23 anni


 

 

NOTIZIE TUTTALAC

 

 

 

 

 

PADOVA - Primo allenamento ieri pomeriggio al centro sportivo "Memo Geremia" per il neo acquisto Mattia Bortolussi. Il nuovo bomber patavino che ha firmato con il Padova un contratto fino al 30 Giugno 2025 ( la stessa scadenza che aveva con il Novara) e che ha scelto la maglia n. 32 indossata da Chirico' nella scorsa stagione e da Bobo Vieri all'Inter che è la squadra per cui tifa Mattia, si è subito allenato nel pomeriggio dopo la presentazione alla stampa ed in allenamento ha già fatto vedere quello che sa fare meglio, il goal, subito a segno nella partitella del giovedì. Un'ottima impressione la sta fornendo in queste prime sedute di allenamento anche l'altro acquisto nel reparto offensivo, vale a dire Kevin Cannavo', l'attaccante palermitano che è arrivato in prestito secco fino al termine della stagione dalla Vis Pesaro, si è subito fatto notare per la grande intraprendenza e vivacità realizzando una doppietta nel test in famiglia. Buone nuove quindi per Vincenzo Torrente in vista del big match all'Euganeo con la capolista Pordenone, una gara dal sapore particolare che si disputerà proprio il giorno nel quale il Padova festeggerà il suo compleanno numero113, con la società che ha organizzato una mostra museo temporanea con cimeli dagli anni 30 in poi, maglie originali, foto d'epoca, una tre giorni che si concluderà proprio Domenica in Piazza delle Erbe. Niente riposo ovviamente e tutti in campo poi lunedì per preparare la gara di mercoledì prossimo al Lino Turina contro una Feralpisalò che attualmente occupa la seconda posizione in classifica. Se in attacco a questo punto c'è un'ampia scelta per il mister biancoscudato, non altrettanto si può dire nelle altre zone del campo, anche se appaiono in miglioramento le condizioni degli infortunati Belli e Curcio che potrebbero essere arruolabili per Domenica, resta in forte dubbio Gasbarro mentre sarà quasi certamente out Crivello. Il Pordenone si presenta a Padova forte dei suoi 43 punti in classifica ed è in serie positiva da sei turni, con tre vittorie e tre pareggi. Oltre che sul campo il confronto tra le due squadre c'è anche sul mercato, Gucher è l'oggetto del desiderio di entrambe e l’austriaco sembra aver preso la via di Pordenone grazie ad un super ingaggio offerto dal presidente neroverde Lovisa che potrebbe inserire nella trattativa l'attaccante Dubickas pronto a raggiungere il Pisa. Con Pompetti bloccato dal Sudtirol in questo momento Vincenzo Torrente e il Ds Mirabelli preferiscono restare concentrati sull'impegno di campionato tra poco più di 48 ore. Lunedi a bocce ferme si farà il punto della situazione e non è da escludere che il mercato in entrata possa essere terminato, Torrente ha chiesto un centrocampista importante in grado di far fare un salto di qualità notevole, se non ci sarà questa possibilità tanto vale probabilmente restare così piuttosto che aggiungere un calciatore che non accrescerebbe il tasso tecnico del gruppo.
Massimiliano Francioni

 

 

 

 

 

 

 

GUBBIO - Conferenza stampa di mister Braglia alla vigilia della gara con la Virtus Entella, un Braglia meno spavaldo del solito alle prese ovviamente anche lui con un periodo molto negativo della squadra, le quattro sconfitte consecutive(che sono un record per il Gubbio in serie C) si stanno facendo sentire ed il morale non è dei migliori. Braglia ha dichiarato di aver provato in settimana alcune situazioni tattiche ma "Non mi è piaciuto nulla di quanto abbiamo fatto", ha ufficializzato l'impiego dal primo minuto di Nicolao (sedicesimo volto nuovo della stagione) e ha fatto capire di aspettare ancora qualche altro innesto dal mercato (oltre a Bocic nelle ultime ore si parla di un interesse per Magnaghi e Gambale, tutti giocatori in uscita dalle loro rispettive squadre e che si potrebbero acquisire in prestito). C'è stato poi un siparietto legato al fatto di sentirsi o meno a rischio esonero dato il momento negativo e Braglia ha dichiarato che "Forse nel globale non ci sta perchè l'obiettivo era di migliorare il settimo posto della scorsa stagione e ci siamo dentro ma sono valutazioni che spettano alla società, in ogni modo io porto sempre l'abbigliamento per una sola settimana proprio perché il mestiere dell'allenatore è questo qua". Qualche tifoso di vecchia data ci ha fatto notare che ci mancherebbe pure che non venga migliorato il settimo posto dopo i massicci investimenti (mai fatti negli ultimi anni) sul mercato estivo che continuano pure nella finestra invernale e sull'organizzazione in generale (vedi i campi di allenamento con trasferte quotidiane in quel di Umbertide che hanno provocat anche il malcontento dei calciatori che devono affrontare il viaggio con le proprie auto). In chiusura di conferenza un accenno anche alle decisioni arbitrali che secondo il tecnico ultimamente lasciano un po' a desiderare, il solito tema che si tira fuori quando non arrivano i risultati.

Massimiliano Francioni

 

 

 

 

 

 

CATANZARO – Sono solo 500 i tagliandi messi a disposizione della tifoseria del Catanzaro per la trasferta nella gara di Messina in programma domenica al “S.Filippo – Franco Scoglio” della città peloritana con inizio alle ore 14:30 a fronte di una capienza complessiva di 6900 posti. Il GOSS (Gruppo operativo sicurezza,) ha inoltre imposto che potranno assistere al match solo i tifosi del Catanzaro in possesso della fidelity card. E’ facile intuire che i biglietti per assistere alla gara, valida per la 24.ma giornata, quinta di ritorno, siano praticamente andati a ruba nell’arco di una giornata. Andata nulla quindi la richiesta da parte della società del Catanzaro di aumentare il numero dei tagliandi da destinare ai supporters giallorossi.

Nonostante le limitazioni imposte dall’organo di sicurezza nazionale non mancherà quindi il sostegno del pubblico amico per Martinelli e compagni a dimostrazione, qualora ce ne fosse bisogno, della costante presenza dei tifosi in ogni trasferta, tanto più adesso in una delle più vicine al capoluogo della Calabria.

Quella contro il Messina sarà una partita che vedrà una squadra sempre più lanciata verso l’obiettivo finale contro un’altra che sta cercando di tirarsi fuori dalle ultime posizioni in classifica, forte delle tre vittorie consecutive che hanno dato certamente morale ai ragazzi allenati da mister Raciti. I peloritani da quando hanno cambiato guida tecnica e dirigenziale sembrano avere cambiato marcia. Il DS Lo Giudice, vecchia conoscenza del Catanzaro, ha portato nella città dello Stretto 5 elementi di esperienza e affidabilità che stanno contribuendo a dare una svolta alla stagione del Messina. La rivoluzione che il DS sta operando sembra cominci a dare i suoi frutti. Sul fronte calabrese c’è invece molta curiosità nel vedere all’opera il neo acquisto Brignola che potrebbe partire dal 1’ al posto dello squalificato Sounas. Ciò anche per l’indisponibilità del sostituto naturale del greco, Bombagi, che è ancora fermo ai box per un risentimento muscolare. Il forte attaccante come già riportato nei giorni scorsi, al suo arrivo a Catanzaro si è messo subito a disposizione di mister Vivarini e non è quindi esclusa la sua presenza tra gli undici che scenderanno in campo.

Iniziati nel frattempo al “Ceravolo” i lavori di restyling che sono consistiti nella rimozione delle vetrate che separano il settore Tribuna dal terreno di gioco. Ciò si è reso necessario per una migliore visibilità delle partite e per sfruttare al meglio di conseguenza le ultime file, quelle maggiormente a ridosso del rettangolo. Gli interventi sono da inserire in un processo che vedrà il “Ceravolo” rinnovato, per via dei requisiti richiesti, per disputare quello che il prossimo anno tutti auspicano possa essere un campionato di categoria superiore.  

 

Maurizio Martino

 

 

 

 

 

La Fermana guarda al Girone H di Serie D. Stando a Youtvrs.it, la società marchigiana sarebbe infatti interessata all'attaccante Vincenzo Corvino che con le sue undici reti sta trascinando il Fasano nelle zone alte della classifica. Il classe '91 potrebbe essere il nome giusto in caso di addio a Bunino.G.P.

 

 

 

 

 

 

 

Picerno - In uscita dalla Turris, Andrea Gallo è conteso da Picerno e Recanatese. Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione nelle ultime ore il club rossoblù ha messo la freccia sulla concorrenza avvicinandosi sensibilmente al centrocampista classe '97. L.E.

 

 

 

 

 

Viterbese - Con la Gelbison che, causa problemi con le liste, non ha chiuso l'affare, ecco che per Marco Garetto arriva l'inserimento di una nuova squadra. Secondo quanto riporta Tuttoavellino.it, a bussare alla porta dei biancoverdi per il centrocampista è stata infatti la Viterbese del DS Musa. G.P.

 

 

 

 

 

 

 

Triestina - Non è semplice, eppure la Triestina il proprio tentativo l'ha fatto e per Facundo Lescano c'è da tener conto anche della candidatura degli alabardati. Stando infatti a Trivenetogoal.it, la società ha avanzato una ricca offerta all'agente del giocatore che sta valutando la proposta insieme al suo assistito ai ferri corti col Pescara.G.P.

 

 

 

 Monopoli -  Si accende il mercato intorno a Orlando Viteritti, che potrebbe lasciare il Monopoli a breve. Come riferisce TuttoMercatoWeb.com, il difensore è finito nel mirino del Novara, che dovrà però fare i conti anche con le richieste dalla B: sul classe '94 è forte anche l'interesse del Cosenza. M.P.

 

 

 

Lecco - Salvatore Longo va verso l'addio al Lecco, ma prima servirà un nuovo innesto davanti. La volontà del classe 2002 sarebbe quella di andare a giocare con continuità altrove e, come riporta Leccochannelnews.it, in tal senso ci sarebbe stato un sondaggio del Livorno nel Girone E di Serie D. Prima dell'addio dell'ex Monza servirà però un nuovo arrivo nell'attacco di mister Foschi. G.P.

 

 

 

 

 

Andria - Andrea Arrigoni non lascerà la Fidelis Andria nel mercato di gennaio. Ferma la volontà del club biancazzurro che, secondo quanto riportato da Tuttocalciopuglia.com, non ha alcuna intenzione di cedere il centrocampista. Sfumano dunque le possibilità delle diverse interessate all'ex Lecce. G.P.

 

 

 

Padova - Prosegue il duello di mercato tra Padova e Pordenone per Robert Gucher, centrocampista del Pisa messo fuori lista dai toscani in questa stagione. Come riporta TMW, sull'austriaco si è intensificato il pressing dei biancoscudati, pronto a sorpassare i ramarri che ieri sembravano pronti a sferrare l'assalto decisivo.  M.F.

 

 

 tuttalac -  Via Ugo Foscolo 33 - 27058 Voghera - Pavia -

Copyright © 1999 Quotidiano Sportivo Tutta la C