Le news non firmate arrivano direttamente dai siti ufficiali delle rispettive società. Grazie.

 

 

 

 

Pesaro - Claudio Crespini, direttore sportivo della Vis Pesaro, si è espresso in conferenza stampa sugli equilibri del Girone B, come raccolto dai colleghi di SoloVisPesaro: “Non c’è una squadra materasso, tutte hanno un certo valore e per questo non dobbiamo dare nulla per scontato. In casa abbiamo giocato con avversari tosti ma non ci ha mai detto bene. Solo la Ternana è fuori dimensione, con le altre puoi perdere e vincere. Il calendario ci ha fatto brutti scherzi perché non ci ha mai dato pause ma andiamo a giocarcela con tutti”.

V.D.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Triestina - Alessandro Lambrughi, capitano della Triestina, ai canali ufficiali alabardati ha analizzato il successo di Pordenone: "È stata una partita sofferta, siamo veramente contenti per come sia arrivata la vittoria. Anche nella sofferenza siamo riusciti a difenderci e divertirci, di partite così ce ne saranno ancora tante. Prima ci abitueremo a vincere in questo modo e prima avremo delle agevolazioni. Nella prima frazione abbiamo sofferto molto più del secondo: siam stati bravi a non concedere grosse palle gol nonostante loro spingessero tanto. L'assenza di Pablo Granoche è stata una bella botta ma Andrea Procaccio e tutti i ragazzi si sono fatti sempre trovare pronti quando sono stati chiamati in causa. Gli oltre 500 tifosi in trasferta sono stati bellissimi: con un pubblico così alla fine del campionato ti ritrovi più punti. A Trieste sta tornando l'entusiasmo che mancava, bisogna alimentare questa passione".

S.D.

 

 

 

 

 

 

 

 

Rimini - Andrea Venturini, difensore del Rimini, incontrerà nel derby i suoi ex compagni del Ravenna dopo averli già affrontati in Coppa ad agosto: "Fu uno dei primissimi match ufficiali dopo aver lasciato i giallorossi, mi sembrava tutto strano. Quella sconfitta alla fine è passata in fretta, senza conseguenze. Adesso invece sarà una gara importante, in palio ci sono punti sonanti. Per noi è un match che conta tanto, di punti ne abbiamo già gettati via abbastanza. Al derby arriviamo preparati, con la cattiveria e la concentrazione necessarie per fare risultato".

S.D.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Teramo - Visita di controllo quest'oggi per Michal Lewandowski, portiere del Teramo, dopo la lesione al timpano. La stessa ha evidenziato un quadro clinico in miglioramento: L'estremo difensore di origini polacche tornerà ad allenarsi da domani in maniera graduale, prima di effettuare un nuovo controllo radiografico nei prossimi giorni.

V.D.

 

 

 

 

 

 

 

 

Imolese - Saber Hraiech, centrocampista dell'Imolese, intervenuto ai microfoni di ZonaCalcio.net, è tornato sulla vittoria ottenuta contro il Vicenza di due settimane fa: “E’ stata una bellissima vittoria contro il Vicenza, e ciò è la dimostrazione del nostro valore, remiamo tutti dalla nostra parte, ci divertiamo a giocare guidati in maniera eccezionale da Dionisi. Ora ci aspetta una prova di maturità, dopo il passo falso con il Renate, non dobbiamo sbagliare atteggiamento, conosciamo il valore della Ternana, ma siamo convinti che scendendo in campo con la giusta concentrazione potremmo fare un’ottima prestazione”.

D.L.C.

 

 

 

 

 

 

 

 

Reggina - Appena lunedì sulla Reggina è comparso un raggio di sole. L'assemblea dei soci aveva infatti approvato il bilancio del club, era stato ripianato il debito da parte della P&P Sport della famiglia Praticò, proprietaria delle quote di maggioranza, e tutto era stato formalizzato davanti al notaio. Si prospettava comunque un "rimpasto" all'interno dei vertici, ma forse in pochi si aspettavano un comunicato come quello apparso ieri sera sul sito ufficiale amaranto. 

Piccola premessa. Nella giornata di ieri appunto, ha iniziato a diffondersi la notizia che Mimmo Praticò avesse consegnato la squadra nelle mani del sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà. Si sarebbe trattato di un'azione che poco margine avrebbe lasciato sia a livello organizzativo che, soprattutto, sportivo, alla Reggina, attualmente impegnata in un campionato non facile, nonostante sabato sia tornata al "Granillo" e alla vittoria.

La stessa società ha categoricamente smentito questo scenario. Ma qualcosa bolliva in pentola, e in serata ne è arrivata la prova. La Reggina è in vendita. Possiamo sintetizzare così il lungo comunicato citato poco sopra. 

"Nel corso dell’assemblea straordinaria si è preso atto dell’indisponibilità da parte di nove soci sia a partecipare alla copertura delle perdite pro-quota sia ad accettare l’invito della P&P Sport Srl teso a ristabilire una maggiore partecipazione al capitale sociale da parte dei soci di minoranza. Considerato quanto sopra i soci P&P Sport srl per l’86,6% (per l’ennesima volta) ed i soci Simonetta-De Caridi per il 10,44% hanno provveduto, coerentemente agli impegni assunti, a ripianare la perdita ed a ricostituire il capitale sociale. Come già anticipato in precedente comunicato stampa, la P&P Sport Srl, socio di maggioranza della URBS Reggina 1914 Srl, non intende sostenere per il futuro un impegno sempre più gravoso per le proprie possibilità. Per tale motivo la P&P Sport Srl ha deciso di pubblicare un invito a presentare manifestazioni d’interesse finalizzate a rilevare le quote in suo possesso, come peraltro anticipato al Sindaco nella data di ieri chiedendogli contestualmente l’impegno a volersi costituire parte attiva nella ricerca di eventuali investitori".

Troppi oneri economici, non più sostenibili da parte dell'attuale proprietà. La Reggina cerca un nuovo punto di riferimento. E si conferma l'uscita di scena, a livello dirigenziale, del presidente Praticò, che "si presenterà dimissionario alla prossima assemblea dei soci e comunica che sin da oggi la società continuerà ad essere condotta dal consiglio di amministrazione, il quale compierà gli atti di ordinaria amministrazione gestendo il club in autofinanziamento ovvero contando sulle entrate derivanti dalla contribuzione della Lega, dagli incassi della biglietteria e dagli sponsor, senza poter contare su ulteriori apporti finanziari da parte della P&P Sport Srl, mirando comunque ad ottenere il miglior risultato sportivo possibile". 

Insomma, a distanza di neanche quattro anni dalla fine della storica Reggina di Lillo Foti, il calcio amaranto è ad un nuovo, delicatissimo punto di svolta. Il punto è capire con che tempistiche arriverà, se arriverà, una nuova proprietà. Considerando che c'è ancora un mese e mezzo prima della sosta di gennaio e della sessione di mercato invernale. Alla quale la Reggina rischia di arrivare sostanzialmente a fari spenti. 

D.L.C.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Viterbese - Piero Camilli continua a far parlare della sua Viterbese, inserita nel Girone C di Serie C. Al Corriere dello Sport ha così commentato la stagione: "Ci hanno massacrato. Fare 1300 chilometri di media a trasferta è come andare a giocare in Europa League. Ero prontissimo a non disputare le prime giornate e prendere i punti di penalizzazione ma mi dissero di aspettare perché con i ripescaggi i calendari sarebbero cambiati. Non è cambiato un accidente. Il 30 dicembre dobbiamo andare a giocare in Sicilia. Mi dite dove trovo un aereo per la squadra in quei giorni? E quanto mi costerà? Così chiudiamo".

S.D.

 

 

 

 

 

 

 

Bisceglie - Dario Giacomarro, centrocampista del Bisceglie, intervistato dal Corriere dello Sport, ha dichiarato: "Ad oggi i risultati non stanno arrivando e questo ci condiziona mentalmente. Siamo una squadra giovane, servirebbe un episodio a favore. Quando avremo un po' di fortuna dalla nostra, sono sicuro che torneremo a giocare meglio e ad avere fiducia in noi stessi. Nonostante il ritardo nella preparazione, ora siamo a buon punto. Sicuramente pesano gli infortuni in questo momento, perché siamo penalizzati rispetto a quelle squadre che hanno organici più alti". 

D.L.C.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rieti - La FIGC ha deciso di archiviare il procedimento relativo al Rieti aperto in estate in merito a presunte scommesse nella sfida con l'Ostia Mare che aveva regalato ai laziali la promozione in Serie C. All'epoca una decina di tesserati venne chiamato dalla Procura Federale ma adesso, dal momento che dalle indagini non sono emerse notizie di rilievo, la Procura Generale dello Sport ha proceduto con l'archiviazione. 

S.D.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Catanzaro - Un gran gol di Luca Giannone, fantasista del Catanzaro, ha chiuso definitivamente i conti nel match di domenica in casa del Catania: "Fa piacere ricevere tanti complimenti, sono giocate che spesso provo quando sono in fiducia. Mi è capito già di fare questi gol. Ma farlo a Catania, sapendo che erano 44 anni che non si vinceva, è stato ancora più emozionante. Può essere la partita che ci sbloccherà? E' vero, non venivamo da un periodo facile, ci voleva la vittoria, ci dà fiducia per il prosieguo del campionato, dobbiamo ripartire da qui, con la mentalità giusta. Cosa è cambiato? Sicuramente giocare contro il Catania è uno stimolo in più per tutti, loro volevano giocarsela mentre il Bisceglie pensava di più a difendersi. Per noi così è stato più facile". 

V.D.

 

 

 

 

 Tutta la C "  -  Via Ugo Foscolo , 33 - 27058 Voghera - Pavia -

Copyright © 1999 Quotidiano Sportivo Tutta la C