicula Leonzio ha una giustificazione. Aver affrontato, in questa prima parte di stagione, tutte (o quasi) le big del Girone C di Serie C. I bianconeri hanno esordito contro il Bari, perdendo in maniera più che onorevole. Ko ripetuto anche contro Teramo, Catanzaro e Ternana, prima del pari con la capolista Potenza. Poi un'altra sconfitta contro l'attuale terza forza del torneo, il Monopoli. I siciliani, insomma, a metà campionato hanno affrontato tutte le squadre più forti del proprio raggruppamento, ad esclusione di Catania e Reggina. 

Le prossime due settimane il club di Lentini se la vedrà con i fanalini di coda Rieti e Rende. Due occasioni che il team di mister Grieco non potrà fallire. La fiducia della società verso il mister è tanta anche se, ovviamente, non infinita. Il tecnico dovrà ottenere due risultati positivi contro laziali e calabresi, aiutato anche dai probabili recuperi di Bollino, Ferrini, Cozza, Scardina. Il tutto sempre nel pieno silenzio stampa ordinato da patron Leonardi. Per la Sicula, insomma, è l'ora della verità. Dopo aver affrontato le big, è tempo di risalire in classifica.

S.D.

 

 

 

 

 

 

 

 

 Catania - Un gol da tre punti quello di Andrea Mazzarani nella sfida vinta dal Catania al Massimino contro il Picerno. Queste le dichiarazioni in sala stampa dell'ex Salernitana. "Abbiamo questo vizietto di andare in vantaggio e dare coraggio a squadre come il Picerno, sono contento perchè ci portiamo a casa tre punti fondamentali per noi. Sono felice per il gol al Massimino ma l'importante era portare i tre punti a casa. Sapevamo di incontrare una squadra che ci aspettava, dovevamo muovere la palla velocemente e nel secondo tempo è stato fatto. Cerco di dare il mio apporto in quello che posso dare, sono una persona che dice sempre la verità. Cerco di fargli capire anche a quelli nuovi che questo è un anno importante per tutti, lì davanti ci stanno aspettando".

A.S.

 

 

 

 

 

 

 

Sambenedettese - Prima rete stagionale per Mirko Miceli che ha consegnato i tre punti nel 3-1 della Sambenedettese in casa del Cesena. Lo stesso centrale si è presentato in sala stampa al termine della sfida. "Il secondo tempo è stata bella dura, abbiamo sofferto un pò e siamo stati anche fortunati. Ci siamo difesi bene, da squadra e abbiamo vinto. Il primo tempo è stato tra i migliori della stagione, loro non benissimo e noi abbiamo creato sfruttando le occasioni. Ci sta venire a Cesena e subire un pochino. Non dobbiamo cullarci, questo è il momento di rimanere uniti per rimanere in alto. Pensiamo di partita in partita dando tutto e alla fine tireremo le somme. Il presidente fa bene a crederci, rispetto allo scorso anno è tutt'altra storia. Questo è un campionato difficile e duro".

A.S.

 

 

 

 

 

 

 

La Fermana comunica ufficialmente di aver sollevato dall’incarico della guida tecnica della prima squadra mister Flavio Destro: oltre al tecnico viene sollevato dall’incarico anche il vice Vincenzo Rodia. All'ex tecnico gialloblù e al suo vice vanno i ringraziamenti da parte della società per i traguardi raggiunti nel corso della sua gestione e la professionalità dimostrata durante l’intera gestione stessa.

S.D.

 

 

 

 

 

 

As Gubbio 1910 comunica che dopo un colloquio avvenuto in mattinata con il presidente Sauro Notari il direttore sportivo Giuseppe Pannacci ha rassegnato le proprie dimissioni irrevocabili dal ruolo conferitogli. La società ringrazia il direttore Pannacci per la serietà e la professionalità dimostrata in questi anni e gli augura le migliori fortune per il prosieguo della sua carriera professionale.

A.S.

 

 

 

 Tutta la C "  -  Via Ugo Foscolo , 33 - 27058 Voghera - Pavia -

Copyright © 1999 Quotidiano Sportivo Tutta la C