Le news non firmate sono prese direttamente dai siti ufficiali delle rispettive societa'.Grazie.

 

 
                

 

AREZZO - Si è tenuta  la conferenza stampa del Mister Eziolino Capuano in vista della partita di sabato contro il Feralpi Salò, ha parlato degli indisponibili, degli avversari e delle possibili varianti tattiche che potrà adoprare sabato.
 
“Indisponibili? Carcione lo stiamo tenendo a riposo da lunedì, domani mattina farà l’ecografia sperando che non sia nulla di grave, se lo dovessi recuperare valuterò se farlo partire dall’inizio oppure impiegarlo in corso di partita.
Morga invece è clinicamente guarito, si sta allenando con la squadra, sicuramente non avrà i 90 minuti nelle gambe. Millesi queste due settimane gli sono servite molto per recuperare, adesso atleticamente è un altro giocatore che ci darà una grossa mano sia a livello difensivo sia offensivo.
L’assetto tattico resterà quello che la squadra conosce meglio, quando ho proposto il 3-4-1-2 in casa contro il Pordenone non mi è piaciuto affatto e me ne sono pentito dopo pochi minuti.
Cucciniello ieri in amichevole ha fatto molto bene, se Carcione non ce la dovesse fare partirà sicuramente lui dall’inizio.
Anche coppola sta crescendo sempre più, è un giocatore forte che si merita di partire titolare, sto valutando…
Domani giochiamo in casa, con i nostri tifosi, speriamo di vincere il sorteggio e di giocare il secondo tempo sotto la curva che ci darà una grande carica per riuscire a segnare e vincere la partita.
I miei giocatori andrebbero in campo anche zoppi, per la società, per la squadra ma soprattutto per i tifosi, ci teniamo a far bene di fronte al nostro pubblico.
Il Feralpi Salò è una squadra che concede molto, giocano spesso sulla parte destra dove il giovane Fabris è molto forte ad inserirsi, davanti hanno degli ottimi attaccanti, propongono un calcio che ha dei vantaggi ma anche degli svantaggi
L’assenza di Pinardi sicuramente gli creerà delle mancanze, dato che ogni schema sui loro calci piazzati partono dai suoi piedi.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CASTELLAMMARE DI STABIA – E’ di Francesco Nicastro il volto più sorridente di metà settimana, in casa della Juve Stabia. L’attaccante siciliano di Campofranco è stato il match-winner nella gara di Coppa Italia di Lega Pro, vinta per 3-2 a spese dell’Ischia. Una sfida dura e difficile, anche oltre il previsto, quella che ha consentito ai gialloblé di passare al turno successivo della competizione tricolore. E Nicastro ci ha messo del suo, realizzando una doppietta che, insieme al sigillo di capitan Caserta, ha ribaltato lo 0-2 iniziale.

“Segnare due gol è sempre bellissimo a prescindere dalla competizione. – afferma Nicastro in sala stampa – Venivo da uno stop di due settimane per infortunio e giocare novanta minuti è stato probante, in ogni caso il peggio è passato e vado verso un recupero completo. Più in generale, l’intero ambiente è carico per l’ottimo stato di forma e di rendimento che sta avendo la squadra, ma è saggio mantenere i piedi saldi a terra. Siamo consci delle nostre qualità e sappiamo di poter dare filo da torcere a tutti, però il cammino da compiere è ancora lungo, quindi guai a rilassarci o ad illuderci di essere già arrivati”.

Nelle file della Juve Stabia, contro l’Ischia, ha poi debuttato in difesa un altro innesto di fine mercato estivo, vale a dire il difensore di fascia destra Davide Ferrara: “Sono felicissimo – ha detto – per l’esordio davanti al pubblico di Castellammare, il “Menti” fa sempre sentire il suo calore e mercoledì l’ho percepito anche dal rettangolo di gioco, fortunatamente poi la gara è finita nel migliore dei modi con una nostra reazione di gran carattere dopo le incertezze dell’avvio. Più spazio in campionato? Spero di averne la possibilità e di dare una mano ai miei compagni ed all’allenatore per confermare la scia positiva del team anche in futuro. Al di là di tutto, l’importante è dare il massimo in allenamento, poi sta al mister fare le sue scelte”.

In sala stampa spetta, poi, a mister Pippo Pancaro completare il giro di interventi dopo aver ottenuto il “pass qualificazione” a spese dell’Ischia. L’allenatore gialloblé ha effettuato un ampio turn over, avendo ragione di un avversario ostico al culmine di una partita rivelatasi emozionante fino alla fine.

“In Coppa – afferma Pancaro – ho dato spazio a tanti ragazzi che fino a ora avevano giocato veramente poco insieme, anche per questo è comprensibile la fase di sbandamento iniziale nella quale abbiamo subìto due reti, poi l’intesa è cresciuta e abbiamo avuto la forza di ribaltare il risultato, nel complesso sono pienamente soddisfatto della gara disputata dai miei uomini, che hanno meritato la vittoria”.

Specialista in rimonte, la Juve Stabia, a detta del suo stesso allenatore, deve comunque cercare di cambiare registro, per non rischiare a lungo andare di concedere troppo spago ai rivali di turno.

“Ovviamente – conclude il mister delle Vespe – quella di ritrovarci puntualmente in svantaggio non deve diventare una nostra caratteristica, già sto apprezzando dei progressi sensibili in questo senso da parte del gruppo e ci sono tutti i presupposti per migliorare ancora questo aspetto in vista dei prossimi impegni”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ISCHIA – Il derby con la Paganese per rinascere e, allo stesso tempo, per dare credito ad un progetto che rischia di naufragare in caso di nuovo risultato negativo tra le mura amiche del “Mazzella”. L’Ischia si lecca le ferite dopo la sconfitta in Coppa Italia di Lega Pro in quel di Castellammare: non solo brucia la rimonta subita (da 0-2 a 3-2) da parte dei padroni di casa, a preoccupare il tecnico Antonio Porta sono anche i due infortuni occorsi ad Alan Empereur e ad Antonio Schetter, che sono usciti malconci ed anzitempo dal rettangolo verde del “Romeo Menti”. Pedine titolari dello scacchiere gialloblù, il difensore mancino ed il fantasista potrebbero saltare gli impegni di campionato e, dunque, creare qualche ulteriore grattacapo al tecnico, che purtroppo non gode più di un buon feeling con la tifoseria. Parte dei supporters isolani ha contestato di recente le prove opache dell’Ischia, che specie col Foggia in casa ha offerto una prestazione ben al di sotto delle aspettative; la buona gara disputata in quel di Catanzaro, purtroppo, non è stata surrogata da un risultato positivo e la sconfitta in terra calabrese ha rimesso sul ciglio del burrone la compagine di Porta.

Ecco quindi che il match contro la Paganese, anch’essa bisognosa di punti per ritornare in linea di galleggiamento rispetto alle prospettive stagionali, diventa una sorta di bivio stagionale essenziale per capire in quale direzione procederà il campionato dei gialloblù. E, d’altra parte, la società guidata dal presidente Pino Taglialatela deve trarre delle valutazioni sull’attuale momento vissuto dalla squadra in campionato. Alcuni supporters hanno invitato il massimo dirigente del sodalizio ischitano a cambiare il “manico”, ma in questo momento della stagione – francamente – non si comprenderebbe il motivo di una scelta simile, visto che la squadra – pur se tra mille difficoltà – ha dimostrato di possedere una propria identità. A difettare in questo primo scorcio stagionale è piuttosto la concretezza di alcune giocate, che – venendo a mancare il “pane quotidiano” del calcio che è il gol – procura scompensi all’intera struttura della squadra. E’ quindi dal mercato che devono arrivare gli accorgimenti necessari all’Ischia per ritrovare il ritmo giusto in campionato, sprintando lontano dalle acque torbide della zona retrocessione: un play-maker ed un centravanti di razza, il problema sta sempre lì, questo è quello che realmente serve al team di Porta per decollare dal fondo classifica.

fonte : campaniagol.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TORRE ANNUNZIATA – Per battere il Martina Franca servono i gol, quelli che il Savoia fatica a trovare nell’arco di questa prima fetta di campionato, nel girone C di Lega Pro unica. I bianchi di Torre Annunziata non vanno a bersaglio, in questa stagione, da ben 225’ – vale a dire dalla rete messa a segno da Di Piazza contro l’Ischia al termine del primo tempo della sfida del “Giraud”, valevole per la settima giornata, in pratica due partite e mezza fa. Ecco perché la notizia che per il match di sabato pomeriggio mister Giovanni Bucaro riavrà a disposizione, in prima linea, il bomber Giacomo Cipriani è una di quelle che non può che far piacere all’intero ambiente oplontino. L’ex attaccante di Bologna e Sampdoria, oltre che di Benevento e Spal, costituisce l’arma in più che il Savoia cercherà di sfruttare a piene mani per risollevarsi in classifica. E Cipriani stesso, nella conferenza stampa tenutasi in settimana, ha speso parole cariche di smania e di motivazioni per tornare utile alla causa.

“Contro il Martina Franca – ha detto Cipriani – l’unico risultato plausibile è quello della vittoria. Ci serve per uscire da questo momento negativo, ma servirà molta più cattiveria agonistica di quella dimostrata nel recente passato, nel quale abbiamo raccolto ben poco. A Foggia si poteva raccogliere il pareggio e contro l’Ischia ci è sfuggita la vittoria. Bisogna migliorare soprattutto sotto l’aspetto mentale per riuscire a fare punti e per smuoverci con decisione da questa posizione di classifica, andando senza indugi spediti verso la quota della salvezza, che resta il nostro obiettivo stagionale. Per quanto mi riguarda, ho ripreso a pieno ritmo gli allenamenti dopo un periodo nel quale ho svolto un programma differenziato di lavoro, dovendo recuperare da uno strappo muscolare. Spero di essere nuovamente in campo già col Martina. Un gol? Magari! Ma ciò che conta, al di là di una realizzazione personale o di qualche altro compagno, è la vittoria della squadra. Dobbiamo assolutamente fare nostri questi tre punti, è essenziale – conclude Cipriani – per riprendere il cammino verso la salvezza in campionato”.

fonte : campaniagol.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PRO PATRIA - Continua a regnare l'incertezza in casa bustocca dove le decisioni vengono prese da una sorta di Innominato di manzoniana memoria che da tempo sembra avere l'ultima parola, senza aver mai presentato il suo volto e il suo nome ai tifosi.
Oggi,  intorno alle ore13 sembrava che il matrimonio con Arati e Botturi non "s'aveva da fare" con mister Oliveira che ancora una volta chinava la testa("devo seguire le direttive societarie") rinunciando ai due calciatori.
Qualche ora dopo le prime convocazioni ecco la sorpresona con le stesse che vengono miracolosamente rettificate con l'inserimento di Arati e Botturi. Probabilmente una telefonata dal quartier generale ha sbloccato la situazione. Domenica scorsa i "bravi" giornalisti, o meglio, i giornalisti "bravi" avevano alzato la voce e messo Oliveira di fronte alle proprie responsabilità.
Lui dava l'impressione di condividere l'appoggio della stampa, ma evidentemente solo a parole.
Quella di oggi è una soluzione "taia e medega" come direbbero i nostri vecchi utile per ovattare l'ambiente e salvare le apparenze in caso di sconfitta a Lumezzane,  costruendosi un alibi di ferro.
Non ci piace quando mister Oliveira parla di decisioni societarie senza citare la fonte. Chi gli dice di non schierare i due giocatori? Chi è il suo referente? L'altra domenica diceva che sentiva poco l'appoggio della stampa, crediamo  occorra meritarselo con la trasparenza e la coerenza tra quello che si pensa e quello che si fa. Tenere il piede in due scarpe non è conveniente per lui, questo è lampante. Molto meglio tenerlo in una sola, quella della società per garantirsi il posto, ma poi non si cerchi solidarietà da chi queste situazioni non le condivide per niente e ha solo da perderci nell'accettarle.
Flavio Vergani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BASSANO - Luca Munarini, attaccante classe '93, sabato scorso ha esordito in campionato con la maglia giallorossa.

"Sono contento per l'esordio in campionato, tanto più che abbiamo ottenuto tre punti davvero importanti. E' stata una emozione ed una soddisfazione esordire proprio al Mercante, essendo io un prodotto del vivaio giallorosso.
Cercherò di sfruttare al meglio ogni occasione che mi verrà data. Il reparto d'attacco è ampio e davanti a me ci sono giocatori forti; sono arrivato come terza punta e quindi dovrò impegnarmi per riuscire a guadagnarmi lo spazio.
A livello personale so che devo migliorare molto, soprattutto nella protezione della palla, dove dovrei far valere maggiormente il mio fisico. Anche se non si direbbe, punto molto sulla velocità".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PORDENONE - La Lega Pro ha comunicato il calendario delle gare valevoli per le giornate 13 e 14 del girone di andata del campionato.

13. GIORNATA: domenica 16 novembre ore 12.30, Mantova-Pordenone allo stadio “Martelli”

14. GIORNATA: sabato 22 novembre ore 14.30, Pordenone-Renate allo stadio “Bottecchia”

Incontri precedenti:

10. GIORNATA: sabato 25 ottobre ore 14.30, Pordenone-Pavia allo stadio “Bottecchia”

11. GIORNATA: domenica 2 novembre ore 18, Como-Pordenone allo stadio “Sinigaglia”

12. GIORNATA: sabato 8 novembre ore 15, Pordenone-Pro Patria allo stadio “Bottecchia”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SAVONA - Due vittorie ed un pareggio: questo il bilancio dei recuperi di ieri pomeriggio contro la Virtus Entella. Col punteggio di 3-1 colgono i tre punti sia gli Allievi Nazionali che i Giovanissimi 2001; battuti 0-4, invece, i Giovanissimi Nazionali.
Bel pomeriggio di sole al Ruffinengo per il match dei Giovanissimi professionisti 2001 girone unico.
I primi 10' non fanno registrare azioni degne di nota, se non qualche timido tentativo da entrambe le parti di sbloccare il risultato, sventati dalle rispettive difese. Ma è proprio dal decimo minuto che la partita si infiamma; su azione di contropiede, Cecon accende il turbo a centrocampo e si invola verso la porta infilando la difesa dell'Entella rimasta sguarnita.  Tiro piazzato alla destra del portiere e rete per i giovani striscioni.
Qualche minuto dopo, su azione di calcio d'angolo, Zunino colpisce di testa impegnando il portiere avversario che, sulla corta ribattuta, si supera respingendo un tiro (strozzato) di Mehmetaj.
Al 22', causa infortunio, è costretto ad uscire Bianco sostituito da Crubellati. Quattro minuti dopo Paonessa (Entella) impegna Ventura con un tiro insidioso (forse reso tale dal forte vento contrario) che il bravo portiere neutralizza in due tempi.
Nel secondo tempo, reazione della squadra ospite che, all'ottavo raggiunge il pareggio su calcio d'angolo con colpo di testa di Costa che batte l'incolpevole Berruti, subentrato ad inizio ripresa al posto di Ventura.
Al 6', su calcio d'angolo, diagonale al volo di Crubellati respinto dalla difesa.
Undici minuti dopo, su azione di contropiede Giovannini innesca Cecon che, dopo una bella sgroppata sulla fascia destra, si accentra e insacca con un preciso tiro alla destra del portiere.
La reazione dei giovani dell'Entella non porta ad alcun risultato a loro favore, infrangendosi nell'attenta difesa biancoblu' e nel portiere Berruti, determinante in un'uscita a terra in area che neutralizza l'inserimento della punta del l'Entella. 
Al 34', su azione di contropiede,  Giovannini, approfittando di un rimpallo favorevole, si rende protagonista di una travolgente e inarrestabile discesa verso la porta avversaria che si conclude con la palla in rete alla destra del portiere.
 
Bella partita, seppure disturabata dal forte vento, ben diretta dall'arbitro, e primi tre punti per i nostri ragazzi che, nonostante la cronica disattenzione su calcio d'angolo, hanno dato prova del loro valore, contenendo i bravi ragazzi dell'Entella nei loro momenti migliori, per poi colpirli in contropiede sfruttando la velocità nelle ripartenze. 
 
Formazione: Ventura (st Berruti) - Cecon (28' st Pregliasco) - Arena (22' st Avanzi) - Genduso (8' st Colombo) - Tubino - Zunino - Negro - Bianco (24' pt Crubellati) - Arena -  Giovannini - Giusto (st Chinelli) - Mehmetaj (15' st Monni).
 
Le compagini dei tornei nazionali erano invece impegnate in trasferta. I Giovanissimi, come detto, hanno perso 4-0. Gli Allievi sono passati 3-1 andando subito in vantaggio al 2' con un gol di Dapelo (assist di Canaparo), raddoppiando al 15' con una splendida azione personale di Malafronte ed infine triplicando al 20' con Canaparo, abile a ribattere in rete un tiro di Preci, respinto dal portiere. Solo nella ripresa la Virtus Entella ha accorciato le distanze.
I ragazzi di Napol salgono a quota 7 in classifica e domenica giocheranno un importante match a Pavia. "E' con le compagini della Lega Pro che dobbiamo verificare la nostra crescita - sottolinea il tecnico Danilo Napoli -, I tre punti contro l'Entella ci aiutano comunque ad affrontare più serenamente l'impegno".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AVERSA - La S.F. Aversa Normanna, in previsione di un maggiore afflusso di pubblico per il derby Aversa Normanna-Benevento, in programma domenica 26 ottobre alle 16.00, ed evitare lunghe file ai botteghini dello stadio ‘Bisceglia’, invita i tifosi granata ad acquistare i biglietti in prevendita presso le seguenti rivendite autorizzate: Bar Jenny in Via Roma, Caffetteria Battista in Corso Europa e Bar King Arthur in via Saporito. Questi i prezzi dei biglietti per la gara con il Benevento:
 
Curva Nord      € 7,00 ridotto € 5,00
Curva Sud       € 7,00 ridotto € 5,00
Trib. Laterale   € 12,00 ridotto € 10,00
Trib. Centrale   € 15,00 ridotto € 12,00
Trib. Vip          € 20,00 ridotto € 15,00

Ridotti per donne, under 14 e over 65.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CATANZARO - Le scelte del tecnico sono quasi obbligate per via dell'assenza di un centravanti di ruolo

Foggia-Catanzaro 1-3L'improvviso arrivo del maltempo e del freddo pungente ha consigliato, con ogni probabilità il tecnico catanzarese, ad evitare la partitella prevista oggi pomeriggio contro gli allievi.

Con una rosa ristretta e con i tre infortunati della rosa che rispondono ai nomi di Calvarese, Fofana e Silva Reis, e con il campo allentato per via della copiosa pioggia caduta in questi ultimi due giorni, il tecnico giallorosso ha preferito fare svolgere esclusivamente una seduta tecnico - tattica.

Nella seduta di oggi svoltasi a Giovino, a parte hanno lavorato, ma non destano preoccupazioni, Russotto, e Maiorano che ha scontato il turno di squalifica e Barraco che ha svolto esercizi in palestra.

Il mister ha disposto i suoi uomini a tutto campo sistemando sagome e birilli in una sorta di partitella undici contro zero. I ragazzi (con alcuni giovani della Berretti in aggiunta) sono stati sistemati sul terreno di gioco ognuno per il proprio ruolo per provare schemi e azioni di ripartenza finalizzate alla conclusione a rete.

Il modulo è stato una sorta di 4 - 3 - 3 con un centrocampo a rombo composto da tre centrocampisti, di cui uno sistemato nel vertice basso e gli altri due con compiti d'interdizione d'inserimento, che agivano alle spalle del tridente offensiv, con Kamara sistemato nel ruolo d'attaccante centrale.

Nella giornata di domani la squadra svolgerà una seduta a porte chiuse al "Nicola "Ceravolo". Prima dell'allenamento Moriero terrà la consueta conferenza stampa.

Sulla sponda foggiana, dove il Catanzaro troverà come avversario l'attaccante puro sangue catanzarese Pietro Iemmello, c'è da registrare che il tecnico De Zerbi non potrà contare sulll’attaccante Vincenzo Richella, tra l’altro mai utilizzato, che ha rescisso il contratto per andare a giocare nei dilettanti con la Virtus Francavilla.

Nell'undici che sfiderà i giallorossi, c'è il dubbio su chi sarà schierato nel ruolo di terzino destro fra fra Bencivenga e Loiacono, e quello di esterno di destra nel tridente offensivo fra Sarno, Leonetti, D’Allocco e il favorito Bollino.

Per la sfida contro il Catanzaro lo "Zaccheria" che è interessato da dei lavori di ristrutturazione potrà allargare la capienza massima a cinquemila spettatori.

I tifosi giallorossi che si recheranno a Foggia, sia provenienti dalla Basentana o dall'A14, dovranno uscire al casello della città pugliese e saranno accompagnati al settore ospiti dalle Forze dell'Ordine.

Salvatore Ferragina

 


 

 

 

 

 

 

 

 

NOVARA - Il Novara prosegue la preparazione in vista della 10^ giornata di campionato, che lo vedrà opposto al Sudtirol: gara in programma domenica 26 ottobre alle ore 18.

Gli atleti reduci dalla sfida esterna di Coppa Italia hanno effettuato una seduta di scarico, tutti gli altri hanno svolto una normale sessione di allenamento. Dopo una fase iniziale dedicata al riscaldamento, ha avuto luogo un lavoro con la palla a cui hanno fatto seguito esercitazioni tecnico-tattiche su terreno ridotto. L'allenamento è durato 90 minuti circa.

E' tornato in gruppo Moustapha Beye mentre, a scopo precauzionale, hanno svolto un lavoro differenziato Paolo Faragò e Dario Bergamelli. Agostino Garofalo, Crocefisso Miglietta e Krisztian Adorjan proseguono il loro programma riabilitativo. Nella giornata di oggi è in programma una seduta pomeridiana allo stadio "Piola

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pronti per l’Arezzo

Le parole del portiere verdeblù Paolo Branduani, rilasciate a "Cuor di Leoni"

SALÒ – “Con la Cremonese è stata un match molto combattuto, esattamente come ci aspettavamo. Siamo scesi in campo per fare nostra questa partita perché sapevamo sarebbe stata molto dura. Poi, grazie ad una palla inattiva ben sfruttata, ecco i tre punti.

Siamo pronti per l’Arezzo. Dobbiamo affrontare ogni settimana con il massimo della concentrazione. La vittoria con la Cremonese ci ha alzato il morale, terza partita, compresa la Coppa Italia, che non prendiamo gol e da lunedì stiamo preparando al meglio la gara in Toscana”.

Queste ed altre dichiarazioni nell’intervista rilasciata da Paolo Branduani a “Cuor di Leoni”, la web tv ufficiale della FeralpiSalò.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PISA - La Lega Pro ha appena ufficializzato orari e date della 13° e 14° giornata del girone B. Andiamo a vedere nel dettaglio tutto il programma delle gare.

13° Giornata (14-15-16 novembre)
ASCOLI PICCHIO-FORLI’ venerdì ore 19,30
CARRARESE-PRO PIACENZA sabato ore 17,00
GUBBIO-TUTTOCUOIO 1957 domenica ore 12,30
LUCCHESE-PISTOIESE domenica ore 14,30
PONTEDERA-GROSSETO domenica ore 18,00
PRATO-PISA domenica ore 14,30
S.P.A.L.-ANCONA domenica ore 16,00
SANTARCANGELO-L’AQUILA sabato ore 16,00
SAVONA-SAN MARINO sabato ore 14,30
TERAMO REGGIANA sabato ore 15,00

14° Giornata (21-22-23 novembre)
ANCONA-GUBBIO sabato ore 17,00
FORLI’-S.P.A.L. venerdì ore 19,30
GROSSETO-SANTARCANGELO sabato ore 15,00
L’AQUILA-SAVONA domenica ore 12,30
PISA-CARRARESE domenica ore 18,00
PISTOIESE-PONTEDERA domenica ore 14,30
PRO PIACENZA-ASCOLI PICCHIO domenica ore 16,00
REGGIANA-PRATO sabato ore 19,30
SAN MARINO-LUCCHESE sabato ore 16,00
TUTTOCUOIO-TERAMO sabato ore 14,30

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ANCONA AMICHEVOLE -
MONTEFANO – ANCONA 0-7

MONTEFANO (4-4-2): Rocchi; Cesari, Caporaletti, M. Camilletti, Silvestroni; Laconi, L. Camilletti, Palmucci, Cammertoni; Bonacci, Mobili.
Nella ripresa sono entrati: De Salvo, Rossini, Seferi, Baiocco, Pirani, Barletta, Carbonetti, Giampieri, Aquino.

All.: Michettoni.

ANCONA primo tempo (4-2-3-1): Aprea; Di Dio, Dierna, Paoli, D’Orazio; Sampietro, Di Ceglie; Morbidelli, Arcuri, Tulli; Tavares.
ANCONA secondo tempo (4-2-3-1): Lori; Barilaro, Maini, Gelonese, Cilloni; Camillucci, Bambozzi; Parodi, Moretti, Pizzi; Cognigni.

All.: Cornacchini.

Reti: 8’ pt e 32’ pt Tavares, 22’ pt Tulli, 28’ pt Morbidelli, 30’ pt Arcuri, 21’ st Pizzi, 43’ st Cognigni (rigore).
NOTE: una cinquantina di spettatori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ALBINOLEFFE - Un inizio folgorante sperando di eguagliare i grandi risultati della passata stagione. Riccardo Moreo è tra i veterani della Berretti 2014/15 e ha accettato di prendersi sulle spalle il gruppo dei più giovani per centrare il bis tricolore. Tutto questo sognano altre chiamate in Prima Squadra.

altRiccardo, iniziamo dalla gara di Monza. Com'è andata?

“È stata una partita combattuta. Nei primi minuti abbiamo sofferto sotto l'aspetto fisico e abbiamo subito i due gol, poi siamo usciti alla distanza, siamo passati in vantaggio e proprio allo scadere abbiamo subito il 3-3”.

Come giudichi il tuo avvio di stagione?

“Sono contento, anche per l'esordio in Prima Squadra. Voglio fare una grande stagione a livello personale e di squadra”.

L'anno scorso sei stato l'uomo dei gol pesanti, anche se non numerosissimi. Che obiettivi ti sei posto per questa stagione?

“L'inizio è stato buono. L'obiettivo minimo è la doppia cifra, possibilmente arrivare a 15 reti”.

Capitolo Prima Squadra: un sogno? Un obiettivo?

“L'anno scorso ho raccolto tre convocazioni, ma senza esordire. Quest'anno sono stato chiamato una volta sola, giocando però uno spezzone di gara. È stata una grande emozione. Mi sono scaldato per una ventina di minuti e non aspettavo altro che la chiamata per entrare in campo”.

Sei tra i veterani del gruppo della Berretti. Che differenze ci sono rispetto al gruppo della passata stagione?

“Ripartiamo da mister Bonazzi che è un grande tecnico, che stimo molto. Quest'anno siamo quattro elementi del 1996 e il nostro compito è anche quello di essere una guida per i più giovani. È una grande responsabilità, ma loro ci seguono. Il nostro è un gruppo che deve crescere, soprattutto nella mentalità, ma sono convinto che possiamo fare bene”.

Come giudichi il nuovo girone nel quale siete inseriti?

“Quest'anno affrontiamo un girone con squadre importanti di società che militano anche in serie B. Ad esempio sabato incontriamo il Varese dove giocano due nostri ex compagni, Guercilena e Rota. Il livello è lo stesso, sarà un bel campionato”.

Detto degli obiettivi personali, quali sono quelli di squadra?

“Daremo l'anima fino alla fine per ripetere il successo dell'anno scorso. Non ci manca niente per fare bene”.