NOTIZIE TUTTALAC

 

                                                                                                                

   

 

 

Si è riunito oggi, venerdì 4 dicembre 2020, il tavolo della riforma calcio della Lega Pro , i lavori sono stati coordinati dalla vice presidente Capotondi, a cui hanno preso parte i Presidenti del Consiglio direttivo, il segretario Emanuele Paolucci, l’amministratore della Calcio Servizi Marco Scianò, i Vice Presidenti Cristiana Capotondi e Jacopo Tognon e il presidente Francesco Ghirelli. Alla fine di un confronto ampio sui tanti temi della riforma, si è stabilito di dare piena disponibilità al Presidente della FIGC Gabriele Gravina. La scelta primaria e’ di ragionare a sistema per affrontare le riforme, la Lega Pro da’ ampia disponibilità sapendo che deve prevalere l’interesse generale rispetto a quello, legittimo, ma di parte. A tal fine si è chiesto un incontro al Presidente Gravina per rappresentare tale impostazione e rappresentargli l’idea di un sistema calcio attrattivo e sostenibile. E’ fermo il sostegno della Lega Pro ad una sua ricandidatura per il prossimo quadriennio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“ C A M P I O N A T O S E R I E C 2 0 2 0 – 2 0 2 1 “ GARA CASERTANA-MONOPOLI DEL 7 DICEMBRE 2020 (GIR. “C”) La Lega, preso atto che il 7 dicembre 2020 è prevista la disputa della gara Casertana-Monopoli, programmata allo Stadio “Partenio-Lombardi” di Avellino e preso atto che la società Casertana F.C. S.r.l. ha richiesto di poter disputare presso lo Stadio “Alberto Pinto” di Caserta la gara in oggetto. Considerato che ● la Casertana in data 29 ottobre 2020 ha comunicato l’avvenuto completamento dei lavori che hanno interessato lo Stadio “Alberto Pinto” di Caserta inerenti al rifacimento del terreno di gioco, corredata da comunicazione del Comune di Caserta che certifica la rinnovata agibilità dello Stadio “Alberto Pinto” di Caserta; ● vista la documentazione prodotta per il rispetto dei Criteri Infrastrutturali di Lega Pro per la Stagione 2020-2021 dello Stadio “Alberto Pinto” di Caserta; ● nelle more della presentazione dell’istanza di rientro; la Lega Italiana Calcio Professionistico dispone che la gara Casertana-Monopoli in programma lunedì 7 dicembre 2020, con inizio alle ore 21.00, sia disputata presso lo Stadio “Alberto Pinto” di Caserta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RINVIO GARA - 14 a GIORNATA DI ANDATA GARA PRO VERCELLI - LIVORNO DEL 5 DICEMBRE 2020 (Gir. “A”) La Lega, in relazione alle attuali condizioni metereologiche, preso atto dell’istanza documentale presentata dalla società Pro Vercelli, a ratifica della richiesta avanzata dalle società interessate, ha disposto che la gara indicata in oggetto sabato 5 dicembre, Stadio “Silvio Piola”, Vercelli, venga posticipata, a MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2020 con inizio alle ore 15.00.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DIRETTA RAI SPORT – GARE GIRONE DI ANDATA Si rende noto, a parziale modifica di cui al Com. Uff. n. 53/DIV del 15.10.2020, che le sotto indicate gare verranno trasmesse in diretta televisiva Rai Sport. SABATO 19 DICEMBRE 2020 GIRONE A 16 a GIORNATA LECCO – PRO VERCELLI Ore 14.00 DOMENICA 20 DICEMBRE 2020 GIRONE C 16 a GIORNATA BARI – AVELLINO Ore 15.00 MERCOLEDI’ 23 DICEMBRE 2020 GIRONE C 17a GIORNATA MONOPOLI - POTENZA Ore 17.30

 

 

 

 

 

 

 

 

RAPPRESENTATIVE NAZIONALI LEGA PRO STAGIONE SPORTIVA 2020-2021 La Lega Pro, considerato il perdurare delle condizioni di incertezza e il periodo estremamente delicato derivante dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, ritenuta la necessità di tutelare la salute dei giovani tesserati, visto il Comunicato Ufficiale N° 047/Campionati Giovanili del 3 dicembre 2020 del Settore Giovanile e Scolastico, comunica la sospensione delle attività delle Rappresentative Nazionali della Lega Italiana Calcio Professionistico fino al 15 gennaio 2021.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pesaro. Il derby di domenica contro l’Alma Juventus Fano, oltre ad essere da anni uno dei più sentiti nelle Marche è sicuramente la scontro salvezza a dir poco fondamentale per entrambe. Gli uomini del neo tecnici Di Donato per il momento hanno raccolto solo 3 punti in 4 gare disputate seppur si sono visti dei miglioramenti tattici e un atteggiamento in parte più determinato. La sconfitta pirotecnica di Padova solo parzialmente va presa come punto di ripartenza in vista di una serie di gare vitali per la salvezza. Dall’altra parte le zero nelle vittorie e una sconfitta in casa rendono seppur a porte chiuse la gara molto calda. I biancorossi sperano di recuperare alcuni tra Ettore Marchi, Gelonese, Ejaky e Marcheggiani mentre salvo sorprese ritrovano Flavio Lazzari. Intanto girano voci (tutte da confermare) sulla società su un possibili colpi di scena a livello di cariche nello staff.

Andrea Fabbrucci

 

 

 

 

Nota di Francesco Ghirelli, Presidente Lega Pro

 

Firenze, 4 dicembre 2020- Gli atti verificatisi presso la sede del Livorno Calcio non sono giustificati per alcun motivo. La violenza, le incursioni sono da condannare. A Livorno c’è una situazione che preoccupa, è una piazza importante del calcio italiano. Mi auguro che si risolva al più presto, noi seguiteremo a vigilare con attenzione. 

 

 

 

 

 

Pistoiese - Arretrato in difesa con il cambio di allenatore e di modulo, Edoardo Pierozzi è stato tra i progagonisti della vittoria della Pistoiese nel derby contro la Lucchese, Il giovane esterno arancione ha parlato ai microfoni de Il Tirreno: "Riolfo ha un altro approccio alla settimana rispetto a Frustalupi, gli allenamenti sono diversi anche a livello di preparazione fisica. Il mister si è concentrato su quelle che sono le sue idee per poter giocare al meglio e credo che la squadra abbia risposto bene sul campo. Noi domenica eravamo molto carichi, l'esonero di un allenatore significa che anche i giocatori hanno le proprie colpe e volevamo reagire al meglio". 

M.F.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giana - Non è bastata la prima rete tra i professionisti di Andrea Montesano a salvare la Giana Erminio dalla sconfitta contro la Carrarese: "Sono felice, a metà, per il mio primo gol nei professionisti. Avrei preferito festeggiarlo portando qualche punto alla squadra ma è andata male. Una dedica particolare alla mia famiglia che mi sostiene sempre in ogni partita", le sue parole ai canali del club lombardo.

G.P.

 

 

 

 

 

 

 

Padova - Con Edoardo Soleri che potrebbe lasciare in prestito, il Padova si guarda intorno alla ricerca del sostituto ideale da regalare al tecnico Andrea Mandorlini. Secondo padovasport.tv la società veneta starebbe pensando a Davide Marsura, attaccante ai ferri corti col Livorno dopo i noti problemi societari della compagine labronica che potrebbe svincolarsi dal club amaranto. I primi contatti tra le parti sono avviati, possibile un trasferimento già nella sessione invernale di mercato.

G.P.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pro Vercelli - Parole al miele per la sua Pro Vercelli da parte di Simone Emmanuello, centrocampista dei piemontesi che si dice entusiasta e orgoglioso per la sua esperienza: "Sono nato juventino, nella Juve ci ho giocato, ma la Pro Vercelli per me c’è sempre stata e ora farò di tutto per questo club. Io bandiera del club? No, non scherziamo - dice a gianlucadimarzio.com -. Ho fatto ancora un po’ pochino per meritarmi questo appellativo. Cento presenze sono tante perché non è facile, si cambia sempre squadra. Mi sento a casa anche perché ogni volta che sono qui faccio bene. Devo dire grazie sia alla società che c’era prima che a quella di adesso. Questo traguardo l’ho raggiunto anche grazie alla fiducia incondizionata che qui mi è sempre stata dimostrata”.

G.P.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Como - L'alba del giorno dopo, in casa Como, ha qualche punto interrogativo e una certezza: Marco Banchini non è più l'allenatore.

L'aria attorno al tecnico di Vigevano era pesante da tempo, probabilmente già dopo il 13° posto della scorsa stagione che, sì, voleva dire aver centrato l'obiettivo salvezza ma che non era sicuramente il massimo ottenibile da quella rosa. Un indizio in più era arrivato a metà giugno. Perché al di là delle dichiarazioni di rito se è stato cambiato il viceallenatore, oltretutto scegliendo uno come Giacomo Gattuso (uomo vicino al ds e amatissimo dalla piazza per la sua competenza e le sue qualità umane), vuol dire che qualcosa non andava. La stagione 2020/21 ha fatto intravedere qualche miglioramento, per esempio sulle palle inattive, sulla gestione dei finali di partita nonché sulla media punti, che è poi quella che conta; ma si sono riviste tante, troppe partite giocate senza idee e arrivando raramente al tiro in porta. Aggiungiamoci le dichiarazioni postpartita spesso poco lucide e la croce che la piazza aveva ormai messo sopra all'ex tecnico di KF Laçi e Amicale. Così, dopo oltre 800 giorni - il regno più lungo dai tempi di Dominissini - è finita l'era Banchini.

E ora? La dirigenza ha affidato la panchina proprio a Gattuso ad interim. Si stanno sondando altri profili, ma il 52enne è molto stimato: di sicuro sarà lui al timone domani a Sesto e domenica a Pontedera, altrettanto sicuramente continuerà a far parte dello staff tecnico anche in caso di nuovo allenatore. Sul Lario non c'è fretta: la squadra non è allo sbando e non serve una rivoluzione. Le prossime due partite e il clima che si respirerà nel quotidiano saranno fattori importantissimi, ma non è detto che domenica si prenda una decisione definitiva. Il lancio del tecnico comasco è ad oggi lo scenario più probabile, ricomponendo così il tandem già visto a Como nella stagione 2005/06 in Serie D, e prima anche da calciatore. Ma occhio al parere di Dennis Wise, tanto influente quanto imprevedibile. 

Un'opzione alternativa potrebbe essere puntare su un profilo con maggior bagaglio da primo allenatore professionista (per Gattuso in questo senso solo una decina di partite da traghettatore) ed abituato a lavorare coi giovani, affiancato dallo stesso Gattuso come collaboratore. Bocche cucite sui nomi. Parte della piazza vorrebbe il ritorno di Fabio Gallo, libero dopo le esperienze di La Spezia e Terni (dove ha posto le basi dell'attuale corazzata umbra) e desideroso di completare l'ottimo lavoro lasciato in sospeso nel 2017, quando lanciò un certo Matteo Pessina. Tra l'altro i tre hanno già lavorato insieme nella stagione 2007/08, quando Gallo e Ludi giocavano al Novara e Gattuso era nello staff tecnico. Al momento solo un'ipotesi, in attesa delle decisioni di Ludi e Wise e dell'avallo di Gandler

A-L-

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Juve Stabia - L'attaccante Francesco Golfo, calciatore della Juve Stabia, nel corso della trasmissione Passione Gialloblu ha parlato del suo stato di forma e non solo: "Ora sto bene, dopo l'infortunio sono risultato positivo al Covid e questo mi ha costretto a rimanere fermo per altri dieci giorni. Il pareggio di domenica? Le partite sono fatte di episodi, stavolta siamo stati sfortunati. Abbiamo preso due pali: uno nel primo tempo sull'1-0 e uno nel finale con Codromaz che, se fosse entrata la palla, ci avrebbe consentito di portare a casa i tre punti. Lanci lunghi in avanti: si o no? Si. Ci sono dei momenti della partita in cui si può fare questo tipo di gioco. Domenica lo abbiamo fatto negli ultimi dieci minuti perché volevamo vincere a tutti i costi. La cosa importante è non pensare troppo a quello che è successo domenica. Dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare in vista della prossima partita con il Potenza".

Spazio poi al suo approdo in gialloblu e al calore della tifoseria campana: "Sono arrivato a settembre. Ho incontrato prima il Direttore e, poi, il Mister. Mi sono piaciuti subito. La tifoseria è molto calda. Essendo stato a Trapani, sono abituato a questo tipo di calore. Nonostante le porte chiuse, i tifosi riescono a dimostrarci la loro vicinanza e a farci star bene. Come piazza non c'è nulla da dire, è meravigliosa. La cosa che dispiace è non poterli avere vicino a noi durante le partite casalinghe. Devo essere sincero. Ero rimasto molto colpito durante Juve Stabia - Trapani.  Il ricordo non è bellissimo per il risultato (ride, ndr), ma ricordo molto bene lo stadio gremito. Ed è anche per questo motivo che ho deciso di venire a Castellammare. Mi piacciono le piazze così calde che vivono di calcio. Poi, devo ringraziare Russo, Allievi, Troest e Mastalli che ci hanno aiutato molto. Io non li conoscevo, se non perché ci avevo giocato contro. Quando sono arrivato qui, mi hanno aiutato molto ad ambientarmi sia fuori che dentro il campo. Oltre ad essere dei professionisti seri, sono dei ragazzi eccezionali".

G.P.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foggia - Il vile attacco all'incolumità del calciatore Federico Gentile e della sua famiglia potrebbe avere retroscena pesanti in casa Foggia. A parlarne è Roberto Felleca, numero uno del sodalizio pugliese: "Sono vicinissimo a Federico e alla sua famiglia, in questo momento più che mai credo abbiano bisogno della vicinanza di chi gli vuole bene, soprattutto perché il ragazzo ha sempre dato il massimo - dice a tuttomercatoweb.com il presidente rossonero -. Questo è il più grave dei tanti attacchi, che finora erano stati solo verbali, che stiamo ricevendo da lungo tempo a questa parte, anche se non credo che siano meritati perché come società, e con l'aiuto di Gentile, in un anno solo abbiamo riportato il professionismo a Foggia, e stiamo ora facendo un campionato di vertice. Trovo assurdo che nel 2020 accada ciò, che un calciatore non possa sentirsi libero di camminare in centro città, sono atti che spiegano come mai in una recente classifica, Foggia sia risultata la città meno vivibile di Italia. Hanno minato la nostra tranquillità, queste sono cose che fanno riflettere, e quando rifletto io... poi tiro le somme".

G.P.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bari - L'estremo difensore biancorosso Pierluigi Frattali ha ieri spento 35 candeline; questo pomeriggio è stato ospite di TeleBari, media partner ufficiale della SSC Bari: "Domenica una vittoria convincente, frutto del nostro lavoro quotidiano. Abbiamo dimostrato di essere solidi, di avere la giusta aggressività, messo in campo quanto ci chiede il Mister e ci auguriamo di continuare così. Eccetto la gara contro la Ternana, non possiamo che essere soddisfatti della nostra fase difensiva; in diverse gare abbiamo mantenuta l’imbattibilità, subendo gol su rigore e per un’autorete, indice che la via è giusta. A livello personale è sempre bello mantenere la porta imbattuta. Io, come i miei compagni, abbiamo l’ambizione di riportare il prima possibile il Bari nelle categorie che merita; sono molto fiducioso quest’anno, pensiamo a noi, non guardiamo cosa succede altrove perché lo considero solo uno spreco di energie. 
Ora pensiamo a vincere contro la Paganese, consapevoli che ogni sfida presenta delle difficoltà, avversari pronti a lottare su ogni pallone, terreni non al meglio. Dovremo sempre giocare con il coltello fra i denti, pareggiare la cattiveria agonistica dell’avversario, poi le nostre caratteristiche verranno fuori.  Grazie a tutti per gli auguri, è stato un compleanno un atipico, ma in questo momento va bene così".

G.P.

 

 

 tuttalac -  Via Ugo Foscolo 33 - 27058 Voghera - Pavia -

Copyright © 1999 Quotidiano Sportivo Tutta la C