Le news non firmate sono prese direttamente dai siti ufficiali delle rispettive societa'.Grazie.

 

                         

 

CATANZARO - Il presidente difende al TG1 il Catanzaro sulla vicenda "Dirty Soccer". L'intervista integrale stasera a TV7 intorno a mezzanotte 

 

«Giampà da me per combinare Barletta-Catanzaro? Come minimo lo avrei denunciato o preso a calci in c...». Così il presidente Cosentino si difende da chi per forza vuol tirare in ballo il Catanzaro nella vicenda "Dirty Soccer", il nuovo scandalo che ha colpito il calcio italiano e che ha portato a un'ondata di arresti in tutta Italia grazie al lavoro della DDA di Catanzaro.

I media, anche nazionali, in un misto di disinformazione e malafede, hanno tirato in ballo la società giallorossa negli ultimi giorni. Forse perché l'inchiesta parte da Catanzaro. Forse perché tra le 1270 pagine dell'ordinanza della DDA, compaiono anche i nomi di Mimmo Giampà e Armando Ortoli, capitano e DS del Catanzaro per una sola partita, Barletta-Catanzaro del primo luglio, l'unica nella lista attenzionata dagli inquirenti a non essersi conclusa con un'effettiva combine. Secondo la DDA per "merito" del presidente Cosentino che l'avrebbe scongiurata infuriandosi quando Giampà era andato a chiederglielo.

Catanzaro-Barletta_03Ma Cosentino, ai microfoni del settimanale del TG1 TV7 (l'intervista integrale in onda stasera intorno a mezzanotte su Rai1) che si occuperà proprio di "Dirty Soccer" fornisce la sua versione: «Sono venuto a Catanzaro 4-5 anni fa per fare calcio. La mia azienda è leader in Europa. Non ho bisogno di queste combine. Giampà non sarebbe mai venuto a chiedermi una cosa del genere perché mi conosce e sa come la penso. Sa che lo avrei preso a calci in c...». 

Schietto, deciso e come sempre senza peli sulla lingua, Cosentino ha spiegato che, secondo lui, Giampà avrebbe usato proprio la forza del presidente come scusa per stroncare ogni velleità di combine dei suoi interlocutori, in quel caso il DS della Vigor Lamezia Maglia, arrestato dalla DDA. Una circostanza, peraltro, che non risulta dalle parole né di Giampà né di Ortoli, ma che viene riportata dal DS dell'Aquila Di Nicola all'allenatore del Barletta Ninni Corda (entrambi agli arresti) e al suo amico Peppe Sampino. Red

 

 

 

 

 

 

 

Il giusto brindisi

Pinardi e Bracaletti hanno rinnovato con i leoni del Garda

SALÒ – Un brindisi premonitore. La foto ritrae il presidente Pasini con Alex Pinardi e Andrea Bracaletti, giocatori simbolo del mondo verdeblù per motivi differenti, durante la presentazione ufficiale dello scorso agosto a Salò. Un’immagine che oggi torna ad essere attualissima.

Il primo ha rinnovato il contratto oggi, fino al 2016. Braca ha firmato ieri, fino al 2017. Un valore particolare, un legame che continua con due ragazzi che faranno parte del progetto dei leoni del Garda, pronto a ripartire più ambizioso che mai.

 

 

 

 

 

 

FIRENZE - Il Vicepresidente della Lega Pro Archimede Pitrolo – all’esito di una consultazione del Comitato Esecutivo -  ha conferito al direttore generale l’incarico di convocare una riunione del Consiglio Direttivo per il prossimo giovedì 4 giugno, inserendo all’ordine del giorno il seguente argomento: fissazione dell’assemblea delle società entro il 30 giugno per l’approvazione del bilancio consuntivo 2013-14, esame delle richieste pervenute da 15 delle 60 società di Lega Pro e delibere conseguenti.
Il Vicepresidente ha altresì conferito mandato ai propri legali di depositare, presso la Procura della Repubblica di Catanzaro, la dichiarazione di persona offesa dal reato nel procedimento penale denominato ‘Dirty Soccer’.

 

 

 

 

 

 

SAVONA - Mister Riolfo si presenta come di consueto in sala stampa al "Bacigalupo" per la conferenza prepartita.

 Dal Forlì si è passati al Gubbio...

"Avevo dichiarato prima dell'ultimo impegno di campionato a Pistoia che affrontare Forlì o Gubbio era la stesa cosa. Chiaro che noi avevamo impostato il lavoro sul Forlì, la caratteristiche della squadra cambiano, cambiano le individualità, cambieranno situazioni di gioco, ma gli stessi problemi li avranno i nostri avversari. E poi siamo nel 2015, si riesce a sapere tutto di tutti in tempi rapidi, per cui anche se in poco tempo, ci siamo preparati ad affrontare il nuovo avversario. Il Gubbio è migliore del Forlì? Dipenderà da noi".

Ciome si affronta un match del genere?

"Va visto nella logica dei 180'. Loro hanno il vantaggio di un gol. Ci saranno due campi perfetti, il pubblico fara la sua parte, ma sarà la mentalità vincente, in casa come in trasferta, ad essere fondamentale. Non dovremo aver fretta di segnare e le temperature di questi giorni faciliteranno una partita giocata su buoni ritmi"

Com'è lo stato di salute della squadra?

"C'è Marchetti che è infortunato, gli altri sono a disposizione. E' da un pezzo che stiamo lavorando bene e negli ultimi tempi ho riscontrato anche che il gruppo dei giocatori su cui poter contare è ancora più ampio e ricomprende anche qualcuno che era rimasto indietro nelle mie scelte. Voglio perciò fare un plauso ai ragazzi: siamo molto più squadra e, domani, vogliamo dimostrarlo sul campo"

 

 

 

 

 

 

 

GROSSETO - In relazione agli articoli a firma Carlo Vellutini pubblicati sul Corriere di Maremma in data 21 e 22 maggio 2015, l'U.S. Grosseto precisa che le notizie riportate su presunti contatti con allenatori sono del tutto fantasiose e prive di fondamento nonché destabilizzanti per l'operato della società. L'U.S. Grosseto, nel ribadire di non aver contattato nessun tecnico, sottolinea che al momento l'unico obiettivo è quello di completare in modo corretto e tempestivo tutte le pratiche amministrative in merito all'erogazione degli emolumenti ai tesserati nel rispetto delle norme federali e perfezionare a livello giuridico e amministrativo, anche in relazione alla visita ispettiva della Covisoc di ieri 21 maggio, quanto concerne la chiusura della stagione sportiva, per essere in regola per l'iscrizione al prossimo campionato. Si diffida, quindi, il giornalista in questione alla pubblicazione di ulteriori articoli contenenti notizie false e non rispondenti alla realtà.

 

 

 

 

 

 

 

NOVARA - A 90' dalla fine della stagione Lega Pro.
Domenica sera Teramo e Novara daranno vita all' ultimo confronto dell'annata 2014/15: in palio la Supercoppa. La squadra di Vivarini ha condotto un campionato da assoluta protagonista conquistando la prima storica promozione del club in Serie B. I Diavoli hanno giovato del contributo essenziale dei due bomber Donnarumma e Lapadula capaci di firmare insieme 44 segnature; migliori marcatori dell'intero panorama professionistico nazionale. Dopo le prime due gare del girone terminate con due sconfitte, il Teramo è riuscito a risalire la china e chiudere il campionato in testa con 75 punti frutto di 21 vittorie, 12 pareggi e sole 5 sconfitte. Gli abruzzesi hanno fatto meglio in casa che fuori raccogliendo 41 punti di fronte al proprio pubblico contro i 34 totalizzati sui campi delle avversarie, dove la squadra ha segnato meno che nelle partite interne (26 contro i 36 fatti allo stadio Bonolis) ma ha anche subito di meno. L'andamento generale delle ultime quattro gare di campionato del Teramo è stato inferiore a quello degli azzurri: i Diavoli hanno fatto sette punti su dodici disponibili pareggiando nell' ultima giornata contro l' Ascoli secondo in classifica. Dopo la prima gara di Supercoppa tra Novara e Salernitana vinta 3-2 dagli azzurri e dopo il 3-1 dei calabresi sul Teramo,al club piemontese basterà un pareggio per sollevare al cielo il trofeo.
Nella sfida di ieri tra Salernitana e Teramo, i Diavoli non hanno sicuramente disputato la loro miglior prova: i granata hanno avuto il controllo della gara e già dopo trenta secondi erano in vantaggio con il gol di Gabionetta. Nel finale di primo tempo gli abruzzesi hanno pareggiato i conti grazie alla rete di Fiore. Nella seconda metà della gara la Salernitana ha trovato il nuovo vantaggio con Cristea al terzo minuto e Lanzaro ha chiuso i conti con un incornata su corner.
Domenica sera il Novara ha l'opportunità di chiudere al meglio una stagione strepitosa regalando ai suoi tifosi un'ultima gioia e riportando nella bacheca azzurra la Supercoppa di Lega Pro.

 

 

 

 

 

 

 

BENEVENTO - Il Benevento Calcio comunica di aver raggiunto e sottoscritto, in data odierna,  gli accordi per la risoluzione anticipata dei contratti per le prestazioni sportive in essere con i calciatori Luis Maria Alfageme e Leandro Vitiello, la cui naturale scadenza era prevista al 30 Giugno 2016.

 

 

 

 

 

 

PORDENONE - Andata dei playout Pordenone-Monza ( fischio d’inizio alle 16; cancelli aperti dalle 14.30), Bottecchia verso il tutto esaurito per quanto riguarda la tifoseria locale: ci sono ancora un centinaio dei 1.600 biglietti disponibili. Biglietti esclusivamente di Gradinata (Tribuna esaurita). Si consiglia per questo di usufruire del servizio di prevendita, attivo anche domani mattina al Bar Libertà oppure al Caffè Nogaredo. In alternativa recarsi alla biglietteria centrale (via Stadio) alle 13, orario di apertura. La biglietteria ospiti (via San Vito) aprirà alle 14.

I parcheggi: per la tifoseria locale area attorno allo stadio e park Candiani (gratuito dopo le 14), per quella ospite Largo Cervignano.

 

 

 

 

 

 

ANCONA - Fiocco azzurro in casa dorica. L’U.S. Ancona 1905 si congratula con il Responsabile della Comunicazione Mauro Anconetani che ieri sera è diventato papà di Edoardo, uno splendido bambino di 3,600 kg. Gli auguri di tutto l’ambiente biancorosso vanno anche alla mamma Martina e alla figlia maggiore Maria Vittoria

 

 

 

 

 

 

 

 

AVERSA - Anche la Berretti sarà impegnata sabato 23 maggio in uno scontro importante per il futuro della formazione allenata da mister Chianese: gli ottavi di finale dei playoff contro la Salernitana. La gara di andata si svolgerà allo stadio ‘Dony Rocco’ di Campagna (SA), in via Folcata Inferiore, con fischio d’inizio alle ore 15.00.  
Il ritorno è previsto per giovedì 28 maggio a Trentola Ducenta, sempre alle 15.00.

 

 

 

 

 

 

ALBINOLEFFE - Il lavoro sul Settore Giovanile è sempre stato tra i marchi di fabbrica dell'U.C. AlbinoLeffe. I risultati ottenuti dai nostri giovani hanno portato entusiasmo nello staff, nei calciatori, ma anche tra i nostri supporter, in continuo aumento. Abbiamo parlato di questo fenomeno col nostro Ticket Manager, Fiorenzo Pulcini.

altRagionier Pulcini, come giudica la stagione di Allievi Nazionali e Berretti dal punto di vista della biglietteria?

“Credo che entrambe abbiano ottenuto risultati soddisfacenti. Le do qualche numero: i paganti del campionato Berretti sono stati 870, per gli Allievi addirittura 939, considerando anche la gara dei Sedicesimi di finale disputata con l'Ancona”.

Sono numeri che segnano una crescita?

“Leggera per i ragazzi di Del Prato, più significativa per quelli di mister Caccia. A mio modo di vedere, ha influito molto l'andamento della stagione. Gli Allievi sono stati autori di una rimonta importante che ha permesso loro di conquistare le Finali nazionali e il fatto di avere affrontato a fine stagione compagini blasonate come Milan e Parma ha dato un'ulteriore spinta”.

È possibile fare un raffronto con altre realtà della zona?

“No perchè ogni società si regola diversamente in merito alla biglietteria del settore giovanile, ma parlando con molti genitori ho avuto la conferma che l'affluenza nei nostri impianti è molto buona”.

Come valuta l'annata delle nostre formazioni a livello sportivo?

“Pur non considerandomi un tecnico, devo dire che i risultati sono stati positivi, quello che stanno facendo gli Allievi è addirittura eclatante. Sono partiti con qualche difficoltà, ma hanno recuperato e ora sono in lotta per qualcosa di importante. C'è grande continuità nel lavoro e per la nostra realtà è un aspetto molto bello”.

A questo punto è d'obbligo un appello ai nostri tifosi: sosteniamo gli Allievi Nazionali fino alla fine.

“Esattamente. Lancio lo stesso appello che ho fatto in prima persona alla riunione coi nostri ultras: accorrete numerosi al Kennedy di Albino, domenica pomeriggio, per sostenere i ragazzi di Caccia in quella che speriamo essere l'ultima gara casalinga della stagione prima delle Final four di Chianciano”.