Le news non firmate sono prese direttamente dai siti ufficiali delle rispettive società. Grazie.


 

 

                                                               VIBONESE - TARANTO 0-2

reti: 31' Magnaghi, 67' Viola

Vibonese: Russo; Usai, Manzo, Sicignano, Sabato; Legras, Chiavazzo, Yabre, Tindo; Favasuli; Saraniti

A disp.: Centrangolo, Mengoni, Giuffrida, Scapellato, Cinquegrana, Lettieri, Buda, Surcae, Di Curzio. All. Costantino

Sostituzioni: 57' Scapellato per Tindo, 76' Surace per Chiavazzo, 90' Lettieri per Usai

Taranto: Maurantonio; Altobello, Stendardo, Pambianchi; De Giorgi, Bobb, Nigro, Sampietro; Paolucci, Magnaghi, Viola

A disp.: Pizzaleo, Bollino, De Salve, Boccadamo A., Cardea, Russo, Balzano, Garcia, Giunta, Lo Sicco, Pirrone, Ranieri. All. Prosperi

Sostituzioni: 64' Balzano per Pambianchi, 79' Lo Sicco per Magnaghi

Arbitro: Meraviglia di Pistoia

Assistenti: Pepe di Ariano Irpino e Vingo di Pisa

Note: Spettatori 400 circa. Corner: 5 a 2 per la Vibonese

Ammoniti: Saraniti (V), Sabato (V), Balzano (T)

VIBO VALENTIA - Seconda vittoria consecutiva per il Taranto, che dopo aver battuto il Melfi in casa martedi scorso per 2 a 0 espugna anche Vibo Valentia con il medesimo punteggio. Per questa sfida il tecnico tarantino Prosperi deve rinunciare all' infortunato Potenza. Sulla sponda opposta mister Costantini deve fare i conti con le assenze di Franchino, Leonetti, Gogliati e Rossetti. Out pure lo squalificato Paparusso. Primi 25 minuti di gioco piuttosto poveri di emozioni. Al 28' si registra il primo sussulto del match, con una incornata di Manzo bloccata in due tempi da Maurantonio. Rispondono i pugliesi con una conclusione dalla lunga distanza di Bobb deviata in corner da Russo. E proprio sul susseguente angolo il Taranto passa in vantaggio con Magnaghi (al 1° centro stagionale) il quale, approfittando di un errato rinvio di Sabato, deposita in rete da due passi. Incassato il gol non si registra una reazione degna di nota dei padroni di casa, con i tarantini che amministrano in relativa tranquillità sino alla fine del primo tempo. La ripresa si apre con una bella conclusione angolata di De Giorgi che sfiora l' incrocio dei pali. Al 64' Paolucci, servito in contropiede da Viola, a tu per tu con Russo, spedisce clamorosamente a lato. Il secondo gol del Taranto è però nell' aria ed infatti al 67' Viola, dopo una bella azione personale, infila Russo con un preciso sinistro. Su questo episodio cala praticamente il sipario sulla gara, con i supporters di casa delusi e amareggiati per l' ennesimo passo falso. COSIMO GALEONE

 

 

 

 

 

 

                                                        UNICUSANO FONDI-VIRTUS FRANCAVILLA 1-1

UNIC. FONDI: Baiocco;  Galasso, Fissore, Bertolo, Squillace; Varone (8’ st D’Agostino),  De Martino, Bombagi; Tiscione (35’ st Addessi), Albadoro (27’ st Iadaresta), Calderini. A disp.: Coletta, Di Sabatino, Battistoni, Guadalupi, Capuano, Tommaselli, D’Angelo, Pompei, Carcatella. All.: Pochesci.

 

 V. FRANCAVILLA: Casadei; Idda, Faisca, Abruzzese; Albertini, Biason, Galdean,  Alessandro, Pastore; Nzola (16’ st Abate), De Angelis (35’ st Triarico). A disp.: Costa, Albertazzi, De Toma, Vetrugno, Gallù, Pino, Salatino, Finazzi. All. Calabro.

Arbitro: Cudini di Fermo (Di Monte-Basile)

Rete: 37’ pt Alessandro (F), 39’ st D’Agostino (Uf)

Note: prima della gara la podista fondana Sonia Notarberardino ha donato al presidente dell’ UnicusanoFondi Stefano Ranucci una targa ricordo ed una copia del suo libro autobiografico “Il mio sorriso… la mia forza”; spettatori un migliaio circa, ammoniti D’Agostino (Uf), Abate (F); recupero 0’ pt, 3’st.

 

Si chiude con un pareggio la campagna di “Puglia” dell’ UnicusanoFondi: sconfitta con la Fidelis Andria sabato scorso, splendida vittoria martedì sera a Foggia, pari ieri pomeriggio in casa con la Virtus Francavilla. Una gara intensa fino alla fine, che i rossoblù hanno riacciuffato nel finale grazie al neo entrato D’Agostino, che ha permesso di impattare l’ iniziale vantaggio ospite.

 

LA PARTITA

Mister Pochesci dà fiducia agli stessi undici che martedì sera hanno vinto a Foggia, confermando Bertolo al centro della difesa al posto dell’ infortunato Signorini, mentre mister Calabro rinuncia allo squalificato Prezioso. La partita non decolla subito, ma entro il primo quarto d’ ora ecco le prime due occasioni vere sono dei rossoblù: al 12’ è Calderini a calciare di destro, servito di Bombagi, ma il pallone termina di pochissimo a lato dando l’ impressione del gol, mentre tre minuti più tardi è Varone, di testa, a mandare fuori di poco. E l’ esterno offensivo è di nuovo assai pericoloso poco dopo  la mezz’ ora, quando chiama Casadei ad una gran deviazione in corner su botta dalla distanza. Ci prova anche Tiscione (para l’estremo difensore in due tempi), ma a sbloccare il punteggio sono gli ospiti: Nzola prende palla sulla trequarti,  serve De Angelis che al limite dell’ area appoggia sulla sinistra ad Alessandro il quale, appena dentro l’ area, batte Baiocco con un fendente che si insacca nell’angolo alto.

LA RIPRESA

Il secondo tempo inizia con l’ Unicusano Fondi subito pericoloso, ancora con Varone, che in elevazione di testa su imbeccata di Galasso manda di poco fuori. I locali alzano il ritmo, e per due volte è Calderini a pungere in maniera importante, senza però trovare la via della rete. Per trovare qualcosa di diverso il tecnico fondano mette in campo anche D’Agostino, inserito alle spalle di Albadoro a comporre un 4-2-3-1. Al 19’ è il palo a dire di no ai laziali: il montante alla destra di Casadei lo colpisce Bombagi, in diagonale rasoterra dal limite su assist di Calderini. I pugliesi pungono in contropiede, ancora con Alessandro (palla alta in corsa), ma il tema della gara non cambia. Ed a sei minuti dalla fine ecco il pareggio rossoblù, firmato D’Agostino. Il numero dieci si fa trovare pronto al comodo appoggio ravvicinato su assist basso di Squillace, felicemente imbeccato da Calderini. Il finale è tutto rossoblù (Bertolo non arriva su un pallone vagante a centro area), ma il risultato rimane di parità sino al fischio finale. Ed il risultato di Via Salerno non può che accontentare tutti.

 

 

 

 

 

                                                                    J.Stabia - Akragas 1-0

 

Ottavo successo casalingo della J.Stabia che batte l' Akragas per 1 a 0 con Kanoute match winner. Importante vittoria delle Vespe apparse un po' stanche nella ripresa. Akragas sulle sue nel primo tempo ma nella ripresa i siciliani cercano di rispondere al vantaggio locale ma senza grande costrutto .
Turn over nella J.Stabia considerando che gli stabiesi saranno di nuovo in campo a Matera per il recupero del match sospeso per nebbia due settimane fa partendo dall ' 1 a 1 con 52 minuti da giocare iniziando dal 38' del primo tempo. Assente Atanasov nella difesa stabiese per squalifica. 
Akragas con il 3-5-2 con gli ex Carillo e Gomez tra gli undici titolari. 
Partita a ritmi bassi nei primi dieci minuti,  solo un sussulto della J.Stabia che al 10' reclama un rigore per un fallo in sandwich su Ripa da parte di due difensori siciliani in chiusura.  Al 11' gran tiro dalla distanza di Izzillo ed il portiere Pane salva. Al 14' l'Akragas risponde su punizione con l' ex Gomez, palla di poco fuori. Al 19' ci riprova Izzillo dalla distanza, il suo tiro pericoloso viene deviato in corner da Caze' Thiago. Al 29' l ' Akragas cerca il  contropiede con Sepe che spara alto dalla distanza dopo l'uscita dalla portiere di Russo in chiusura su Gomez. Al 32' Ripa se ne va in area siciliana,  viene ostacolato da Caze' Thiago ma l ' arbitro non ravvede gli estremi del calcio di rigore. Spinge la J.Stabia : al 37' cross di Sandomenico da sinistra ma Marotta non è preciso sotto porta. Al 41' Cancellotti prova da fuori con palla di niente fuori alla sinistra del portiere. Al 45' grande  azione di Marotta con tiro a giro di sinistro con palla di poco fuori alla destra di Pane. Finisce il primo tempo sullo 0 a 0 : J.Stabia che ha il pallino del gioco in mano ma non riesce a concretizzare. Akragas chiuso nella propria metà campo con qualche sortita in ripartenza. 
Cambio nella J.Stabia ad inizio ripresa: fuori Sandomenico dentro Kanoute. Al 5' passa la J.Stabia : cross di Cancellotti dalla destra in area per Kanoute che la mette dentro con la difesa siciliana in bambola. 
Al 12' Ripa si divora una grande occasione su cross di Kanoute dalla sinistra, il suo colpo di testa in area è impreciso. Al 29' Marotta se ne va in dribbling ai limite dell ' area siciliana ma il suo tiro è velleitario. Squadre ora stanche nell' ultimo quarto d'ora. Nel finale Kanoute spreca il 2 a 0 con tiro ribattuto in area .
Finale 1 a 0 per la J.Stabia. 


Tabellino 
J.Stabia  (4-3-3): Russo; Cancellotti, Camigliano (21' st Liotti), Morero, Lisi; Izzillo , Zibert, Esposito (36' st Mastalli ); Marotta, Ripa, Sandomenico ( 1'st Kanoute ). A disposizione : Bacci, Capodaglio, Kanoute, Del Sante, Liotti, Salvi, Petricciuolo,  Mastalli, Rosafio, Montalto. All. : Fontana 
Akragas  (3-5-2): Pane; Caze' Thiago, Carillo, Russo; Zanini, Pezzella, Palmiero (45' st Coppola ), Salandria, Sepe  (23'st Leveque ); Gomez,  Salvemini. A disposizione : Addario, Cocuzza,  Assisi,  Riggio, Longo, Coppola,  Leveque,  Garcia. All. : Di Napoli 
Arbitro : Ranaldi di Tivoli
Guardalinee : Vono - Cartaino 
Marcatori : 5' st Kanoute  (J)
Ammoniti : Russo (A), Cancellotti  (J), Lisi (J ), Palmiero  (A)
Note : spettatori  1296 (abbonati 772) per un incasso totale di 10.616 euro  . Angoli 6-0. Recupero 1'pt - 3'st 

Domenico Ferraro 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                Monopoli -Matera

MONOPOLI (4-4-2): Mirarco, Mercadante, Esposito, De Vito, Bei, Balestrero, Sounas, Nicolini, Pinto, Genchi, Montini.

A disposizione: Pellegrino, Cassano, Ferrara, Padalino, Franco, Forbes, Viola, Mavretic, , D’Auria, Gatto.

Allenatore: Zanin.

 

 

MATERA (3-4-3): Alastra, Mattera, De Franco, Ingrosso, Meola, Iannini, Armellino, Casoli, Carretta, Negro, Strambelli.

A disposizione: Bifulco, D’Egidio, Piccinni, Gigli, Scognamillo, De Rose, Louzada, Sartore, Infantino, Dellino.

Allenatore: Auteri.

 

ARBITRO: Daniele Viotti (Tivoli).

PRIMO ASSISTENTE: Fabio Tribelli (Castelfranco Veneto).

SECONDO ASSISTENTE: Nicola Badoer (Castelfranco Veneto).

 

SECONDO TEMPO

50 - GAME OVER AL VENEZIANI: 3-1 PER IL MATERA: Nel prossimo turno, la diciannovesima giornata, l’ultima del girone di andata, il Matera affronterà il Melfi sabato pomeriggio alle ore 18.30 al XXI Settembre. Il Monopoli, invece, sarà ospite ad Agrigento per poter affrontare l’Akragas: fischio d’inizio alle ore 14.30. Amici di TuttoMatera.com, anche per questa sera, dallo stadio Vito Simone Veneziani di Monopoli, da parte di Roberto Chito è tutto. Grazie a tutti voi per aver seguito il live match di Monopoli - Matera e di aver seguito le emozioni della partita su TuttoMatera.com. Restate sintonizzati sul nostro portale: a breve, contributi a caldo sul match, con sala stampa, pagelle e tanto altro ancora.

49 - Terzo corner per i biancoverdi in questo match.

48 - Ma l’altro ex di lusso è sicuramente Giuseppe Genchi. L’ex attaccante biancoazzurro che a giugno ha avuto un dialogo con il club di Columella per poter trattare un possibile ritorno. Poi, non se ne fece nulla. E così, dopo aver salutato Taranto, Genchi ha deciso di indossare la maglia del Monopoli, anche se in mano si era trovato davvero delle numerose offerte, anche da club di Serie D. L’attaccante barese, con la maglia biancoazzurra ha vissuto solamente sei mesi nel 2009, scendendo in campo 14 volte e andando a segni 9 volte.

47 - Quinto cartellino giallo nelle fila del Monopoli: ammonito Bei.

46 - Nono corner per i biancoazzurri in questo match.

45 - Saranno quattro i minuti di recupero in questo secondo tempo.

43 - Gli altri due, sono nelle fila biancoverdi. A cominciare dal più recente: Mario Mercadante, che in biancoazzurro ha solamente giocato in Coppa Italia di Lega Pro, non scendendo mai in campo in campionato. Solamente sei mesi è durata la sua avventura nella Città dei Sassi. Perché poi, l’allora esterno del Bari fu ceduto in prestito al Savoia.

42 - Ottavo corner per i biancoazzurri in questo match.

41 - Ultimo cambio per il Monopoli: esce Nicolini, entra Forbes.

40 - Sono tre gli ex della sfida di questo pomeriggio al Veneziani. Sicuramente, tutti i riflettori dei tifosi biancoverdi sono su Nicola Strambelli, ex di lusso che ritrova di fronte la sua ex squadra. Era già capitato ai tempi della Fidelis Andria, sia in Serie D, sia in Lega Pro, l’anno scorso. E domani, la storia si ripeterà. Strambelli, ritrova di fronte la sua ex squadra con la quale ha vinto un campionato di Eccellenza e la Coppa Regionale della Puglia. Strambelli, con la maglia biancoverde ha giocato ben 37 partite con 9 reti.

37 - L’anno scorso, il Matera, guidato da Padalino in panchina riuscì a ritrovare la vittoria dopo molti anni di digiuno. A decidere la sfida del Veneziani furono le reti realizzate da Letizia e Carretta.

36 - Secondo cambio anche nel Monopoli: esce Genchi, entra Gatto.

31 - La stagione precedente, però, ai biancoazzurri andrò addirittura peggio. Al Veneziani, fu la formazione di casa a conquistare i tre punti. Biancoazzurri in vantaggio con Cardore, prima della rimonta firmata da Lacriola e, guarda caso Strambelli, che nel segnare al Matera non ci ha mai perso gusto.

29 - Ultimo cambio per i biancoazzurri: esce Casoli, entra Gigli che si posiziona sulla fascia sinistra.

26 - Ammonito Pinto nelle fila biancoverdi. Intanto Auteri effettua il secondo cambio: esce Negro, entra Louzada.

24 - RETE! RETE! RETE! TRIS DEI BIANCOAZZURRI - Meola firma la terza rete dei biancoazzurri. Tre a uno per la formazione di Auteri che in questo momento mette al sicuro il risultato.

22 - Primo cambio anche per Zanin: esce Balestrero, entra Mavretic.

21 - L’altro precedente, sicuramente, il più ricco di emozioni e di reti risale ad inizio novembre del 2013. Il Matera, da pochi giorni aveva cambiato allenatore. All’esonerato Cosco, successe Toma. I biancoazzurri, nel primo tempo conclusero il match con due reti di vantaggio. Nella ripresa, il ritorno dei biancoverdi con la rete di Montaldi e il pareggio di Lanzillotta sul gong finale.

18 - Primo cambio per Auteri: esce Strambelli, entra De Rose. Biancoazzurri che passano al 3-5-2.

15 - Secondo corner per i biancoverdi in questo match.

14 - Primo calcio d'angolo per il Monopoli in questo match.

12 - Il primo, nella stagione 2005-06, quando biancoverdi e biancoazzurri si divisero la posta in palio: il match terminò uno a uno.

07 - RETE! RETE! RETE! IL MONOPOLI LA RIAPRE - La dura legge dell'ex: Genchi riapre i giochi ad inizio ripresa per i biancoverdi. Adesso si che comincia un altro match.

06 - Biancoverdi e biancoazzurri, si sono affrontati diverse volte negli anni Duemila. Diverse, sono state le sfide in Serie D.

01 - Nessun cambio effettuato in questa ripresa dai due tecnici. Zanin e Auteri sono scesi in campo nella ripresa con gli stessi undici con il quale hanno incominciato il match.

00 - Riprende il match allo stadio Veneziani. Calcio d'avvio affidato ai padroni di casa.

 

PRIMO TEMPO

48 - Duplice fischio al Veneziani: Matera avanti 2-0 sul Monopoli. Al momento decidono le reti di Armellino e Iannini.

47 - Il Monopoli, invece, è tornato dalla trasferta di Catania con una sconfitta: 4-1 è terminata per la formazione rossoazzurra.

46 - Settimo corner peri biancoazzurri in questo match.

45 - Saranno tre i minuti di recupero in questo primo tempo.

43 - Nell’ultimo match, il Matera ha visto sulla Casertana per 4-2. Le sei reti del match sono state realizzate tutte nel secondo tempo, dopo una prima frazione di gioco avara di emozioni.

41 - Biancoazzurri e biancoverdi, incontreranno il fischietto laziale per la prima volta in assoluto.

40 - Ancora giallo nelle fila monopolitane: giallo per De Vito.

38 - Altro giallo in questo match: ammonito Esposito nelle fila biancoverdi.

36 - Al Veneziani, arbitra il signor Viotti di Tivoli. Il direttore di gara, sarà coadiuvato nella direzione del match dai due assistenti di linea Fabio Tribelli e Nicola Badoer, entrambi della sezione arbitrale di Castelfranco Veneto.

33 - Il Monopoli, invece, partito con un budget ridotto e con obiettivi di un torneo tranquillo, nelle prime giornate ha sorpreso davvero tutti, inserendosi in piena zona play off. Ora, la formazione di Zanin ha rallentato la marcia, accusando una flessione.

29 - RETE! RETE! RETE! RADDOPPIO DEI BIANCOAZZURRI - In gol ci va il capitano, Gaetano Iannini. Una rete bellissima quella del centrocampista biancoazzurro che porta a due le reti dei materani.

25 - Situazione completamente diversa per le due formazioni. Il Matera, è in piena lotta per un posto in Serie B, insieme a Lecce, Foggia e Juve Stabia, in un campionato a parte.

23 - Pareggiato il conto degli ammoniti: giallo per Balestrero.

22 - Biancoverdi e biancoazzurri, scendono in campo per la diciottesima giornata del Girone C di Lega Pro, il penultimo turno di questo girone di andata.

20 - Primo giallo del match: ammonito Carretta nelle fila biancoazzurre.

19 - C'è anche il sesto tiro dalla bandierina. Questo dimostra il dominio territoriale dei biancoazzurri.

18 - Arriva anche il quinto corner per i biancoazzurri.

17 - E sono quattro. Ancora un altro corner per la formazione di Auteri.

16 - Altro corner per i biancoazzurri: è il terzo di questo match.

13 - RETE! RETE! RETE! MATERA SUBITO IN VANTAGGIO - La sblocca Armellino, biancoazzurri subito avanti al Veneziani. Meglio non poteva cominciare per la formazione di Auteri. Subito in gol Armellino che sblocca la sfida.

12 - Altro corner dei biancoazzurri: il secondo di questo match.

08 - Padroni di casa in completa tenuta bianca. Matera in maglia azzurra e calzoncini blu scuro.

05 - Pronti via e c'è subito il primo calcio d'angolo: è in favore dei biancoazzurri.

00 - Parte il match al Veneziani. Calcio d'avvio affidato ai biancoazzurri.

 

 

 

 

 

 

 

Cremonese - A differenza di mister Tesser, l'arbitro Francesco Guccini di Albano Laziale - direttore di gara di Lucchese-Cremonese - non considera il centrocampista Davide Moro una persona troppo sensibile. Stando a quanto riportato dal Giudice Sportivo, infatti, il classe '82 avrebbe adottato un comportamento reiteramente minaccioso e offensivo nei confronti del direttore di gara, e per questo gli sono stati inflitti quattro turni di squalifica. Questo significa che tornerà a disposizione nel nuovo anno, quando si giocherà la terza giornata di ritorno nel weekend del 22 gennaio (a meno di ricorsi da parte della società grigiorossa).

 

 

 

 

 

 

 

PEVERELLI, CRISPINO E DAMIAN VI ASPETTANO ALLA CITTA' DEI BALOCCHI!

Si comunica che alle ore 18 saranno presenti a "Casa Como", la stand ufficiale del Como presente alla Città dei balocchi, Andrea Peverelli, Filippo Damian e Diamante Crispino. I tre giocatori saranno a disposizione di tutti i tifosi per scattare delle foto, firmare autografi e rispondere alle loro curiosità fino alle ore 19. 

Inoltre solo durante la loro presenza avrete la possibilità di acquistare la t-shirt per il tempo libero, la maglia e i pantaloncini da gara con il 20% di sconto, un'ottima idea per i regali natalizi! 

Vi aspettiamo numerosi!

 

 

 

 

 

 

 

Il Parma Calcio 1913 comunica che, in occasione della partita casalinga dii campionato in calendario domenica 11 Dicembre contro il Teramo (fischio di inizio: ore 14.30), le autorità competenti hanno autorizzato ad applicare il programma ministeriale ‘Porta un amico allo stadio’, che consente

L’iniziativa è valida per ogni settore dello stadio Ennio Tardini in prevendita sul circuito Listicket (on line e nelle ricevitorie) e ai botteghini il giorno della gara, che consente a un titolare di Tessera del Tifoso-Fidelity Card di comprare un titolo di ingresso per una persone che non è in possesso di TdT)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Modena - La Lega Italiana Calcio Professionistico di Firenze con Comunicato Ufficiale n. 96-div di data odierna, ha deliberato, vista la richiesta avanzata dal Modena F.C., in relazione ad esigenze organizzative, a ratifica degli accordi intercorsi tra le società interessate, che la gara MODENA-GUBBIO valida per la 19^ giornata del Campionato Nazionale Divisione Unica Lega Pro Girone B venga anticipata a Sabato 17 Dicembre 2016, Stadio "Alberto Braglia", con inizio alle ore 14,30. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Piacenza senza il portiere Pelizzoli per la gara di domenica pomeriggio (16.30) al Garilli contro il Pontedera. Il numero 1 biancorosso - che mercoledì ha lasciato il campo al 45’ - ha infatti rimediato un problema muscolare che sarà chiarito nelle prossime ore con l’ecografia (prevista sabato) e molto probabilmente non figurerà tra i convocati. Per il resto tutta presente la truppa, con Pergreffi che si candida a tornare titolare nel pacchetto difensivo anche se qui Abbate dà ampie garanzie mentre sulla destra c’è il solito ballottaggio tra Sciacca e Di Cecco col primo favorito sul secondo.
In attacco Razzitti dovrebbe riprendere il suo posto tra Matteassi e Franchi, a centrocampo Cazzamalli parte in vantaggio su Barba.
Pontedera che si presenta a Piacenza, invece, nel suo momento migliore da inizio stagione. I toscani sono reduci dal pareggio con la Carrarese, più generale arrivano da cinque risultati utili consecutivi (3 vittorie e 2 pareggi) dove spiccano le vittorie in casa contro l’Arezzo e quella in trasferta sul campo della Giana Erminio, due formazioni che sono nella zona playoff.

 

 

 

 

 

 

 

DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
Il Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito dal Rappresentante dell'A.I.A. Sig. Roberto Calabassi, nella seduta del 9 Dicembre 2016 ha adottato le deliberazioni che di seguito integralmente si riportano:

AMMONIZIONE CON DIFFIDA (IV INFR)
DI FILIPPO NICOLAS (SAMBENEDETTESE S.R.L.)
LULLI LUCA (SAMBENEDETTESE S.R.L.)

AMMONIZIONE (III INFR)
MORI DANIELE (SAMBENEDETTESE S.R.L.)

AMMONIZIONE (I INFR)
RADI ALESSANDRO (SAMBENEDETTESE S.R.L.)

Lulli e Di Filippo si aggiungono ai già diffidati Di Pasquale e Sabatino.

Ufficio Stampa
S.S. Sambenedettese

 

 

 

 

 

 

 

Albinoleffe - Dopo il prezioso punto ottenuto contro il Pordenone, quest'oggi alle ore 15 presso il Centro Sportivo U.C. AlbinoLeffe di Zanica la Prima Squadra bluceleste ha ripreso l'attività in vista del prossimo impegno casalingo contro il Venezia di Filippo Inzaghi.

Massimiliano Alvini fa la conta degli indisponibili: oltre ai lungodegenti Coser, Loviso e Cortellini, si aggiungono alla lista Riccardo Moreo, affetto da un forte attacco febbrile, e Davide Mondonico, uscito malconcio dalla prova del Bottecchia.

Salterà il match dell'Atleti Azzurri anche lo squalificato Anastasio.

Il tecnico toscano cercherà di recuperare in extremis l'attaccante classe 1997 Simone Minelli, ancora febbricitante, e il difensore Edoardo Scrosta.