Le news non firmate sono prese direttamente dai siti ufficiali delle rispettive societa'.Grazie.

 

 
                

                                                                           LECCE -REGGINA 2-0

I giallorossi sono impegnati nell'anticipo della 4^ giornata al Via del Mare nel match con la Reggina. Questo il tabellino::

Lecce: Caglioni, Martinez, Lopez, Papini, Sacilotto, Abruzzese ( 31 st Carini), Carrozza (9 st Mannini), Salvi, Della Rocca, Miccoli (19 st Moscardelli), Doumbia. A disp: Petrachi, Donida, Rosafio, Rullo. Allenatore: Chini (Lerda squalificato)

Reggina: Kovacsik, Maiomone, Di Lorenzo, Rizzo, Camilleri, Crescenzi ( 20 st Viola), Armellino, Dall'Oglio, Masini (38 st Ungaro), Di Michele (1 st Louzada), Insigne. A disp: Leone, Maita, Salandria, Syku: Allenatore: Cozza 

Marcatori: 28 pt Papini, 4 st Miccoli

Ammoniti: 15 pt Miccoli, 37 pt Masini, 41 pt Di Lorenzo, 34 st Martinez, 36 st Maimone

Recupero: 1 min pt, 3 min st

Spettatori: 2.228 abbonati e 2.465 paganti

 

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì
Assistenti: Antonio Quitadamo di Modena e Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore

 

 

 

 

ALESSANDRIA-PAVIA

ALESSANDRIA: Nordi, Sabato, Terigi, Sosa, Spighi, Vitofrancesco, Mezavilla, Obodo, Taddei(20°Ferrani), Guazzo(63°Mora), Marconi(80° Scotto). All. D’Angelo.

PAVIA: Facchin, Ghiringhelli, Sabato, Abbate(46° Falconieri), Cardin, Biasi, Rosso, Carraro(55°Corvesi), Ferretti, Cesarini, Soncin(81° Cogliati) All. Maspero

ARBITRO: Fabio Piscopo(Imperia)

Ammoniti: Terigi(A), Soncin, Falconieri, Sabato(P)

Espulsi: 17° Sabato(A)

Marcatori: 3° Taddei(A), 9° Guazzo(A), 17°(R), 33° Soncin(P)

Per la quinta di campionato il Moccagatta di Alessandria ospita la capolista solitaria del girone A, il Pavia. In un’atmosfera tanto grigia quanto la maglia della squadra di casa parte bene l’11 di mister D’Angelo che a 3 minuti dal fischio d’inizio trova subito il vantaggio su calcio di punizione di TADDEI che con un mancino chirurgico supera Facchin. Al 9° minuto ancora i padroni di casa in gol con GUAZZO che messo solo davanti a Facchin non sbaglia e trova il suo terzo gol stagionale. Al 17° minuto però l’Alessandria rimane in 10 per l’espulsione di Sabato che commette fallo in area di rigore; dal dischetto va SONCIN che non sbaglia e accorcia le distanze. Il Pavia tenta di agguantare il pareggio, Nordi però si oppone a Ferretti e a Cesarini ma nulla può sul tiro di SONCIN che al 33°, in area di rigore, ha il tempo di controllare di petto e scaricare in rete portando il match sul 2 a 2.

Il secondo tempo inizia con un’ Alessandria per niente doma che prova a ritrovare il vantaggio senza mai essere troppo pericolosa. Tra un’azione e l’altra la partita diventa nervosa e fioccano cartellini gialli, uno per la formazione di casa e due tra le fila pavesi. Al 72° solo il palo nega la gioia del gol a Cesarini. Entrambe le formazioni si rendono ancora pericolose in un paio di occasioni ma il tabellone al 94° è fisso sul 2 a 2.

Pareggio che tutto sommato va bene ai padroni di casa considerato il primato in classifica degli ospiti, risulta però stretto per via del buon gioco espresso e per il rammarico dell’espulsione. Pavia che si deve accontentare di un pareggio e rimanda ancora l’appuntamento con la prima sconfitta in campionato.

CURIOSITA’: In questa partita si sono incontrati, seppure per soli 17 minuti, i fratelli Sabato: Roberto nell’Alessandria e Rocco nel Pavia. L’ultimo precedente al Moccagatta si è concluso sul 2 a 0 con gol.

 

 

 

 

 

 

 

ALBINOLEFFE - Avversario di turno sul nostro cammino è il Bassano Virtus. Ho osservato le loro gare e ho avuto conferma di quelli che erano i nostri pensieri, vale a dire che affronteremo una squadra forte che lotterà fino alla fine per la vittoria del campionato. In estate ha perso Berrettoni, finito all'Ascoli, ma ha preso un ottimo attaccante come Nolè. In mediana c'è Cenetti e Proietti garantiscono quantità, qualità ed equilibrio.

Il Bassano si schiera con il modulo 4-4-2, marchio di fabbrica di mister Asta, che sta confermando in giallorosso quanto di buono fatto a Monza nella scorsa stagione. Stiamo parlando di un allenatore molto bravo, preparato, che ha dato una mentalità vincente alla squadra che ora cerca sempre di fare la partita. Il Bassano ha vinto entrambe le gare esterne giocate fino a ora e questo è sinonimo di spessore tecnico e grande carattere.

Per quanto ci riguarda, in questo periodo qualche episodio ci ha penalizzati e ha messi in difficoltà, ma col passare delle giornate vedo crescere la cattiveria agonistica giusta che ci permetterà di ritrovare un risultato positivo.

Michele Facciolo

allenatore in seconda

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BASSANO - Giacomo Cenetti ha incontrato la stampa per parlare della gara che il Bassano Virtus affronterà, sabato alle 15 allo stadio Mercante, contro l'Albinoleffe.

"L'Albinoleffe è una buona squadra, verranno qui per cercare di conquistare dei punti fondamentali per riscattare il loro avvio di stagione. Noi gli affronteremo più carichi che mai, vogliamo conquistare i primi tre punti davanti ai nostri tifosi.  Contro Pavia e Giana, purtroppo a causa di un pizzico di sfortuna, abbiamo raccolto meno di quanto avremmo meritato".

Cenetti si è poi soffermato a descrivere il gruppo e la speranza che coltiva di conquistare un'altra promozione: "Quest'anno c'è tanta competizione in ogni ruolo, ovviamente ci teniamo tutti a scendere in campo, ma il mister ha dimostrato che schiererà chi merita maggiormente in quel momento, quindi ci stiamo allenando tutti al massimo, la nostra è una concorrenza sana.
Il nostro gruppo è rimasto pressoché lo stesso della scorsa stagione con alcune addizioni importanti, vogliamo toglierci parecchie soddisfazioni anche in questo campionato. Ho raggiunto tre promozioni in quattro stagioni, con Carpi, Venezia e Bassano, quest'estate quando ho rinnovato con la società giallorossa ho pensato che sarebbe un sogno poter raggiungere la Serie B in due anni con questa maglia".

Infine un pensiero sui tifosi che seguono costantemente la squadra in casa ed in trasferta: "Ci fa piacere che si siano avvicinate così tante persone a noi, rispetto ad un anno fa le cose sono mutate in positivo, la gente ci è ancora più vicina. Ci dispiace non essere andati sotto lo spicchio riservato ai nostri ultras al termine della gara con la Giana, tuttavia c'è stata un pò di tensione per il pareggio subito all'ultimo minuto, ma sono sicuro che ci rifaremo già da sabato".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AREZZO - Comunicato della società 

La società Us Arezzo comunica che le persone che non faranno in tempo a sottoscrivere l’abbonamento entro la partita di sabato Arezzo-Lumezzane e di mercoledì Arezzo -Giana, potranno tranquillamente acquistare il biglietto dell’evento e presentandosi da lunedì presso i nostri uffici (con il tagliando), le verrà scalato l’importo della partita dal prezzo totale dell’abbonamento ,poiché la “campagna abbonamenti” sarà prolungata fino alla partita di sabato 11 ottobre contro il Pordenone.

 

 

 

 

 

 

 

CATANZARO - Il tecnico preoccupato per via degli infortuni. Presentata la nuova maglia rossa. L'Osservatorio ha emanato poche misure restrittive per la sfida del San Vito
 

 

Giornata piena quella in seno al Catanzaro Calcio: prima la presentazione delle nuove maglie ufficiali, poi l'allenamento pomeridiano a porte chiuse con la consueta conferenza stampa di mister Moriero.

E' un Moriero preoccupato per quanto riguarda la situazione dell'infermeria. Il tecnico ha confermato quanto da noi scritto in merito al fronte-infortuni. Niente da fare per Fofana, Kamara (per entrambi secondo il tecnico serve ancora del tempo) e quasi certamente per Ilari. Qualche speranza c'è di recuperare Vacca e Maiorano, che in settimana hanno svolto lavoro differenziato, mentre sia Morosini che Pacciardi si dovranno sacrificare pur non avendo i 90 minuti nelle gambe, per sopperire all'emergenza.

Moriero è stato leggermente polemico quando ha sottolineato il fatto che l'ultima vittoria interna con il Martina non è stata accolta con entusiasmo. Il mister ha specificato che sia lui che la squadra vivono d'entusiasmo e che non sempre si può giocare bene, anche perché in campo ci sono pure gli avversari.

«Il Catanzaro - ha detto Moriero - non è il Real Madrid, ed è chiaro che vorrei vincere giocando bene, ma allora la domanda che mi pongo è se è meglio pareggiare come a Benevento disputando una buona prestazione o vincere come con il Martina».

Infine - sempre sulla partita di sabato scorso - «il pessimismo avvertito in settimana non ci ha permesso di lavorare bene, perché è stato impegnativo lavorare mentalmente nella testa dei calciatori». Il tecnico si è anche soffermato sul fatto che il Martina ci ha pressato alti, aiutato anche dal vento nel primo tempo, ma in porta ha tirato solo due volte.

Sul Melfi, Moriero ha detto che si aspetta una partita simile a quella col Martina: «Loro sono una squadra giovane e volenterosa di mettersi in mostra. Delle tre partite che andremo ad affrontare, quella di Melfi ritengo sia la più difficile e pertanto è vietato sottovalutare l'avversario che va rispettato comunque».

«Ciò che chiedo ai miei ragazzi - ha continuato il tecnico leccese - è di verticalizzare il gioco più di quanto abbiamo fatto contro il Martina, e se gli esterni saranno controllati dagli avversari, dovranno entrare in gioco i centrocampisti».

Alla domanda sull'attaccante, che secondo qualcuno manca, il tecnico è stato chiarissimo: «Noi non abbiamo voluto un attaccante che facesse reparto da solo. Abbiamo Fofana, Ilari e Silva Reis e poi fra Kamara e questo tipo di giocatore offensivo, abbiamo scelto il senegalese. Silva Reis domenica non ha giocato per evitare di dare punti di riferimento agli avversari e comunque, pur non essendo un bomber, il suo lavoro lo svolge egregiamente come d'altronde ha fatto Ilari».

Finalmente oggi è stato tolto il velo alle nuove maglie ufficiali del Catanzaro Calcio. Le divise, presentate questa mattina all’hotel Palace, sono fatte con un tessuto nuovo, stretch traspirante: I colori (la prima è rossa, la seconda blu) riportano a quelli che negli anni d'oro hanno fatto sognare una regione intera. Presenti sia Fofana che Kamara che hanno indossato le due maglie.

Alla conferenza stampa ha partecipato il presidente Cosentino che ha invitato i tifosi a comprare solo prodotti ufficiali perché così si aiuta la società. Un particolare apprezzamento è stato espresso dal patron giallorosso nei riguardi dell'imprenditore Gianni Abramo, che ha legato il nome della sua azienda al Catanzaro.

Particolarmente interessante un passaggio dell'imprenditore catanzarese che ha sottolineato come «queste maglie ricordano i tempi quando mio padre sosteneva la presidenza Ceravolo e un camioncino dell’azienda girava nel campo prima delle partite. In ricordo di mio padre tifoso e per la serietà mostrata dal presidente Cosentino ho deciso di sostenere l’Uesse pur non avendo interessi: l’ho fatto solo per dare una gioia alla cittadinanza».

Infine, Gianni Abramo ha svelato un progetto che ha in mente: «Stiamo pensando di fare un campo, magari intitolato a mio padre, per le giovanili delle Aquile, settore che vorrei sostenere appieno».

L'AD Marco Pecora si è detto soddisfatto per aver ridato alle Aquile le loro maglie storiche e ha fatto notare come il simbolo dell'aquila sia stilizzato sulle magliette.

Un'altra bella notizia arriva dal fronte-derby. Per la trasferta di Cosenza del 28 settembre, nessun divieto particolare da parte del Ministero dell'Interno. Anzi, se il Cosenza lo riterrà opportuno, potrà attivare anche l'opzione "porta un amico".

Queste le indicazioni principali sul fronte organizzativo fornite dall'Osservatorio per Cosenza-Catanzaro, connotato da elevato profilo di rischio:

- implementazione del servizio di stewarding da parte della società ospitante;

- implementazione dei servizi di controllo, nelle attività di prefiltraggio e filtraggio, con particolare riferimento alla corrispondenza delle generalità indicate sul biglietto e quelle dell’utilizzatore

- scambio di informazioni e stretto raccordo tra i Supporter Liaison Officer delle due società interessate.

Salvatore Ferragina

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VIGOR LAMEZIA ATTESA DAL BIG-MATCH CON LA CORAZZATA DI LOTITO

 

Ci sarà qualche tifoso in più sulle gradinate del “Guido D’Ippolito” per l’importante gara contro la Salernitana? Probabilmente si!

L’importanza del match sicuramente richiamerà tifosi e sportivi da tutto l’Hinterland lametino ma, a questo, bisogna aggiungere l’iniziativa del Sindaco della Città. Il primo cittadino ha emesso un’ordinanza che rimarca come, data l'interdizione al traffico di parte di Via Marconi (arteria principale della città dove si trova lo stadio), «sarebbe estremamente difficoltoso l'esodo ed il rientro a casa sia degli alunni che dei docenti e del restante personale dalle scuole ubicate nell'abitato di Nicastro, soprattutto per gli alunni e gli studenti pendolari che devono raggiungere i paesi dell'hinterland lametino». Per questo motivo ha predisposto per sabato la sospensione delle attività didattiche delle scuole ricadenti nel territorio dell'ex comune di Nicastro (dove è ubicato lo Stadio) dati i disagi alla circolazione che si verranno a creare per la concomitante partita dei biancoverdi contro la Salernitana prevista al “D'Ippolito” alle 15. Ciò consentirà di raggiungere l’impianto per tempo e con più tranquillità, soprattutto, per chi ha figli piccoli alle prese con gli orari scolastici.

Tra l’altro, il Sindaco, ha scritto anche al presidente della Lega Pro per "portare alla sua attenzione gli insostenibili disagi che sta creando alla città il fatto che le prime partite interne di campionato della Vigor Lamezia siano state tutte fissate nella giornata di sabato". Nella nota, il sindaco, ha sottolineato che Lamezia Terme "per l'ubicazione dello stadio e per le ragioni sopra esposte, non è assolutamente in grado di sopportare che altre partite si svolgano il sabato o altri giorni feriali. Né è pensabile che per tutti gli altri sabati si sia costretti a dover ricorrere a misure estreme come la chiusura delle scuole o dei mercati. Pertanto, il sindaco ha chiesto formalmente al presidente Macalli che tutte le prossime partite interne di campionato della Vigor Lamezia vengano fissate soltanto di domenica.” Nel frattempo, la Lega Pro, ha stabilito gli orari delle prossime giornate ed il problema si porrà, anche con maggiore drammaticità, in occasione del Derby dei Due Mari già fissato per sabato 11 ottobre alle ore 16.

Per quanto riguarda l’aspetto agonistico è chiaro che si tratta di una partita importantissima su entrambi i fronti con le due squadra imbattute ed in salute in queste prime giornate. La Vigor Lamezia ha ottenuto due pareggi esterni ed una bella vittoria interna mentre, dall’altra parte, i campani hanno ottenuto due vittorie ed un pareggio (interno) e sono in testa alla classifica a pari di Catanzaro, Benevento e Lupa Roma.

La Salernitana è una delle migliori squadre del torneo e mister Erra lo sa bene ma la Vigor vuole giocarsi tutte le sue carte per fare risultato. Così Erra: “In questa fase può capitare anche che chi ha un organico sulla carta migliore possa trovare difficoltà. Reputo la Salernitana una compagine di molto superiore a noi ed anche contro l'Aversa, quando è andata in difficoltà, ha trovato in panchina i giusti correttivi per raddrizzare la gara. Il compito dell'allenatore in quel caso può essere agevolato se ha una rosa di tal livello a disposizione, potendo permettersi anche di mandare in tribuna certi elementi”. “Noi – prosegue Erra - non dobbiamo improntare la gara sui ritmi bassi, perché per compensare la differenza di qualità e di esperienza serve il ritmo”.

Idee abbastanza chiare da mettere sul terreno di gioco con una formazione che dovrebbe ricalcare quella di Ischia. L’unico dubbio è legato alle condizioni di Montella che ad Ischia ha rimediato un pestone che ne ha limitato gli allenamenti durante la settimana. Candidato a prendere la sua maglia il giovane Catalano ma si deciderà tutto all’ultimo minuto.

Per i tifosi campani che non potranno raggiungere Lamezia sarà possibile, oltre che sulla piattaforma di Lega Pro Channel, seguire in diretta la gara su Telecolore Salerno (Sky 826).

A dirigere la gara il sig. Alessandro Caso di Verona che avrà la collaborazione di Vittorio Emanuele Saia ed Edoardo Ficarra entrambi di Palermo.

 

Questi i convocati da mister Erra.

Portieri: Piacenti, Rosti

Difensori: Di Bella, Di Marco, Gattari, Malerba, Pirelli, Rapisarda, Spirito

Centrocampisti: Battaglia, Giampà, Puccio, Rossini, Scarsella, Voltasio

Attaccanti: Catalano, De Giorgi, Del Sante, Held, Improta, Montella.

Ascalise

 

 

 

 

 

 

 

 

GUBBIO – Ultimo allenamento in mattinata per il Gubbio che nel primo pomeriggio partirà alla volta di Teramo. Per la partita di domani Acori dovrebbe confermare la stessa difesa vista con la Spal e quindi davanti a Iannarilli dovrebbero giocare Luciani(già in diffida dopo quattro giornate), Rosato, Lasicki e D’Anna con Caldore dirottato in panchina, a centrocampo ci sono i dubbi maggiori, l’unico sicuro di un posto sembra  Domini, per gli altri due posti è ballottaggio tra Loviso, Esposito, Casiraghi e Castelletto. In avanti il dubbio è nel modulo più che negli uomini, se Acori confermerà il 4-3-3 è probabile che utilizzerà Mancosu, Regolanti e Vettraino, se deciderà di passare al 4-4-2 non è da escludere l’impiego in avanti di Regolanti e Luparini, con Mancosu o Vettraino che potrebbero giocarsi un posto come esterni di centrocampo. Intanto per la partita di domani pomeriggio è stato designato come arbitro il Signor Giovanni Luciano di Lamezia Terme coadiuvato dai Signori Lorenzo Abagnara di Nocera Inferiore e Pasquale Capaldo di Napoli, nessun precedente dell’arbitro calabrese con i rossoblù.

Massimiliano Francioni

 

 

 

 

 

 

 

 

SALERNO – Prove generali in casa Salernitana in vista dell’insidiosa trasferta di Lamezia. Il trainer toscano appare orientato a un cambio di modulo, anche da quanto si è evinto durante l’intervista rilasciata nell’immediato dopopartita di Salernitana – Aversa: “Non sono legato a nessun tipo di modulo, nella mia carriera ne ho fatti tanti. Ho delle mie idee, ma il campo mi ha lanciato dei messaggi che devo essere bravo a recepire. Con un determinato sistema di gioco abbiamo reso in una certa maniera e non si può negare, ho analizzato con attenzione le prestazioni dei singoli e lavoreremo in settimana per correggere gli errori”. Le parole del mister trovano un inconfutabile riscontro con quanto espresso dai granata dopo l’ingresso in campo di Mendicino nella sfida di domenica, e il passaggio dal 4-3-3 al 4-2-3-1. Appare, quest’ultimo, uno schema più congeniale alle caratteristiche dei singoli, atto ad esaltare le stesse e a dare una maggiore fluidità di gioco e una copertura più solida in fase di difesa. La compagine granata, e questo Menichini lo ha individuato, ha particolarmente sofferto nella zona centrale del campo, i tre gol subiti sono scaturiti anche da particolari errori in quel preciso ambito di gioco. Se la Salernitana dovesse ritornare al suo vecchio schema, tante sarebbero le novità, soprattutto sulla linea dei tre quartisti, dove potrebbe trovare spazio anche Favasuli nelle vesti di rifinitore; inoltre Menichini ha provato Mendicino nel ruolo di sottopunta, alternandolo a Calil, con Nalini e Gabionetta sulle ali, liberi di scambiarsi continuamente la posizione senza dare punti di riferimento all’avversario. Prove anche per Negro, schierato come punta centrale, posizione occupata fin ora da Calil, ma in un contesto diverso di gioco quale il 4-3-3. Insomma gli effettivi e le idee a disposizione di Leonardo Menichini ci sono: bisogna solo sfruttarle al meglio.

Gerardo Valentino Esposito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LUMEZZANE -  MARTEDI 23 SETTEMBRE MISTER NICOLATO SALE IN CATTEDRA
L'A.C. Lumezzane in collaborazione con gli Oratori di Lumezzane, invita a partecipare all'incontro formativo:
"IL RUOLO DELL'ALLENATORE NEL SETTORE GIOVANILE"
il relatore della serata sarà MISTER PAOLO NICOLATO (Tecnico Prima Squadra A.C. Lumezzane 2014/15 e Campione d'Italia Primavera con il Chievo Verona 2013/14)
l'incontro formativo si terrà Martedì 23 Settembre 2014 alle ore 20.30 presso il Teatro Lux Oratorio Piatucco in Via Matteotti, 110 a Lumezzane
Il moderatore della serata sarà Gianluca Urgnani (Istruttore Esordienti Regionali A.C. Lumezzane - Collaboratore F.I.G.C. - S.G.S.)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FOGGIA - La gara valida per l’ottava giornata di campionato, Ischia-Foggia, si giocherà sabato 11 ottobre alle ore 15:00. La Lega Pro ha infatti diramato gli orari della giornata completa, anche per gli altri gironi, anticipando tantissime gare al sabato e lasciandone soltanto una per la domenica (Lupa Roma-Martina Franca), in virtù dell’impegno della rappresentativa nazionale di categoria, impegnata per il torneo “International Challenge Trophy” a Praga contro la Repubblica Ceca, martedì 14 ottobre 2014.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pro Patria-Novara, il punto di vista del collega Andrea Fazzari

 

In preparazione alla sfida Pro Patria-Novara, valida per il quinto turno di Lega Pro girone A, abbiamo contattato Andrea Fazzari, direttore del "Tigrottino", organo ufficiale del Pro Patria Club, che si è concesso cortesemente a rispondere alle nostre domande.



- Come giudichi questo inizio di campionato della Pro Patria?

Questo campionato risente delle incertezze societarie di quest'estate, quindi il mio giudizio è sostanzialmente congelato. Devo dire che fino ad ora ho apprezzato l'impegno profuso dai giocatori pur con dei limiti tecnici e di organico.



- Qual è l’obiettivo della Pro per questa stagione?

Con l'organico attuale è unicamente la salvezza, anche all'ultimo secondo... Ho paura che non scamperemo alla roulette dei playout.



- Come valuti la partita di sabato?

Sulla carta non abbiamo scampo, anche se il cuore mi dice che potremo acciuffare un pareggio.



- Il giocatore che toglieresti al Novara e quello su cui fai affidamento della tua squadra per portare a casa i tre punti?

Solo uno??? Comunque toglierei al Novara Gonzalez, in quanto è il tipico attaccante che può mettere in difficoltà i nostri difensori. Dei nostri punto forte su un giovane: Candido.

 

- Si parla tanto della crisi societaria della Pro Patria: qual è la vera situazione allo stato attuale? La squadra risente di questa incertezza a tuo avviso?

La situazione attuale è alquanto paradossale: abbiamo un patron (Vavassori) che ha già da tempo manifestato l'intenzione di accasarsi a Reggio Emilia, dove ha travasato giocatori e organico societario e ci sono fantomatici nuovi padroni che non si sono ancora manifestati. Di fatto non sappiamo a chi faccia riferimento la gestione della società. Periodicamente viene annunciata l'imminente svolta societaria, ma ogni volta i fatti smentiscono le indiscrezioni.

 

- In estate tanti imprenditori si sono detti interessati a rilevare la squadra, ma poi nessuno si è fatto avanti concretamente. Perché?

Qualcuno ha avuto difficoltà per mancanza delle garanzie fideiussorie, altri non hanno concluso perchè c'era una forbice troppo ampia tra domanda e offerta.

 

- Cosa ne pensi di Vavassori?

Penso che a Busto si sia inimicato gran parte della piazza per la sua mancanza di comunicazione. Fin da subito non ha cercato un dialogo costruttivo con i tifosi e, anche se è riuscito a riportare la Pro Patria in C1, ha inaridito la passione del pubblico.



- Se ti parlo della Pro Patria da quando la segui, qual è il giocatore che ti viene subito in mente?

Porto nel cuore Andrea Ceccotti, morto nel 1987 mentre giocava con la maglia della Pro Patria, mentre come giocatori preferiti posso citare Luca Salvalaggio e Paolo Tramezzani.



- Un giudizio sul mister attuale?

Dalle prime apparizioni mi pare che abbia qualche buona idea in testa e che riesca a leggere abbastanza bene la partita.

 

- Quali sono le squadre con cui senti più forte la rivalità sportiva?

Sicuramente il Legnano.

 

- La partita della Pro che ricordi con più piacere? C’è magari una sfida con il Novara che ti è rimasta impressa nella memoria?

Sicuramente ricordo con enorme piacere le partite della semifinale dei playoff della stagione 2001-02 a spese proprio del Novara e poi la sfida decisiva a Busto contro la Sangiovannese nella stessa stagione. Posso aggiungere una cosa? Del Novara ricordo con piacere una persona della quale ho l'onore di essere amico, cioè Sergio Elli, colonna dei piemontesi e grande persona.


Ringraziamo ancora una volta Andrea per la collaborazione e la gentilezza dimostrata nei confronti della nostra Redazione.
Marco Dho

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NOVARA - In occasione della gara di sabato tra Pro Patria e Novara il sindaco di Busto Arsizio, Gianluigi Farioli ha emesso un'ordinanza che vieta la vendita di sostanze alcoliche nelle vicinanze dello Stadio "Carlo Speroni".

Tutte le attività commerciali, dunque, che distano fino a 500 metri dallo Stadio non potranno vendere bevande alcooliche di alcun genere dalle ore 14.00 alle ore 19.30 di sabato.

Allo stesso tempo sarà fatto divieto di consumo di sostanze alcoliche di qualsiasi gradazione, sempre negli stessi orari, allo Stadio "Carlo Speroni" e nelle aree circostanti, sino a 500 metri di distanza dall'impianto stesso.

Tali provvedimenti sono stati adottati dal Comune di Busto Arsizio, e comunicati anche al Prefetto di Varese, considerati i rapporti di rivalità tra le tifoserie delle due  squadre e per prevenire qualsiasi rischio di scontro tra esse

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SAVONA - Come comunicato dalla Società AC Prato i biglietti per la trasferta di domenica 21 settembre (ore 14.30, stadio "Lungobisenzio", Prato) sono già disponibili sul circuito Bookingshow.

I punti vendita attivi sul territorio savonese sono i seguenti: Tabaccheria Nesti (via Cavour 25r, Savona), Barbagianni (c.so Bigliati 48, Albissola Marina).

I biglietti per il settore ospitiESCLUSIVAMENTE IN PREVENDITA fino alle ore 19.00 di sabato 20.09.2014, (prezzo unico € 12,00) sono acquistabili con la modalità porta due amici allo stadio: ogni possessore di Supporter Card (o Tessera del Tifoso) potrà comprare il tagliando anche per due amici non tesserati, assumendosi la responsabilità del loro comportamento.

Il giorno della gara i tagliandi per il settore ospiti saranno acquistabili anche allo stadio, ma il prezzo sarà di € 14,00 e l'acquisto sarà riservato ai soli possessori di Supporter Card.

 

Su indicazione della questura di Prato e per la pubblicazione sul Vosto sito, si trascrive l'itinerario stradale che i locali sostenitori dovranno seguire per raggiungere lo Stadio Comunale "Lungobisenzio" di Prato:
Autostrada A11 uscita Prato Est - viale Leonardo da Vinci - viale della Repubblica - viale Montegrappa - piazza Europa - ponte alla Vittoria - via Firenze - Stadio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ALBINOLEFFE - Tre gol per battere il Lumezzane e iniziare nel migliore dei modi il campionato. Lo scorso fine settimana i ragazzi della Berretti sono stati autori di una prova esemplare: tra i protagonisti Marku Ardit, difensore col vizio del gol, a segno proprio contro il “Lume”.

Marku, com'è andata questa prima di campionato?

“Siamo partiti bene, abbiamo avuto l'atteggiamento giusto, essendo aggressivi e sbagliando poco. Siamo riusciti a sbloccare abbastanza presto la partita e nel secondo tempo abbiamo messo in cassaforte il risultato, soffrendo solo un po' nel finale le loro ripartenze, forse a causa della fatica”.

altÈ stato un esordio diverso rispetto a quello dell'anno passato?

“Sì perchè abbiamo cambiato modulo, passando dalla difesa a quattro a quella a tre, anche se si può sempre trasformare. Si corre e si attacca di più, però, come l'anno scorso, abbiamo vinto e speriamo che porti bene”.

A livello personale che sensazioni ti ha dato il cambio di modulo?

“Positive, perchè si adatta bene alle mie caratteristiche”.

Hai bagnato l'esordio con un gol: vuoi raccontarci com'è andata?

“Ho segnato sugli sviluppi di un corner. Ho detto a Stronati di guardare la zona dove mi sarei posizionato e di lanciare la palla lì. L'ha fatto ed è andata bene. Sono molto contento”.

Hai una dedica per questa rete?

“Lo dedico a mia mamma e a mio papà”.

Hai notato delle differenze nella gestione del gruppo da parte di Bonazzi?

“Il mister è il solito martello. Ci fa lavorare tanto, vuole tutti sul pezzo e deve essere così visto che la nostra squadra è molto giovane, avendo solo quattro ragazzi classe 1996”.

Quindi tu sei tra più esperti: cosa suggeriresti ai ragazzi più giovani?

“Devono migliorare un po' sull'aspetto dell'aggressività e capire che in Berretti le cose si fanno ancora più seriamente rispetto agli Allievi”.

Hai detto qualcosa ai tuoi compagni che sono saliti in Prima Squadra?

“Che sono contento per loro perchè se lo meritano. Nichetti e Barzaghi sono stati protagonisti l'anno scorso, come anche altri ragazzi, ma loro si sono esaltati e spero che possano giocare spesso”.

Infine ti chiedo: che obiettivi ti sei posto a livello personale e di squadra?

“Spero di essere titolare, fare il meglio possibile e a livello di squadra di riconfermare il titolo della passata stagione”.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SUD TIROL -  - Prima di seguire in diretta web su sportube.tv il match serale della prima squadra allo Zini di Cremona, questo sabato, 20 settembre, c’è tempo per seguire dal vivo sul sintetico del “Talvera B” a Bolzano il debutto casalingo in campionato della rinnovata Berretti biancorossa contro il Mantova. Giocano in casa anche gli Allievi Nazionali, che domenica pomeriggio ospitano l’Unione Venezia. Turno di riposo, invece, per i Giovanissimi Nazionali.

Sia la formazione Berretti che quella Allievi hanno iniziato come meglio non avrebbero potuto i rispettivi campionati. La Berretti è andata a cogliere i primi tre punti stagionali a San Marino, imponendosi sulla locale formazione per 2-1 con gol-partita di Rella e Majdi.
Ancor più rotondo e di prestigio il successo degli Allievi Nazionali, che sono andati a fare bottino pieno in casa niente di meno che del Bologna, surclassato per 4-1 con gol dei bomber Galassiti e Bertolini nel primo tempo e con marcature nella ripresa di Straudi e Manente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Pordenone Calcio comunica che in occasione di Pordenone-Giana Erminio, incontro valevole per la quinta giornata di Lega Pro, in programma sabato 20 settembre alle 14.30, i cancelli  dello stadio “Bottecchia” come stabilito dal GOS (Gruppo Operativo Sicurezza), saranno aperti alle ore 13. Per favorire l’afflusso del pubblico le biglietterie della Tribuna coperta (centrale e laterale) e della Gradinata locali, entrambe con ingresso da via Stadio, saranno aperte alle 11.00. La biglietteria della Gradinata ospiti (ingresso via San Vito, parcheggio largo Cervignano) sarà invece attiva dalle 13.

Si consiglia caldamente di usufruire del servizio di prevendita attivo al bar Libertà (viale Libertà 67, Pordenone), al Caffè Nogaredo (via Sclavons 194, Cordenons) e online da www.ticketland1000.com oppure di recarsi con largo anticipo allo stadio per acquistare il tagliando. Si ridurranno così le code al botteghino, inevitabili essendo prevista la procedura con rilascio di biglietti nominativi. In biglietteria ci si dovrà presentare muniti di un documento di identità in corso di validità e, esclusivamente per i residenti in Lombardia, come prescritto dall’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni sportive, anche della Supporter Card (Tessera del tifoso). A coloro che sono in possesso dell’abbonamento basterà presentarsi all’ingresso dello stadio con la copia cartacea della Supporter Card (Tessera del tifoso), a cui è stata associata la tessera stagionale, e un documento di identità in corso di validità.

Da ricordare che, in caso di esaurimento degli spazi consentiti attorno allo stadio, è a disposizione il vicino parcheggio in struttura Candiani (via Candiani 22).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LUMEZZANE - GLI IMPEGNI DEL SETTORE GIOVANILE
Seconda giornata di campionato per le formazioni del Settore Giovanile Rossoblù, apertura sabato con le formazioni Berretti e Giovanissimi Regionali impegnati rispettivamente a Novara ed in casa al Rossaghe con la Pergolettese.
Domenica in campo invece le formazioni Nazionali con il doppio confronto con il Renate: in casa a S. Andrea gli Allievi Nazionali, mentre in trasferta i Giovanissimi Nazionali del tecnico Donà.

Di seguito il programma completo:
Sabato 20.09
Berretti: Novara - Lumezzane, ore 15.00 a Novara
Giovanissimi Regionali: Lumezzane - Pergolettese, ore 16.00 a Rossaghe
Domenica 21/09
Allievi Nazionali: Lumezzane - Renate, ore 10.30 S. Andrea
Giovanissimi Nazionali: Renate - Lumezzane, ore 11.00 a Renate

 

                      

 

 

 

 

 

 

PRATO - La società comunica le modalità ed i prezzi per la gara fra Ac Prato e Savona di domenica 21 settembre 2014, alle ore 14.30. L´acquisto potrà essere effettuato sul circuito Bookingshow.

Prezzi in Prevendita


Tribuna Centrale Intero: 30 euro.

Tribuna Centrale Ridotto: 15 euro.

Maratona Coperta Intero: 12 euro.

Maratona Coperta Ridotto: 6 euro

Settore Ospiti: 12 euro.

Tribuna Centrale Riservato Ospiti: 30 euro.

Prezzi Giorno Gara


Tribuna Centrale Intero: 33 euro.

Tribuna Centrale Ridotto: 16 euro.

Maratona Coperta Intero: 14 euro.

Maratona Coperta Ridotto: 7 euro.

Settore Ospiti: 14 euro.

Categorie Ridotto: Fanno parte della categoria gli Under 14 (nati dopo il 01/01/2000); Donne; Over 60 (nati prima del 01/01/1955);

Tifoseria Ospiti: Per i tifosi ospiti è possibile acquistare in prevendita fino alle ore 19 di martedì 16 settembre 2014, nei punti vendita Bookingshow e tramite la modalità on-line.
Il servizio Porta 2 Amici allo Stadio è attivo esclusivamente nella fase di prevendita.
Il giorno della gara potrà essere acquistato il biglietto allo Stadio esclusivamente per i possessori di tessera del tifoso.

Fonte: Nicola Picconi