Le news non firmate sono prese direttamente dai siti ufficiali delle rispettive società. Grazie


 

 

                                                                   Pistoiese 3 Carrarese 0

di Graziano Breschi

Vietato leggere il tabellino degli angoli. Chiunque potrebbe essere tratto in inganno. Alla fine saranno 8 a 3 a favore della Carrarese. Ma questa è pura statistica, la Pistoiese ha finalmente ottenuto la prima vittoria e con assoluto merito. 94 minuti di gioco senza inutili tatticismi -e di questo si deve ringraziare anche gli ospiti - hanno portato ad un 3 a 0 a favore degli uomini di Remondina che ci sta tutto.  La Pistoiese era già uscita fra gli applausi dei propri tifosi anche quando non aveva raggiunto il risultato pieno ma questa sera gli applausi sono stati ancora più scroscianti. Tutti i reparti hanno lavorato al meglio, la difesa per la seconda volta consecutiva non prende gol e le prestazioni dei 4 della retroguardia sono veramente ragguardevoli, Da citare in particolare l'ultimo arrivato Guglielmotti che si rivela una gradita sorpresa: attento e "mordace" sul pericoloso ex Floriano, travolgente nelle discese sulla fascia destra. A centrocampo ottima la prrova dei vari Hamlili, Luperini e Minotti con una nota di particolare merito per quest'ultimo, che detta i tempi della squadra da uomo navigato e pensare che ha solo 24 anni. Davanti insidiosissimi Gyasi e Rovini che tengono continuamente in allarme i difesori ospiti e grande come al solito capitan Colombo che si fa trovare in ogni parte del campo. Se non avesse sbagliato un gol clamoroso a tre metri dalla porta sarebbe stato da 10 in pagella. La Carrarese ci ha destato una buona impressione perchè non rinuncia mai al gioco ed ha tra le sue fila qualche ragazzo veramente interessante, però la quinta sconfitta in sei gare potrebbe essere un campanello di allarme. Giocare bene e perdere non porta da nessuna parte. Passando alla cronaca c'è da dire che l'inizio è stato frizzante con le due squadre molto propositive. Già al minuto 8 Gyasi semina scompiglio sull'out sinistro e rimette pericolosamente al centro. Rosaia allontana sulla linea col portiere fuori causa. La Pistoiese insiste, al 12' bella iniziativa di Rovini il cui bel cross viene impattato di testa da Luperini, un po' in controtempo,  la palla sorvola la traversa. Il gol è però maturo e giunge al quarto d'ora, da manuale del calcio; azione in verticale da Minotti a Luperini che offre un bellissimo pallone filtrante per Gyasi che in diagonale supera Lagomarsini. La Carrarese cerca la reazione, gran possesso palla ma scarsa pericolosità offensiva se si eccettua un cross di Migliavacca al 33' che attraversa tutto lo specchio della porta senza che nessun giallo azzurro la spinga dentro. Un minuto dopo ingenuità della Pistoiese che regala una punizione dai venti metri.Il tiro a girare di Marsili è però ben parato da Albertoni che fra i pali sembra più sicuro dell'ex titolare Feola. Al 38' la Pistoiese esce dalla propria metà campo, Rovini tenta il tiro a rete ma viene rimpallato sulla palla si avventa Luperini il cui tiro non ha sorte migliore, da ultimo ci prova Neuton il cui tiro centrale è facile prede del portiere. Al 40' di nuovo pericolosa la Carrarese su una punizione dalla destra, Albertoni non esce, il centravanti Miracoli finisce a terra e Cristini non arriva sul pallone. Si va al riposo sul vantaggio arancione. Nella ripresa al 53' bella occasione per il raddoppio ma Luperini non si accorge che alla sua destra sta arrivando come un treno Guglielmotti ed egoisticamente tenta la conclusione dal limite. Il numero uno marmifero si oppone ma non trattiene, Colombo manca il tap-in. Due minuti dopo punizione per la Pistoiese dai 25 metri sui cui sviluppi Minotti lascia partire un gran tiro che finisce di poco alto sulla traversa. Al 56' l'episodio che in pratica sigilla l'incontro, Marsili a palla lontana colpisce Luperini, l'arbitro anche su segnalazione del collaboratore, espelle il numero otto apuano. Non passa un minuto che la Pistoiese raddoppia: il possente Guglielmotti sfonda sulla destra e dal fondo rimette al centro, si avventa Hamlili ed è 2 a 0. La Carrarese accusa e vacilla, al 60' gran contropiede di Gyasi che crossa per Rovini il sinistro del piccolo attaccante è bellamente deviato da Lagomarsini. Danesi opera a più riprese tutte le sostituzioni possibili e al 68' ha l'occasione che potrebbe riaprire la partita, ma la doppia conclusione di Miracoli è prima ribattuta da Albertoni poi da Priola con una acrobatica sforbiciata sulla linea di porta. La Carrarese reclama che la palla avesse già oltrepassato la linea ma l'assistente, ben piazzato, fa ampi gesti che si può continuare. Al 66 Colombo si divora il più facile dei gol buttando alle stelle da tre metri un assist di Rovini. Grandi applausi per Gyasi al 69' che esce per far posto a Finocchio. Al minuto 74 altra sostituzione, questa volta forzata, Hamlili, toccato duro alla tibia , viene sostituito da Benedetti. Peccato per il ragazzo che aveva disputato una buona gara e che rischia di saltare la prossima trasferta. Al minuto 81 standing ovation per Corrado Colombo che esce stremato per far posto a Varano. Il tris lo cala al minuto 85 Rovini che approfitta di un errato disimpegno della Carrarese  e dopo aver superato due avversari batte in diagonale il portiere vanamente proteso in tuffo. L'arbitro Vigile di Cosenza , discutabile in diverse situazioni, manda tutti a fare la doccia dopo tre minuti di recupero. Vittoria meritata della Pistoiese che sembra iniziare a carburare dopo un inizio di campionato un po' altalenante. Si attendono, ora, conferme, già a partire da domenica prossima quando gli arancioni saranno di scena a Siena per l'ennesimo derby

U.S. Pistoiese 1921: Albertoni, Guglielmotti, Zanon, Minotti, Priola, Neuton,  Hamlili(73’ Benedetti), Luperini,  Gyasi ( 68’Finocchio) , Rovini, Colombo (80’ Varano). Allenatore: Remondina. A disposizione: Feola, Placido, Romiti, Sammartino, Boni, Colombini, Benedetti, Proia, Finocchio, Gargiulo,  Varano, Tomaselli.

Carrarese Calcio 1908:  Lagomarsini, Foglio, Rosaia, Battistini, Massoni, Floriano (77’ Rolfini), Marsili, Miracoli, Migliavacca, Cristini (61’ Bastoni), Torell (63’ Tutino)i. Allenatore: Danesi. A disposizione: Contini, Tutino, Benedini, Amico, Calì, Marabese, Rolfini, Brondi, Massaro, Belfasti, Dell’Amico, Bastoni.

Arbitro: Mario Vigile di Cosenza - Assistenti:   G. Sartori di Padova e P. Lenarduzzi di Merano

Note: Temperatura mite,  cielo sereno e manto erboso che appare in ottime condizioni

Marcatori: 15' Gyasi, 57' Hamlili, 85' Rovini.

Ammoniti: Rosaia, Minotti, Hamlili, Foglio, Albertoni

Espulsi:Marsili al 55’

Angoli: 8 a 3 a favore della Carrarese.

Spettatori: 1100 circa

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                 FOGGIA - TARANTO 2-0

reti: 51' Angelo, 92' Letizia

Foggia: Guarna; Angelo, Loiacono, Empereur, Rubin; Agnelli, Vacca, Gerbo; Chiricò, Mazzeo, Sarno

A disp.: Sanchez, Quinto, Letizia, Sainz-Maza, Martinelli, Sicurella, Dinielli, Padovan, Riverola. All. Stroppa

Sostituzioni: 64' Padovan per Chiricò, 72' Riverola per Gerbo, 83' Letzia per Sarno

Taranto: Maurantonio; Altobello, Stendardo, Pambianchi; De Giorgi, Bobb, Lo Sicco, Cedric, Garcia; Bollino, Magnaghi

A disp.: Pizzaleo, Nigro, Paolucci, Potenza, Sampietro, De Salve, Balzano, Langellotti, Balistreri, Viola, De Toni. All. Papagni

Sostituzioni: 22' Balzano per Altobello, 63' Viola per Bobb, 66' Nigro per Stendardo

Arbitro: Prontera di Bologna

Assistenti: Manzolillo di Sala Consilina e Pepe di Ariano Irpino

Note: Gara disputata a porte chiuse. Corner: 10 a 3 per il Foggia.

Ammoniti: Empereur (F), De Giorgi (T), Guarna (F)

 FOGGIA – Prosegue inarrestabile la marcia dei dauni, che asfaltano anche il Taranto e conquistano la sesta vittoria consecutiva. Per questa sfida il tecnico tarantino Papagni schiera dal primo minuto Cedric. Sulla sponda foggiana mister Stroppa lascia in panchina Coletti e Riverola, e lancia nella mischia Loiacono e Gerbo. La prima occasione da gol si registra all' 11' ed è di marca foggiana con Vacca, che con un destro da fuori area che costringe Maurantonio alla deviazione in corner. Al 22' tegola per gli jonici: Altobello dopo uno scontro di gioco è costretto al forfait; al suo posto Balzano. Il calciatore tarantino, nell' uscire dal rettangolo di gioco, accusa un malore e viene trasportato immediatamente all' ospedale dall' ambulanza, prontamente entrata in campo. I padroni di casa, alla ripresa delle ostilità, guadagna campo ed in chiusura di tempo crea due grosse occasioni. Al 40' Angelo scatta al limite dell'area, raccoglie un servizio di Agnelli e scaglia un missile di prima intenzione che chiama agli straordinari Maurantonio. Due minuti dopo grande intervento di Pambianchi, che anticipa la conclusione a rete di Mazzeo su lancio di Sarno. Il tempo si chiude a reti inviolate. La ripresa si apre con la rete che decide il derby: Angelo, servito da Mazzeo, scaraventa in rete al volo in maniera spettacolare. Il Taranto prova a reagire e al 58' Stendardo di testa impegna severamente Guarna. Al 63' rossoneri ancora pericolosi con una velenosa conclusione di Sarno, con l' estremo difensore rossoblu che devia in corner. La retroguardia tarantina subisce un' altra defezione al 66', quando anche Stendardo è costretto a lasciare il campo per infortunio. La capolista controlla agevolmente la partita, senza correre mai grossi rischi. Anzi, in pieno recupero, Riverola lavora una bella palla dall' out destro, la mette in mezzo per Letizia il quale, tutto solo, deve solo spingerla nella porta sguarnita. E sul derby calano i titoli di coda. COSIMO GALEONE

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                              Lucchese-Arezzo 2-2

Lucchese: Nobile, Florio (42' st Longobardi), Capuano, Mingazzini, Forte (29' st Zecchinato), Terrani, Nolé, Bruccini, Espeche, De Feo (25' st Cecchini), Dermaku. A disp. Rinaldi, Melli, Bagatini, Maini, Merlonghi, Fanucchi, Martinez, Gargiuloi, De Martino. All. Galderisi.

Arezzo: Benassi, Muscat, Sabatino (22' st Masciangelo), Corradi, Foglia, Moscardelli, Erpen (14' st Arcidiacono), De Feudis (14' st Yamga), Luciani, Polidori, Sirri. A disp. Garbinesi, Solini, Milesi, Demba Pape, D'Ursi, Ba, Bearzotti, Borra, Rosseti. All. Sottili.

Arbitro: Piscopo di Imperia

Reti: 10' pt Terrani, 33' pt Bruccini, 8' st Moscardelli (R), 34' st Polidori.

Note: ammoniti Mingazzini, Nobile, Moscardelli, Sirri. Spettatori 2215. Angoli 4 a 5.

Fischietto 50' st Finisce qui: è 2-2
BollinoLucchese 48' st Ospiti che continuano a buttare palloni in avanti
BollinoLucchese 46' st Amaranto ancora pericolosi, Lucchese che soffre tremendamente
BollinoLucchese 45' st Cinque minuti di recupero
Sostituzione 42' st Esce Florio entra Longobardi
BollinoLucchese 41' st Arezzo che continua a premere
BollinoLucchese 36' st Lucchese che accusa il colpo
Pallone 34' st Gol! Polidori fa pari di testa!
BollinoLucchese 32' st E' un assalto degli ospiti ormai
Sostituzione 29' st Esce Forte entra Zecchinato
Sostituzione 25' st Esce De Feo entra Cecchini
BollinoLucchese 24' st Miracolo di Nobile su Polidori da distanza ravvicinata
Sostituzione 22' st Entra Masciangelo esce Sabatino
BollinoLucchese 19' st Palo di Polidori a Nobile battuto
BollinoLucchese 16' st Amaranto in pressing costante, Lucchese in difficoltà
Sostituzione 14' st Entrano Yamga e Arcidiacono escono De Feudis e Erpen
BollinoLucchese 13' st De Feo ci prova su punizione: palla alta
CartellinoGiallo 12' st Ammoniti per proteste Moscardelli e Sirri
BollinoLucchese 10' st Reagisce la Lucchese con De Feo: Benassi para in due tempi
Pallone 8' st Gol! Dal dischetto Moscadelli non sbaglia!
Fischietto 7' st Rigore per l'Arezzo: Nobile, ammonito, stende Polidori!
BollinoLucchese 2' st De Feo ci prova subito, ma Benassi è attento
Fischietto 1' st Si riparte!
BollinoLucchese 0' st Mischia in area rossonera, ma alla fine, in qualche modo, il pallone viene allontanato
BollinoLucchese 46' pt Finisce qui il primo tempo: 2-0 per i rossoneri
BollinoLucchese 45' pt Un minuto di recupero
BollinoLucchese 43' pt Bravo Nobile su una conclusione di Luciani che il portiere riesce a accompagnare sulla traversa
BollinoLucchese 37' pt Ci prova De Feo di testa, palla fuori
BollinoLucchese 35' pt Erpen vicino al gol: il suo diagonale va fuori di un soffio
Pallone 33' pt GOOL!!! Azione prolungata in area amaranto, palla che da De Feo va a Bruccini che da pochi passi, in diagonale, insacca!
BollinoLucchese 28' pt Bella azione di Terrani sulla fascia sinistra che costringe in angolo la difesa ospite, sul corner Mingazzini va al tiro, Benassi para
BollinoLucchese 25' pt Partita che in questo momento viene fatta dagli ospiti, con i rossoneri che partono in contropiede
BollinoLucchese 20' pt Lucchese insidiosa dalla sinistra, Terrani mette al centro rasoterra, ma Benassi è attento
BollinoLucchese 18' pt Reazione rabbiosa degli ospiti che pressano la Lucchese nella sua area
BollinoLucchese 15' pt Polidori di testa, palla non lontana dal palo sinistro di Nobile
CartellinoGiallo 13' pt Partita che si scalda: ammonito Mingazzini
Pallone 10' pt GOLLL!!! Terrani si inventa una parabola sugli sviluppi di un angolo che beffa Benassi!
BollinoLucchese 9' pt Circa 300 i tifosi aretini al seguito della formazione di mister Sottili
BollinoLucchese 5' pt Padroni di casa in maglia rossonera, che verrà poi sostituita nelle prossime settimane, Arezzo in maglia bianca e pantoloncini amaranto
BollinoLucchese 3' pt Occasione Arezzo con Foglia che prova a sorprendere con un pallonetto dal limite Nobile, sfera che va alta sopra la traversa
BollinoLucchese 2' pt Match molto delicato per i rossoneri che sono ancora all'asciuto in tema di vittorie e con la posizione di mister Galderisi non certo solida
Fischietto 1' pt Partiti!

 

 

 

 

 

 

                                                                 Reggina -Cosenza

 

 

LE FORMAZIONI UFFICIALI:

REGGINA - 4-3-3 - Sala; Cane, Gianola, Kosnic, Possenti; Bangu, Botta, De Francesco; Oggiano, Coralli, Porcino. a disp.: Licastro, Maesano, De Bode, Lo, Romanò, Knudsen, Mazzone, Tommasone, Bianchimano, Carpentieri. Allenatore: Zeman

COSENZA - 4-4-1-1 - Perina, Corsi, Tedeschi, Blondett, Pinna, Criaco, Caccetta, Ranieri Statella; Mungo; Gambino. a disp.:

 

 

TRIPLICE FISCHIO!!! Reggina e Cosenza chiudono sullo 0-0

92' - OCCASIONISSIMA COSENZA!!! Bene Baclet a sinistra, ottimo traversone dalla sinistra, Caccetta, tutto solo al centro dell'area, appoggia la palla a Sala!!

Tre di recupero.

86' - AMMONIZIONE REGGINA, Giallo per Stefano Botta.

85' - CHE OCCASIONE PER LA REGGINA!!! Bangucalcia una punizione dalla trequarti sulla sinistra, tutto solo in piena area, Gianola non riesce a colpire bene la sfera, che termina sul fondo. Che opportunità per gli amaranto!!

Meno di otto minuti al 90', la Reggina non riesce a trovare idee e spazi davanti. In compenso, buona la prestazione della difesa.

79' - SOSTITUZIONE REGGINA, Fuori De Francesco, in campo Romanò.

76' - Destro sporco di De Francesco dal limite, sugli sviluppi di un corner per gli amaranto, tutto facile per Perina.

75' - Interessante iniziativa a destra di Oggiano, attentissimo il terzino Pinna.

72' - SOSTITUZIONE REGGINA, Fuori Coralli, dentro Bianchimano.

La Reggina prova a cercare spazi e varchi buoni, il gioco amaranto snaturato dall'atteggiamento sparagnino del Cosenza.

70' - SOSTITUZIONE COSENZA, Fuori il reggino Criaco, in campo D'Anna.

67' - SOSTITUZIONE COSENZA, Fuori Gambino, in campo Baclet.

64' - Potenziale occasione da gol per la Reggina. Porcino s'invola a sinistra, traversone al centro per l'inserimento di Bangu, murato da un difensore, poi ancora ci prova il congolese, sfera in corner.

Poche emozioni al Granillo, Cosenza raccolto tutto dietro, la Reggina non trova spazi: la squadra di Zeman è stata ben anestetizzata dagli avversari.

57' - SOSTITUZIONE COSENZA, Fuori Ranieri, in campo Capece. Un mediano per un mediano, non cambia nulla.

55' - Che bella palla di Botta dalla trequarti, chiude bene la difesa.

Nessun cambio nei due undici

46' - SECONDO TEMPO AL VIA!!

 

FINE PRIMO TEMPO, Reggina-Cosenza sullo 0-0

44' - AMMONIZIONE REGGINA, Giallo per Gianola che ferma con le cattive Statella che gli era andato via sulla trequarti.

Ritmo basso della sfida, il Cosenza prova a pungere, senza arrecare grossi pericoli alla porta amaranto.

37' - OCCASIONE REGGINA!!! Colpo di testa da ottima posizione di Coralli, che devia in porta un traversone da sinistra di Di Francesco, blocca Perina.

36' - KOSNIC SALVA LA REGGINA!! Mungo dalla sinistra, cross al centro dall'out di fondo verso Gambino, scivolata provvidenziale del serbo su Gambino!

35' - Rischia tantissimo Kosnic su un colpo di testa all'indietro su traversone poco pericoloso di Pinna. Primo corner a favore del Cosenza.

33' - Si alza l'intensità della pressione amaranto, Porcino attacca Caccetta che perde palla, poi raddoppio della difesa a chiudere sull'esterno sinistro.

32' - Resta a terra Oggiano, colpito da un avversario: qualche difficoltà per il sardo, che poi riprende il suo posto in campo.

Cosenza con il suo 4-4-1-1 non offre spazi alla Reggina, poco presente la mediana amaranto

27' - Cane prova a farsi vedere a destra, traversone lunghissimo, la difesa non ha problemi.

25' - Spinge la Reggina, il Cosenza molto raccolto dietro.

18' - OCCASIONE REGGINA!! Bravo Bangu a destra, cross al centro ed è Corsi a fare una ottima diagonale a salvare il risultato, visto che Porcino era pronto a ribattere in rete da due passi

15' - Pessimo passaggio di Di Francesco, completamnte libero sulla trequarti, azione vanificata.

Gara difficile per la Reggina, Cosenza molto solido, gli amaranto preferiscono non osare.

5' - Ottima giocata di Coralli, che stoppa un lancio dalla trequarti e prova la girata in porta, sfera sul fondo.

Pessimo terreno di gioco del Granillo.

2' - OCCASIONE COSENZA - Traversone dalla destra di Corsi, colpo di testa di Statella, in anticipo su Cane, palla di poco sopra la traversa

0 - PARTITI!!!! Prima palla giocata dal Cosenza.

ore 16.22 - Tutto pronto al Granillo per Reggina-Cosenza. Zeman non propone novità nell'undici titolare.

 

 

 

 

 

 

 

                                                     VIRTUS FRANCAVILLA (3-4-1-2):

Albertazzi, Idda, Abruzzese, Vetrugno, Triarico, Finazzi, Galdean, Gallù, Alessandro, De Angelis, Abate.

A disposizione: Costa, De Toma, Pastore, Liberio, Biason, Nzola, Pino, Tundo, Albertini, Salatino, Turi, Prezioso.

Allenatore: Calabro.

 

MATERA (3-5-2):

Bifulco, Mattera, De Franco, Ingrosso, Di Lorenzo, Iannini, De Rose, Armellino, Casoli, Negro, Infantino.

A disposizione: D’Egidio, Scognamillo, Piccinni, Louzada, Strambelli, Meola, Sartore, Carretta, Gigli.

Allenatore: Auteri.

 

ARBITRO: Manuel Volpi (Arezzo).

PRIMO ASSISTENTE: Leonardo De Palma (Termoli).

SECONDO ASSISTENTE: Michele Pizzi (Termoli).

 

SECONDO TEMPO

48 - Finisce qui! E' 4-1 per i biancoazzurri al Giovanni Paolo II contro una Virtus Francavilla che esce comunque a testa alta e con il Matera che porta a casa tre punti davvero importanti per la propria classifica.

47 - Secondo corner per i biancoazzurri in questa partita.

46 - RETE! RETE! RETE! IL MATERA CALA IL POKER! SEGNA STRAMBELLI - Biancoazzurri che segnano anche la quarta rete in questo finale di match. In rete ci va Strambelli, realizzando la sua seconda rete stagionale.

45 - Saranno 4 i minuti di recupero in questo secondo tempo.

43 - Il Matera, a Francavilla Fontana, non ha mai perso: 4 vittorie e 3 pareggio. Balza agli occhi il 3-7 della stagione 2008-09.

40 - Alla vigilia, ci sono state anche le parole di Antonio Picci, ex di Virtus Francavilla e Matera, con le quali ha vinto due campionati di Serie D. L’attuale attaccante della Turris ha affermato che sarebbe servito lui in questa partita per decidere il match.

39 - Ultimo cambio per i biancoazzurri: esce Casoli, entra Strambelli.

38 - RETE! GOL DELLA BANDIERA PER LA VIRTUS FRANCAVILLA - Ci pensa Pastore e realizzare per i suoi una rete che in questo momento del match serve davvero a poco.

38 - Altro giallo in casa francavillese: ammonito Pastore.

37 - Alla vigilia, i due tecnici hanno speso parole di elogio per entrambe le squadre. Auteri ha parlato di una Virtus Francavilla che non può essere considerata come una matricola. Calabro, invece, ha espressamente affermato che questo Matera ha tutto per vincere il campionato.

35 - Secondo cambio per mister Auteri: esce Negro, entra Sartore.

34 - Insieme a Virtus Francavilla – Matera, in questa sesta giornata, alle ore 14.30 si gioca anche Siracusa – Lecce, match importante per entrambe le formazioni. I biancoazzurri sono interessati al risultato del Lecce per le parti alte della classifica. La Virtus Francavilla, è interessata al risultato del Siracusa per la zona salvezza.

31 - Primo cambio per i biancoazzurri: esce Iannini, entra Louzada. Matera che adesso passa al 3-4-3.

28 - RETE! RETE! RETE! IL MATERA CALA IL TRIS! LA CHIUDE NEGRO - Matera che trova la rete che chiude il match. Ci pensa Negro a realizzare la terza rete e a chiudere il discorso.

27 - Clamoroso: Virtus Francavilla in dieci! Espulso il centrocampista Prezioso per doppia ammonizione, davvero sfortunata la sua partita.

26 - Settimo tiro dalla bandierina per la Virtus Francavilla.

25 - Per il Matera, in questo inizio di stagione, nei tornei di Lega Pro disputati finora, non era mai partito meglio: 11 punti conquistati in 5 partite.

21 - Sesto corner per la formazione di mister Calabro. Nell'occasione viene ammonito anche il centrocampista francavillese Prezioso.

18 - Ultimo cambio per la Virtus Francavilla: esce Abate, entra Pastore.

17 - Altro calcio d'angolo per la formazione di casa: è il quinto tiro dalla bandierina.

15 - Primo calcio d'angolo per la formazione biancoazzurra in questo match.

14 - Altro cartellino giallo nelle fila biancoazzurre: ammonito il centrocampista Armellino.

12 - Secondo cambio per la Virtus Francavilla: esce Gallù, entra Nzola.

08 - Altro cartellino giallo nelle fila francavillesi: ammonito Galdean.

06 - Quarto corner per la formazione di casa che sembra essere partita con il piglio giusto in questo secondo tempo.

00 - Riprende il match! Primo cambio per i padroni di casa: esce Prezioso, entra Finazzi. Nessun cambio per il momento da parte di Auteri.

 

PRIMO TEMPO

45 - Finisce qui il primo tempo! E' 2-0 per i biancoazzurri che grazie a due reti di Armellino si sono portati in vantaggio.

43 - Nelle fila della Virtus Francavilla, c’è un tecnico esordiente in questa categoria: Antonio Calabro che con i biancoazzurri ha vinto due campionati consecutivi, prima in Eccellenza, poi in Serie D.

41 - Primo ammonito nel match anche nelle fila biancoazzurre: giallo per Di Lorenzo.

38 - Terzo corner per la Virtus Francavilla in questo momento del match.

36 - Nell’ultimo match, il Matera ha pareggiato in casa per 0-0 contro il Catania. La Virtus Francavilla, invece, ha perso 2-1 in quel di Agrigento contro l’Akragas.

32 - De Angelis nelle fila della Virtus Francavilla, ed Infantino fra quelle del Matera, vanno a caccia del terzo centro stagionale in questa stagione. Nei lucani, anche Negro è fermo a quota due in questo momento.

29 - Secondo corner per la Virtus Francavilla in questo match.

27 - RETE! RETE! RETE! RADDOPPIO DEL MATERA! ANCORA ARMELLINO - Sempre dalla stessa mattonella, l'ex Reggina fulmina Albertazzi e realizza la rete del raddoppio. Un due a zero davvero importante per i biancoazzurri.

25 - Arbitra il match Manuel Volpi di Arezzo con gli assistenti De Palma e Pizzi di Termoli. Solo un precedente fra l’arbitro toscano e i biancoazzurri: lo scorso dicembre, ad Ischia, l’allora formazione di Padalino si impose 5-0 sugli isolani.

23 - Altro cartellino giallo in questo match: ammonito Gallù.

18 - RETE! RETE! RETE! MATERA IN VANTAGGIO! LA SBLOCCA ARMELLINO - Biancoazzurri subito in vantaggio. Rete realizzata da Armellino su calcio di punizione. Per l'ex Reggina, è la seconda rete in questa stagione, raggiunge Infantino e Negro. Per il Matera non potera cominciare meglio.

17 - Primo giallo in questo match: ammonito il difensore di casa Abruzzese.

14 - Dal 3-5-2 iniziale, quello del Matera sembra essere più un 3-4-1-2 con Iannini che spesse volte dalla posizione di mezzala alle spalle di Infantino e Negro.

08 - Primo corner del match: è in favore della Virtus Francavilla che è partita davvero a razzo.

05 - Per la prima volta in questa stagione, il Matera scende in campo con la terza maglia: tenuta bianco - granata. Virtus Francavilla, invece, in tenuta a strisce biancocelesti.

00 - Parte il match allo stadio Giovanni Paolo II. Calcio d'affio battuto dalla formazione di mister Calabro.

R,Chito

 

 

 

 

 


CREMONESE (4-3-1-2): Ravaglia; Salviato, Marconi, Polak, Procopio; Pesce (13' st Stanco), Porcari (31' st Cavion), Moro; Perrulli; Scappini (31' st Maiorino), Brighenti. A disposione: Bellucci, Galli, Belingheri, Stanghellini, Haouhache, Scarsella. All. Tesser


PIACENZA (4-3-3): Miori; Sciacca (40' st Castellana), Pergreffi, Silva, Agostinone; Barba, Taugourdeau, Cazzamalli; Matteassi (17' st Abbate), Razzitti (34' st Titone), Franchi. A disposizione: Kastrati, Di Cecco, Saber, Colombini, Segre, La Vigna, Debeljuh. All. Franzini


ARBITRO Capone di Palermo, assistenti Baldelli di Reggio Emilia e Massimino di Cuneo.
RETI:16' pt e 17' st Taugourdeau, 21' st Scappini.


NOTE: Giornata soleggiata, campo in ottime condizioni. Spettatori: 5180, 1780 abbonati e 3400 paganti. Tiri: 7-8. Corner: 9-3. Ammoniti: 14' pt Agostinone, 37' pt Perrulli, 4' st Cazzamalli, 16' st Porcari. Espulsi: nessuno. Recuperi: 0' pt e 6' st.

 

 

Aggiornamento 51' st - Piacenza immenso, "Zini" sbancato dopo 96' minuti di gioco grazie alla doppietta di Taugourdeau. E' il terzo derby vinto in trasferta consecutivamente. Inutile il gol di Scappini.

Aggiornamento 49' st - Cremonese vicina al pari con Procopio il cui tiro viene respinto in corner da Miori.

Aggiornamento 46' st - Sei minuti di recupero, Cremonese tutta avanti alla ricerca del pari.

Aggiornamento 40' st - Siamo alle battute finali del derby, la tensione si taglia a fette. Squadre molto stanche in campo.

Aggiornamento 30' st - Piacenza sciupa ancora il terzo gol con Sciacca, che spara a lato da ottima posizione.

Aggiornamento 29' st - Bellissima azione del Piacenza, Franchi irrompe in spaccata sul cross di Razzitti ma Ravaglia si supera e respinge.

Aggiornamento 21' st - Accorcia la Cremonese con un preciso colpo di testa di Scappini, su punizione di Perrulli.

Aggiornamento 17' st - Raddoppio ancora di Taugourdeau, scarico di Agostinone sull'inserimento del centrocampista e piattone vincente sul palo lungo.

Aggiornamento 12' st - Partita vibrante. Poco fa altra occasionissima per Barba che calcia fuori da ottima posizione.

Aggiornamento 11' st - Doppio legno per la Cremonese, prima con Scappini (diagonale) poi violento tiro da fuori di Perrulli (traversa).

Aggiornamento 10' st - Piacenza pericolosissimo con un colpo di testa di Cazzamalli (fuori di pochissimo), squisitamente imbeccato da un cross dalla sinistra di Franchi.

Aggiornamento 2' st - Colpo di testa pericoloso di Polak, finito alto per un nulla sugli sviluppi di un corner.

Aggiornamento 1' st - Iniziato il secondo tempo. Nessun cambio.

Aggiornamento 45' pt - Finisce il primo tempo con il Piacenza in vantaggio grazie a un gol di Taugourdeau. Biancorossi perfetti nei primi 45', vicini al raddoppio in più occasioni.

Aggiornamento 41' pt - Testa di Scappini tutto solo in area, ma Miori para a terra.

Aggiornamento 40' pt - Altra occasione sciupata per il Piacenza, Agostinone sbaglia il cross per Razzitti, dopo che era stato servito da un tacco di Cazzamalli, e calcia tra le braccia di Ravaglia.

Aggiornamento 37' pt - Giallo allo "Zini": prima Miori, in uscita disperata, viene espulso per aver preso la palla con le mani fuori dall'area, ma su segnalazione del guardalinee il direttore di gara annulla la decisione e decreta il calcio di punizione per la posizione di offside di Brighenti.

Aggiornamento 28' pt - Grande occasione per il Piacenza con Barba, che si impadronisce di una palla vagante in area (messa in mezzo da una rimessa di Matteassi) e tira in porta ma la conclusione è debole e para Ravaglia.

Aggiornamento 23' pt - Cremonese molto pericolosa con Scappini, il quale addomestica un cross di Moro e calcia di prima intenzione: la palla finisce alta di poco.

Aggiornamento 16' pt - Piacenza in vantaggio con Taugourdeau, che fulmina Ravaglia sugli sviluppi di un contropiede. Cruciale l'apporto di Franchi, che serve un cioccolatino al compagno di squadra il quale segna di piatto.

Aggiornamento 11' pt - Grossa occasione per il Piacenza: sontuosa combinazione Agostinone-Taugourdeau, con il francese che conclude a un metro dal palo.

Aggiornamento 6' pt - Già due corner per le Cremonese, inizio incerto dei biancorossi in queste prime battute.

Aggiornamento 1' pt - Inizia il settantaquattresimo derby del Po. Lo "Zini" è un catino bollente.

Aggiornamento - Si fa male Lucchini nel riscaldamento, Tesser inserisce Polak nella formazione iniziale.

Aggiornamento - Si scalda l'atmosfera dello "Zini" a 20 minuti dal fischio d'inizio. In tribuna si vedono tanti ex biancorossi, tra cui il mitico Gianpiero Piovari e Simone Guerra.

sportpiacenza.it

 

 

 

 

                                                               Olbia _Livorno

 

Olbia (4-3-1-2): Montaperto, Pinna, Dametto, Miceli, Cotali, Muroni, Geroni, Piredda, Cossu, Capello (16' st Ragatzu), Kouko. A disp: Deiena, Van Der Want, Pisano, Murgia, Russu, Auriemma, Scanu, Senesi, Quaranta, Tetteh. All. Mignani.

Livorno (4-3-1-2): Mazzoni, Toninelli (19′ pt Rossini), Borghese (43' st Murilo), Gasbarro, Lambrughi, Morelli, Luci, Giandonato, Ferchichi, Venitucci, Maritato. A disp: Falcone, Gonnelli, Gemmi, Marchi, Bergvold, Dell’Agnello, Folegnani. All. Foscarini.

Arbitro: Meleleo di Casarano (Zingrillo e Moro).

Ore 14,31. Inizia il match.

7′  La prima occasione è dell'Olbia. Punizione di Cossu, Mazzoni vola e respinge;

12′ Ancora l'Olbia. Lancio di Pinna per Kouko, Lambrughi anticipa l’attaccante sardo;

18′ Problemi muscolari per Toninelli del Livorno che non ce la fa a continuare;

19′ Cambio nel Livorno. Esce Toninelli, entra Rossini;

20′ Il Livorno cambia assetto. Rossini passa centrale nella difesa, Morelli va a destra e Gasbarro a sinsitra;

24' Bella azione del Livorno. Gasbarro effettua un cross per Venitucci, ma questi viene anticipato da Miceli;

27′ Occasione per il Livorno.Venitucci ruba palla a Cotali e prova il sinistro, buona la presa di Montaperto;

28′ L'Olbia vicino al gol. Cross di Pinna, Geroni colpisce di testa e Capello spara alle stelle da vicino;

30' Ammonito Giandonato del Livorno;

36' Livorno dinamico. Punizione dai 35 metri per gliamaranto, la difesa dell’Olbia spazza via e allontana il pericolo;

Ore 15,17. Il primo tempo finisce sul punteggio di 0 a 0 tra Olbia e Livorno.

Ore 15,32. Inizia il secondo tempo.

2'  Livorno pericoloso. Giandonato sfiora il gol direttamente dalla bandierina, neutralizza Montaperto che non si fa sorprendere;

5'  Traversa per l'Olbia. Cossu serve Miceli che di testa colpisce la traversa con Mazzoni battuto;

10' Olbia vicinissima al gol. Cossu spara sul palo, Livorno in affanno;

14' Si fa vedere il Livorno. Punizione dalla destra, Montaperto respinge di pugno;

16' Cambio nell'Olbia. Esce Capello, in campo Ragatzu;

18' Ammonito Cossu dell'Olbia;

35' Olbia pericoloso. Kouko prova la giocata a sorpresa ma la palla finisce sul fondo;

40' Olbia vicinissimo al gol. Tiro di Cossu, insidiosissimo, ma Mazzoni interviene e salva il risultato;

42' Gol dell'Olbia. In gol va Miceli che, arrivando alle spalle di tutti sugli sviluppi di un corner, sirprende la retroguardia amaranto e mette la palla alle spalle di Mazzoni;

43' Cambio nel Livorno. Esce Borghese, entra Murilo;

45' Sostituzione nell'Olbia. Esce Cossu, entra Auriemma;

m.toti

 

 

 

 

                                                              Parma – AlbinoLeffe 1-0

Marcatori: 46′ Evacuo

PARMA CALCIO 1913: Zommers, Canini, Corapi (V.Cap.), Lucarelli (Cap.), Giorgino (82′ Simonetti), Nocciolini (73′ Garufo), Calaiò (84′ Melandri), Nunzella, Coly, Scavone, Evacuo.

All.: Apolloni

A disposizione: Coric, Saporetti, Miglietta, Baraye, Guazzo, Benassi, Ricci, Messina, Fall.

UC ALBINOLEFFE: Coser, Gavazzi (Cap.), Zaffagnini, Magli, Loviso (V.Cap.), Mastroianni, Cortellini (73′ Moreo), Agnello, Anastasio (53′ Gonzi), Giorgione (88′ Guerriera), Virdis.

All.: Alvini

A disposizione: Cortinovis, Mondonico, Scrosta, Dondoni, Mandelli, Minelli.

Arbitro: Sig. Ilario Guida di Salerno. Assistenti: Sigg. Antonio Vono di Soverato e Maurizio Cartaino di Pavia.

Note – Calci d’angolo: 2-0. Ammoniti: Anastasio (35′), Coser (37′), Benassi (49′) in panchinaRecupero: 0’pt, 5’st.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                   FORLI'-SAMBENEDETTESE 0-1


MARCATORI Mancuso al 22' p.t.
 
FORLI' (3-5-2) Turrin; Vesi, Cammaroto, Conson; Tentoni, Tonelli, Capellupo, Spinosa, Franchetti (dal 68’ Alimi); Bardelloni, Capellini (dal 54’ Parigi).
A disposizione: Baldassarri, Baschirotto, Croci, Di Rocco, Ferretti, Sereni, Piccoli, Ricci Frabattista, Nisi.
All. Massimo Gadda.
 
SAMBENEDETTESE (4-3-3) Frison; Di Filippo, Ferrario (dal 37' Mori), Radi, Pezzotti; Lulli, Berardocco (dal 78’ Damonte), Sabatino; Mancuso, Sorrentino, Di Massimo (dal 67' Tortolano).
A disposizione: Pegorin, Raccichini, Di Pasquale, Crescenzo, Caldellori, Tavanti, Mattia, Vallocchia, Fioretti. All. Ottavio Paladini.
 
ARBITRO Gariglio di Pinerolo.
NOTE spettatori 1.000 circa. Ammoniti Di Filippo, Alimi. Angoli 4-1
 
 
3' tiro dalla destra di Mancuso, respinge Turrin. 
19' Mancuso va al tiro in area e sfiora il palo.
20' Vesi salva sulla linea il colpo di testa di Di Massimo dopo un uscita imprecisa di Turrin.
23' Sorrentino anticipa Vesi e Turrin, mette in mezzo per Mancuso che segna.
29' scambio Capellini – Capellupo, il capitano biancorosso va al tiro che finisce alto. 
36' entra Mori esce Ferrario
45' Bardelloni serve Tonelli che in area tira, ma senza centrare lo specchio.
54' esce Capellini entra Parigi. 
57' Sorrentino riceve palla a centrocampo e parte in progressione verso la porta. Il suo passaggio in area è però impreciso e nessuno ci arriva.
64' Bardelloni calcia dal limite, ma la palla va alta.
65' Tentoni serve Parigi che calcia in porta, ma la difesa ospite salva sulla linea.
66' Sabatini in area calcia, ma Turrin respinge. 
66' Tentoni riceve e da due passi calcia in porta. Il portiere mette il corpo e para.
67' esce Di Massimo entra Tortolano.
68' esce Franchetti entra Alimi.
70' Lulli riceve da buona posizione ma spreca una buona occasione. 
78' Spinosa entra in area con un'ottima incursione ma la difesa si salva.
78' Entra Damonte esce Berardocco.  
86' Lulli riceve al limite dell'area e va al tiro, che finisce di poco a lato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                              Venezia -Lumezzane

 

Reti: 25′ Ferrari; 77′ Allegra aut.

VENEZIA (4-4-2): 1 Facchin; 2 Luciani (81′ -> 25 Cernuto), 13 Modolo, 6 Domizzi, 14 Pellicanò; 24 Fabris, 4 Pederzoli (87′ -> 8 Soligo), 7 Bentivoglio, 17 Marsura; 19 Geijo, 9 Ferrari (66′ -> 21 Acquadro). All.: Filippo Inzaghi.

A disposizione: 12 Sambo, 22 Vicario, 3 Galli, 5 Malomo, 15 Stulac, 11 Tortori, 20 Edera.

LUMEZZANE (4-4-2): 1 Pasotti; 14 Allegra, 24 Tagliani, 6 Sorbo, 13 Rapisarda (78′ -> 2 Bonomo); 4 Arrigoni (66′ -> 8 Speziale), 10 Genevier, 5 Calamai; 17 Varas (56′ -> 18 Russini), 16 Leonetti, 9 Barbuti. All.: Antonio Filippini.

A disposizione: 12 Fiory, 3 Raucci, 19 Brusacà, 23 Magnani, 15 Vaccaro, 20 Gentile, 21 Padulano.

ARBITRO: Fabio Schirru di Torino.

NOTE: Giornata soleggiata, terreno in discrete condizioni. Ammoniti: Acquadro; Calamai, Leonetti, Tagliani. Angoli: 5-4 per il Lumezzane. Recupero: 1′ pt – 6′ st. Spettatori:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                              Maceratese-Pordenone 2-4 

GOL: pt 21′ Gattari, 24′ Berrettoni, 36′ Arma (rig.); st 7′ Ventola, 27′ Arma, 33′ Cattaneo

MACERATESE (4-3-3): Forte; Ventola (st 40′ Mestre), Perna, Gattari, Broli; Malaccari, Quadri (st 42′ Allegretti), De Grazia; Turchetta (st 13′ Palmieri), Colombi, Petrilli. A disp.: Moscatelli, Gremizzi, Bondioli, Marchetti, Cantarini, Massei Marco, Massei Amedeo, Quadrini, Franchini. All. Giunti.
PORDENONE (4-4-2): Tomei; Semenzato, Stefani, Parodi, De Agostini; Buratto, Misuraca, Burrai, Martignago (st 17′ Cattaneo); Berrettoni (st 20′ Pietribiasi), Arma (st 47′ Broh). A disp.: D’Arsiè, Pellegrini, Azzi, Marchi, Raffini, Gerbaudo, Filinsky. All. Tedino.
ARBITRO: Mantelli di Brescia. Assistenti: Scarica di Castellammare Stabia e Vettorel di Latina.
NOTE: ammoniti Petrilli, Ventola, Burrai, Gattari. Angoli 4-5. Un migliaio di spettatori. Recupero: pt 1′.

PRIMA FRAZIONE

10′ grande occasione per la Maceratese: rasoterra di Petrilli che centra il palo.

11′ Arma in gol ma a gioco fermo: fuorigioco.

13′ occasionissima neroverde. Affondo di Semenzato sulla destra, cross per Arma, che aggancia al volo e suggerisce per Berrettoni. La conclusione ravvicinata del numero 10 è ribattuta miracolosamente da Forte.

21′ vantaggio della Maceratese. Punizione di Quadri, colpo di testa di Gattari in area che supera Tomei. Forza ragazzi! Maceratese-Pordenone 1-0.

24′ PAREGGIO NEROVERDE!!! Cross dalla sinistra di Martignago, sponda di testa dal secondo palo di Arma: Berrettoni gira in rete alle spalle di Forte. Secondo centro in campionato per il 10 dei ramarri. Maceratese-Pordenone 1-1, GOOOOOOOOL!!!

33′ cross teso di Berrettoni dalla destra, Arma di testa cerca di prendere in controtempo Forte, che però è molto attento e blocca la sfera.

35′ su angolo di Burrai dalla destra, evidente trattenuta di Broli su Semenzato: rigore.

36′ VANTAGGIO NEROVERDE!!! Sempre lui: Rachid Arma, al sesto centro in sei gare! Dal dischetto il bomber del Pordenone non sbaglia. Rimonta completata. Maceratese-Pordenone 1-2, GOOOOOOOOL!!!

41′ girata di Colombi di poco a lato.

42′ occasionissima neroverde: su assist di Buratto Berrettoni di testa colpisce la traversa, poi Arma (sempre di testa) insacca ma a gioco fermo per un presunto fallo.

45′ sinistro di Colombi sul fondo.

45′ un minuto di recupero.

46′ INTERVALLO ALL’HELVIA RECINA! Pordenone in vantaggio 2-1 sulla Maceratese. Rimonta neroverde dopo l’iniziale svantaggio (a segno Gattari). Berrettoni impatta su assist di Arma e proprio Arma dal dischetto (rigore per fallo su Semenzato) porta avanti i ramarri firmando il sesto gol in altrettante gare di campionato. Forza ragazzi, #forzaramarri!

SECONDA FRAZIONE

Nessun cambio.

4′ subito una grande occasione neroverde. Cross dalla sinistra di Martignago, colpo di testa di Berrettoni: super respinta di Forte.

7′ pareggio della Maceratese: affondo sulla destra di Ventola che insacca con un tiro nell’angolo lontano. Maceratese-Pordenone 2-2. Forza ragazzi!

17′ primo cambio nel Pordenone: esce Martignago ed entra Cattaneo.

20′ secondo cambio nel Pordenone: esce Berrettoni ed entra Pietribiasi.

27′ NEROVERDI DI NUOVO AVANTI!!! Angolo dalla sinistra di Burrai e Arma – sempre lui! – insacca al volo dal secondo palo. Settimo centro in 6 gare per il bomber, sempre più capocannoniere del campionato. Maceratese-Pordenone 2-3, GOOOOOOOOL!!!

32′ ripartenza di Pietribiasi, fermato da Ventola in angolo.

33′ POKER NEROVERDE!!! Eurogol di Cattaneo, al volo di sinistro (sua specialità) su angolo dalla destra di Burrai ribattuto dalla difesa di casa. Doppio vantaggio del Pordenone. Maceratese-Pordenone 2-4, GOOOOOOOOL!!!

47′ terzo cambio nel Pordenone: esce Arma ed entra Broh.

 

 

 

 

 

 

 

                                                              Bassano - Santarcangiolese

Bassano Virtus (4-4-2): Bastianoni; Formiconi, Barison, Bizzotto, Crialese; Falzerano, Bianchi, Proietti, Minesso (dal 73' Rantier); Fabbro (dal 64' Cenetti), Grandolfo (dal 57' Maistrello). (A disp. Piras, Pasini, Candido, Tronco, Cavagna, Soprano, Bortot, Lancini). All. Luca D'Angelo

Santarcangelo (5-3-2): Nardi; Posocco, Oneto, Adorni, Sirignano, Rossi; Valentini (dal 46' Ungaro), Dalla Bona, Carlini; Cesaretti (dal 68' Merini), Cori. (A disp. Gallinetta, Santini, Ronchi, Gulli, Alonzi, Danza, Penna). All. Michele Marcolini

 

Arbitro: Sig. Miele Davide di Torino

Marcatori: 13' Barison (B), 40' Minesso (B) su rig., 67' Minesso (B), 78' Bianchi (B)

Ammoniti: Dalla Bona (S), Bizzotto (B), Adorni (S)

Recupero: pt 1'; st 4'

Corner: 4-4

Spettatori:

Note: Giornata soleggiata. Terreno in buone condizioni.

 

Primo tempo:

5' Passaggio all'indietro di Falzerano per Grandolfo, conclusione a lato di poco

9' Carlini prova la conclusione dal limite, palla alta sopra la traversa

11' Trattenuta di Adorni ai danni di Grandolfo in area, l'arbitro lascia correre, cadendo l'attacante prova a colpire ma Nardi è attento

13' GOL BASSANO!!! Cross dalla destra di Falzerano, stacco imperioso di Barison e prima rete per lui!!!

17' Doppia occasione per il Bassano! Prima Fabbro trova la gran risposta di Nordi, poi diagonale di Falzerano rimpallato

22' Bella punizione di Dalla Bona dal limite, ma grande risposta del portiere giallorosso Bastiano, che respinge in tuffo

35' Proietti prova il pallonetto dalla lunga distanza vedendo Nardi fuori dai pali, il portiere recupera e para in due tempi

37' Formiconi palla dentro per Grandolfo che in scivolata non trova di un soffio la deviazione vincente.

38' Rigore Bassano!!! Tiro di Bianchi rimpallato con un fallo di mano da Dalla Bona che viene ammonito

40' GOL BASSANO!!! Dal dischetto Minesso che con una conclusione potente non lascia scampo a Nardi. Secondo gol per lui! Raddoppio Bassano!

42' Falzerano da corner trova l'incrocio dei pali

Fine pt. Bassano Virtus-Santarcangelo 2-0
Bassano scoppiettante in questo primo tempo! Prima il colpo di testa di Barison al 13' poi al 40' Minesso su rigore!
 

46' Prima sostituzione per il Santarcangelo: entra Ungaro al posto di Valentini

47' Colpo di testa di Dalla Bona, stacca Adorni di testa, palla a lato

50' Ammonito Bizzotto

52' Punizione di Dalla Bona e respinta di pugni di Bastianoni

57' Prima sostituzione per il Bassano: entra Maistrello al posto di Grandolfo

59' Girata dall'alterzza del dischetto di Ungaro, palla alta sopra la traversa

63' GOL BASSANO!!! Punizione fantastica di Minesso sotto l'incrocio dei pali! Doppietta per l'esterno giallorosso!!

64' Seconda sostituzione per il Bassano: entra Cenetti al posto di Fabbro

68' Seconda sostituzione per il Santarcangelo: entra Merini al posto di Cesaretti

72' Ultima sostituzione per il Bassano: entra Rantier al posto dell'applauditissimo Minesso

73' Ammonito Adorni

78' GOL BASSANO!!! Assist di Falzerano che pesca Bianchi da solo, il quale con un piatto destro insacca il suo primo gol in giallorosso

82' Ultima sostituzione per il Santarcangelo: entra Gulli al posto di Posocco

84' Contropiede di Falzerano che prova la conclusione ma trova la gran risposta di Nardi

4 minuti di recupero

 

 

 

 

 

 

                                                                         Gubbio -Padova

 

 

Gubbio (4-3-3): Volpe; Marini, Burzigotti, Rinaldi, Zanchi; Valagussa, Romano, Giacomarro; Ferretti, Candellone, Casiraghi.
A disposizione: Monti, Pollace, Petti, Croce, Musto, Marghi, Conti, Bergamini, Costantino, Tavernelli.
Allenatore: Magi.

Padova (3-4-3): Bindi; Cappelletti, Emerson, Russo; Boniotti, Mandorlini, Dettori, Favalli; Madonna, Altinier, Fantacci.
A disposizione: Favaro, Tentardini, Germinale, Sbraga, Scevola, Gaiola, Mazzocco, Cisco.
Allenatore: Brevi.

Arbitro: Pashuku di Albano Laziale (assistenti Vitaloni e Massara).

 

SECONDO TEMPO

  • 94' 

    Finita! Il Padova espugna (obiettivamente al di là dei propri meriti) il Barbetti di Gubbio ottenendo il primo successo esterno stagionale! Risultato che potrà fungere da buon viatico per ritrovare la forma migliore nelle prossime gare per la truppa biancoscudata.

  • 94' 

    Ultimo traversone eugubino controllato da Bindi. Pochi secondi al termine. 

  • 93' 

    Forcing Gubbio: pericolosa conclusione di Ferretti dai venti metri che termina sul fondo, poco lontano dall'incrocio dei pali della porta biancoscudata!

  • 92' 

    Musto semina il panico in area, palla tesa al centro, Valagussa non ci arriva di un soffio. 

  • 90' 

    Quattro minuti di recupero. 

  • 86' 

    Gol del Padova! Cappelletti svetta su calcio d'angolo battuto da Emerson e trafigge centralmente l'incolpevole Volpe! Vantaggio a sorpresa per i biancoscudati!

  • 85' 

    Ultima sostituzione anche tra le fila del Gubbio: fuori Giacomarro, dentro Croce. 

  • 83' 

    Calcio d'angolo in favore del Padova: nulla di fatto. 

  • 81' 

    Meno di dieci minuti al 90'; Gubbio in possesso del pallone. 

  • 79' 

    Ultimo avvicendamento biancoscudato, con Favalli che lascia spazio a Tentardini. Nulla cambia dal punto di vista tattico. 

  • 78'  

    Sesto calcio d'angolo della gara in favore del Gubbio: difesa ancora attenta. 

  • 75' 

    Padova redivivo: palla in mezzo di Mandorlini in direzione di Germinale, che in girata conclude però di poco alto. 

  • 69' 

    Secondo cambio di casa, con Petti che rileva Zanchi. 

  • 68' 

    Paratissima di Bindi su sventola di Ferretti dal cuore dell'area di rigore! Palla in corner. 

  • 64' 

    Il Gubbio prende coraggio presentandosi ripetutamente nei pressi dell'area di rigore biancoscudata con una serie di manovre avvolgenti.

  • 63' 

    Erroraccio in fase di disimpegno da parte di Russo, Musto si invola verso la porta di Bindi, venendo però provvidenzialmente fermato dal tandem Emerson-Cappelletti. Che pericolo!

  • 62' 

    Ci prova Mandorlini dai venticinque metri: palla che termina non lontano dal palo alla destra di Volpe. 

  • 61' 

    Primo cambio effettuato da Magi, con Musto che prende il posto di Casiraghi. 

  • 58' 

    Tiraccio al volo di Germinale su calcio di punizione dalle retrovie battuto da Dettori: palla in curva. 

  • 56' 

    Gubbio a un passo dal vantaggio con Marini, che, su traversone proveniente dalla destra, calcia a lato da ottima posizione! 

  • 54' 

    Break di Dettori a centrocampo, preciso lancio in direzione di Altinier, ma la difesa umbra allontana il pericolo in extremis

  • 52' 

    Violenta conclusione centrale di Madonna dalla distanza: Volpe controlla in due tempi. 

  • 51' 

    Altra ottima copertura difensiva di Russo, il migliore fino a questo momento nella retroguardia biancoscudata. 

  • 46' 

    Ripartiti! Palla al Padova. 

  • 46' 

    Il Padova deve registrare più di qualche meccanismo, ecco allora Brevi effettuare già prima dell'inizio della ripresa un doppio campio: Germinale per Fantacci e Mazzocco per Boniotti. Si passa dunque al consueto 3-5-2, con Madonna che torna ad agire come esterno destro. 

  •  

    PRIMO TEMPO

  • 45' 

    Nemmeno un minuto di recupero, squadre negli spogliatoi ancora sullo 0-0. Più Gubbio che Padova in questo primo tempo, vista anche la manovra per ora troppo poco incisiva da parte dei biancoscudati. 

  • 42' 

    Ammonito Mandorlini: fallo tattico sulla trequarti. 

  • 41' 

    Ripartenza biancoscudata sull'asse Cappelletti-Fantacci, palla in verticale per Altinier, che viene però anticipato da Burzigotti. 

  • 40' 

    Continua a spingere il Gubbio, alla ricerca del vantaggio prima dell'intervallo. 

  • 36' 

    Fuga di Ferretti sulla destra efficacemente interrotta da Russo in scivolata. 

  • 35' 

    Padova che cerca di proporsi nella metà campo di casa, ma la manovra appare ancora poco lucida. 

  • 32' 

    Cross di Fantacci dalla destra che cade nel vuoto e termina mestamente sul fondo. 

  • 29' 

    Primo corner della gara in favore del Gubbio: nulla di fatto. 

  • 28' 

    Momento di impasse per il Padova, che da almeno un quarto d'ora non riesce a rendersi pericoloso dalle parti di Volpe. 

  • 26' 

    Vista la situazione, Ferretti cerca di colpire con una conclusione dalla distanza che però termina di poco alta sopra la traversa della porta difesa da Bindi. Sarebbe stato un eurogol. 

  • 25' 

    Gubbio che cerca di pungere tramite traversoni in area di rigore, ma la difesa biancoscudata regge. 

  • 23' 

    Velleitaria conclusione di Favalli dalla distanza ribattuta dalla retroguardia eugubina. 

  • 18' 

    Partita vivace, continui ribaltamenti di fronte in questa prima parte di gara. 

  • 16' 

    Occasione Gubbio: diagonale di controbalzo effettuato dal solito Candellone, palla di poco a lato.

  • 14' 

    Candellone anticipa Bindi su un pallone vacante in area di rigore, il portiere biancoscudato respinge in extremis, poi, sugli sviluppi dell'azione, Romano calcia alle stelle da fuori area.

  • 10' 

    Modulo biancoscudato che risulta essere non un 4-4-2, bensì un impronosticabile 3-4-3, con Madonna e Fantacci ad affiancare in avanti Altinier. Esterni di centrocampo: Boniotti a destra e Favalli a sinistra. 

  • 6' 

    Si fa vedere anche il Gubbio: conclusione di Candellone da posizione defilata, ma la mira risulta errata. Sarà rimessa dal fondo. 

  • 5' 

    Penetrazione in area di Altinier sulla linea di fondo: Volpe sventa il pericolo in presa bassa a pochi passi dalla linea di porta. 

  • 3' 

    Padova che parte con il piede sull'acceleratore: buon traversone di Favalli dalla sinistra che però non viene deviato da alcuna maglia biancoscudata. 

  • 1' 

    Partiti! Palla al Gubbio.

  •  

    PREPARTITA

  •  

    Squadre in campo.

  •  

    Un'ottantina i tifosi biancoscudati giunti al Barbetti questo pomeriggio.

  •  

    Gubbio che si affiderà invece al 4-3-3, con tridente offensivo formato da Ferretti, Candellone e Casiraghi.

  •  

    Non casuali le prove settimanali di 4-4-2 effettuate in settimana dagli uomini di mister Brevi: sarà infatti proprio questo il modulo con cui i biancoscudati si schiereranno in campo questo pomeriggio. Maglie da titolari per Boniotti (terzino destro) e Fantacci (seconda punta), mentre Cappelletti fungerà da esterno basso di sinistra, permettendo l'avanzamento di Favalli sulla linea dei centrocampisti. Spicca l'esclusione di Sbraga: seconda panchina consecutiva per lui. 

A.Vinci

 

 

 

 

 

 

                                                                       Ancona -Modena

U.S. ANCONA: Scuffia, Barilaro, Frediani (73' Voltan), , Agyei, De Silvestro, Ricci, Bariti (77' Bambozzi), Moi, Ndiaye, Zampa (87' Kostadinovic), Forgacs.

A Disposizione: Rossini, Malerba, Djuric, Geleonese, Daffara, Montagnoli, Tassoni, Battaglia,  Ascani.

Allenatore: Brini.

 

MODENA FC: Manfredini, Marino, Ravasi (60' Diakite), Tulissi, Olivera, Aldrovandi, Calapai, Giiorico, Basso (72' Loi), Popescu, Schiavi (77' Bajner).

A Disposizione: Costantino, Brancolini, Accardi, Cossentino, Minarini,  Besea, Zucchini, Salifu,  Hardy.

Allenatore: Pavan.

ARBITRO: Sig. Lorenzo Maggioni di Lecco.

ASSISTENTI: Roberto Margheritino di savona , e Giulio Fantino di Savona.

MARCATORI: 53' Frediani.

AMMONIZIONI: 45' Schiavi (M), 54' Frediani (A), 68' Ricci (A).